“DALLA SOLIDARIETA’ ALLA RESPONSABILITA’”

“Gratuità e dono, solidarietà e giustizia, democrazia e partecipazione: un nuovo glossario per una cittadinanza impegnata” questo il tema del primo focus, conclusosi poco fa, del Seminario di Studi promosso dal Forum Permanente del Terzo Settore.
Sollecitati da alcuni spunti di riflessione “lanciati” da Don Virginio Colmegna, Presidente della Fondazione Casa della Carità “La cittadinanza è incompiuta se non vive il tema della responsabilità verso gli altri, costitutivo del nostro essere uomini e donne del nostro tempo e all’altezza delle sfide che esso richiede. Dobbiamo rovesciare l’agenda delle priorità: la povertà non è solo economica ma è anche povertà relazionale. Porre le povertà al centro delle politiche odierne significa creare un’espansione di cittadinanza, un’assunzione di responsabilità, una produzione politica e di politica. Il tema della gratuità e del disinteresse si espandono oggi oltre il volontariato, così come la dimensione della politica va oltre il mestiere del politico. Valoriale. Polis. Disinteresse”. E ancora: “Non perdiamo il nostro passato. Non sciupiamolo. Rendiamo il nostro patrimonio valoriale e operativo una risorsa economica e culturale” i portavoce Edoardo Patriarca e Giampiero Rasimelli, presidenti ed esponenti delle associazioni aderenti al Forum e dei Forum regionali hanno formulato opinioni, esperienze ed anche autocritiche, in una sorta di propositivo brainstorming.
Il tema forte che è emerso è quello di una nuova chiamata alla responsabilità, parola chiave, insieme a gratuità e disinteresse di una svolta culturale che spetta al terzo settore.
Il concetto di responsabilità va ad aggiornare, adeguandolo ai tempi attuali, il valore della solidarietà che è stato vissuto e testimoniato in un contesto di forte comunità, oggi forse difficile da trovare e realizzare. Parlare di senso di responsabilità appare più connaturato all’era di frammentazione sociale in cui viviamo.

L’ipotesi operativa su cui si è insieme convenuto di lavorare è la creazione di un evento, di una mobilitazione forte di partecipazione affinché i valori e le esperienze realizzate in questi decenni dal terzo settore non vengano scippate da alcuno ma, in funzione di quest’autonomia sociale acquistata sul campo, possano condizionare l’agenda di una politica che oggi è decisamente disattenta alle tematiche legate alla socialità, alle responsabilità, alle relazioni.

Il seminario prosegue, oggi pomeriggio con Stefano Zamagni e Carlo Borgomeo sui temi dell’economia nel nostro Paese e il ruolo di un Terzo settore imprenditoriale; domani mattina Municipalismo e municipi: leggere la storia per accettare le sfide future con Oriano Giovannelli e Gianni Saonara; domani pomeriggio Una nuova stagione di democrazia: le reti, le rappresentanze, le istituzioni della società civile con Mauro Magatti e Alessandro Montebugnoli.

Assisi, 23 giugno 2005
comunicato stampa 29/05