LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE SULLE FONDAZIONI DI ORGINE BANCARIA: UNA VITTORIA PER LA SOCIETA’ CIVILE ORGANIZZATA

Con la sentenza n. 301 emessa oggi la Corte Costituzionale ha sostanzialmente accolto i ricorsi che il Forum Permanente del Terzo Settore aveva fatto nei confronti della Legge Finanziaria 2002 che, all’art 11, aveva apportato modifiche alla disciplina delle fondazioni di origine bancaria. In particolare, sulla composizione degli organi di indirizzo la Corte Costituzionale ha riconosciuto fondata la questione dell’illegittimità nella parte che riservava “ai soli enti territoriali” “la prevalenza di tale composizione. Gli organi di indirizzo – ha ribadito la Corte Costituzionale – devono ricomprendere anche quelle diverse realtà locali, pubbliche e private, radicate sul territorio ed espressive, per tradizione storica, connessa anche all’origine delle singole fondazioni, di interessi meritevoli di esservi “rappresentati”“.

Una sentenza importante e attesa – commenta con soddisfazione Edoardo Patriarca portavoce del Forum Permanente del Terzo settore – che ribadisce la natura privata delle fondazioni e la loro forte caratteristica di organizzazioni espressione di quella società civile che oggi, dopo la riforma del Titolo V della nostra Costituzione, merita più attenzione e rispetto dalle forze politiche e dalle Istituzioni tutte“.

Comunicato stampa 39/03
Roma, 29 Settembre 2003