LIBRO BIANCO SUL WELFARE: il perchè delle nostre perplessità: La terza questione: E la non autosufficienza?

E’questa la terza perplessità che verrà espressa dalla delegazione del Forum Permanente del terzo Settore durante l’incontro con il Ministro Maroni e la Sottosegretario Sestini, che ha dato il via al confronto sul Libro Bianco sul Welfare.

Rileviamo – dichiarano i portavoce del Forum Permanente del Terzo Settore Edoardo Patriarca e Giampiero Rasimellil’assenza di un progetto per l’enorme questione della non autosufficienza e la mancanza di riferimento anche alle attuali leggi che riguardano la disabilità (settore che ha subito tagli per l’integrazione scolastica, per l’assistenza educativa, trasporti, con il rischio che possa concretamente riproporsi la possibilità della riapertura delle scuole speciali).”

Le politiche fiscali proposte e in discussione, lette in connessione con le proposte del Libro Bianco, inducono a rilevare una contraddizione tra la presumibile ingente riduzione di gettito fiscale e gli investimenti che invece sarebbero necessari anche a fronte degli obiettivi che il libro bianco si pone. Tra l’altro l’uso della leva della deducibilità fiscale penalizza, escludendole, le persone e le famiglie che non hanno adeguata capacità economica per acquistare servizi.