Disegno di legge di modifica di 54 articoli della Costituzione: il Consiglio Nazionale del Forum del Terzo Settore chiede una moratoria

Il Consiglio Nazionale del Forum del Terzo Settore oggi riunito ha espresso la propria preoccupazione per il metodo e per il merito della discussione che si sta svolgendo in queste ore al Senato sul disegno di legge di modifica di 54 articoli della Costituzione. Una proposta da molti costituzionalisti ritenuta contraddittoria e controproducente.
Nel testo risultano essere carenti alcuni di quei principi chiave come Partecipazione e Sussidiarietà, Universalismo dei Diritti e Pratica dei doveri sociali, Principi di Garanzia e Autonomia e Imparzialità delle Istituzioni, per noi essenziali per ridisegnare e riformare la carta costituzionale.
Il Consiglio Nazionale del Forum del Terzo Settore chiede a tutti i senatori di soprassedere sul progetto di riforma costituzionale per aprire un confronto serio non solo all’interno del Parlamento ma con tutte le organizzazioni della società civile. Tutto ciò deve rimanere all’interno di quello spirito costituzionale che ha informato il dibattito politico nei decenni scorsi.
Da ricordare che il Forum del Terzo Settore nel corso dell’audizione presso la competente commissione ha già consegnato un proprio testo di osservazioni in merito. Chiede quindi una moratoria, dichiarandosi disponibile sin da ora al confronto.

Roma, 15 marzo 2005
com stampa 13/05