DPEF: RIPARTE IL DIALOGO TRA FORUM PERMANENTE DEL TERZO SETTORE E ULIVO?

Roma, 28 luglio 2003. Si è appena concluso l’incontro tra una delegazione del Forum Permanente del Terzo Settore e i Gruppi Parlamentari dell’Ulivo.
Come è già accaduto nel confronto con il Governo, anche con i Gruppi Parlamentari dell’Ulivo l’incontro odierno ha concluso le audizioni con le parti sociali sul DPEF.
I Portavoce del Forum Permanente del Terzo Settore Edoardo Patriarca e Giampiero Rasimelli hanno confermato le loro forti preoccupazioni nei confronti di un DPEF che non contiene nulla o quasi delle proposte che il Forum aveva già fatto anche per la precedente finanziaria.
Patriarca e Rasimelli hanno poi ribadito quanto già espresso in sede di confronto con il Governo, riproponendo sinteticamente i quattro punti prioritari della piattaforma del Forum: investimenti sociali (nessuna riduzione anzi incremento del fondo nazionale per le politiche sociali e nessun taglio ai trasferimenti per gli enti locali); politiche fiscali (deducibilità delle spese sociali sostenute dalle famiglie e detassazione delle donazioni a favore delle Onlus); Politiche internazionali (no ai tagli dei fondi per la cooperazione allo sviluppo ma anzi loro incremento); Leggi: accelerare l’iter della Legge sull’impresa sociale, riforma della Legge 266 (volontariato) e della Legge 49/87 (cooperazione allo sviluppo).

Patriarca e Rasimelli hanno infine suggerito che le forze politiche dell’Ulivo istituiscano un tavolo di confronto permanente in vista della Finanziaria per individuare le priorità strategiche affinché i temi e le piattaforme del Forum diventino per l’opposizione materia di dibattito e di approfondimento e – laddove possibile – di convergenza programmatica.

Patriarca e Rasimelli hanno infine ribadito la ferma volontà del Forum Permanente del Terzo Settore di mobilitarsi nel caso in cui la Finanziaria 2004 dovesse contenere riduzioni e tagli alle politiche di Welfare nazionali con inevitabili ripercussioni a livello locale.