ASSASSINIO DI MARCO BIAGI PATRIARCA E RASIMELLI CONDANNANO IL BARBARO ATTENTATO

Roma, 20 marzo 2002. Edoardo Patriarca e Giampiero Rasimelli, portavoce del Forum Permanente del Terzo Settore esprimono solidarietà alla famiglia di Marco Biagi, barbaramente ucciso ieri sera e condannano senza alcun appello il feroce attentato. “La violenza che ha ucciso Marco Biagi – dichiarano Patriarca e Rasimelli – colpisce direttamente tutti i cittadini del nostro Paese”. E ancor di più chi in questo Paese condivide – sull’esempio di quanto portava avanti il Professor Biagi – l’idea che il progresso sociale sia il frutto di un paziente lavoro di mediazione, di ricerca e di comprensione delle ragioni dell’altro”. “Facciamo appello a tutti gli uomini e le donne dell’associazionismo, del volontariato e dell’impresa sociale perché si mobilitino a difesa dei valori democratici e contro il terrorismo senza SE e senza MA”. “L’obiettivo di questi assassini – affermano Patriarca e Rasimelli – è destabilizzare la democrazia, ridurre gli spazi del confronto politico e del conflitto sociale lasciando campo libero a chi agisce nell’ombra”. “A difesa delle istituzioni, a difesa del confronto democratico, a difesa dei diritti di partecipazione e di aggregazione democratica chiediamo a tutti un supplemento di responsabilità e di unità affinché il terrorismo venga isolato e debellato definitivamente”. Il Forum Permanente del Terzo Settore aderirà a tutte le iniziative che verranno organizzate nei prossimi giorni con questi intenti. Comunicato stampa 13/02