RITENIAMO ULTIMATO PERCORSO PER LA LEGGE SULL’IMPRESA SOCIALE

Il Forum Permanente del Terzo Settore ha concluso il lavoro di elaborazione e di concertazione con il Governo sul testo di legge delega che il Ministro Maroni aveva proposto prima di Natale. “Giudichiamo – dichiarano i portavoce Edoardo Patriarca e Giampiero Rasimelli – il documento che il Sottosegretario On. Sestini ci ha inviato dopo l’ultimo incontro tecnico di Giovedì 31 e a sintesi del lavoro svolto, un buon testo”. (vedi testo allegato) “Esso identifica in modo chiaro e inequivocabile l’impresa sociale, a partire dai principi di utilità sociale, di partecipazione degli utenti e degli operatori ai destini dell’impresa, alla vincolante caratterizzazione non profit”. Certamente alcune migliorie potevano essere ancora apportate, ma riteniamo quello raggiunto un buon risultato capace di dare una spinta rilevante al processo di crescita del Terzo settore nel nostro Paese. “Ora – proseguono i due portavoce – spetta al Governo sciogliere gli ultimi nodi di carattere politico e amministrativo e varare il testo in via definitiva. Il Governo dovrà stabilire quale spazio e quale ruolo intende offrire a questo nuovo soggetto, a partire dal valore generale per la collettività e per il soddisfacimento dei bisogni dei cittadini, così come abbiamo inteso definire nel testo. E’chiaro che stravolgimenti dell’ultimo minuto, come qualcuno ipotizza, pur nel rispetto dell’autonomia del Governo e del Parlamento, sarebbero da noi giudicati negativamente”. “La palla – concludono Patriarca e Rasimelli – ora è nelle mani del Governo”. “Il goal che possiamo fare è, finalmente, la concretizzazione del principio di sussidiarietà, l’avvio di un nuovo e più efficace sistema di welfare e, in definitiva un goal nell’interesse di tutti i cittadini”. Roma, 5 febbraio 2002 Comunicato Stampa 05/02