Il Forum Permanente del Terzo Settore scrive a Berlusconi

Il Forum Permanente del Terzo Settore ha scritto al Presidente del Consiglio On. Silvio Berlusconi affinché “intervenga a porre rimedio ad un’iniziativa che rischia di creare una ferita irreparabile al quadro delle libertà del nostro Paese”. “Le scriviamo – si legge nella missiva firmata dai portavoce Edoardo Patriarca e Giampiero Rasimelli – per rappresentarLe lo sconcerto e la fermissima opposizione delle organizzazioni non profit italiane all’emendamento alla Legge Finanziaria 2002 relativo alle Fondazioni ex bancarie, presentato dai Ministri Tremonti e Giovanardi”. Imporre il controllo degli enti locali sulle Fondazioni significa estromettere la società civile e negare il principio di sussidiarietà orizzontale di cui Ella si è sempre proposto come paladino. Se davvero, come affermato nelle note stampa ministeriali, si intende guardare al “modello fondazionale americano” e “promuovere il non profit”, allora è necessario: – Non ledere l’autonomia di soggetti privati quali sono le Fondazioni; – Impedire (anziché promuovere) la presa di controllo della mano pubblica su di loro; – Provvedere esplicitamente che esse operino nei settori di competenza, finanziando in via assolutamente prevalente le organizzazioni non profit. Tutte cose ben lontane dal “modello statalista e autoritario” a cui si sono ispirati i Ministri Tremonti e Giovanardi. 
Roma, 6 dicembre 2001
Paola Scarsi 
ufficio stampa