SICILIA: POSSIBILE ISCRIVERE AL REGISTRO DEL VOLONTARIATO ANCHE CONSORZI “MISTI”

Con una delibera del 17 gennaio, l’Assemblea regionale siciliana ha approvato un articolo di legge che modifica l’accesso al registro regionale del volontariato.

Secondo tale norma è possibile l’iscrizione anche a consorzi composti per il 70% da volontariato e per il resto di altri soggetti anche profit.

Tali consorzi usufruirebbero quindi delle stesse facilitazioni (sgravi fiscali, finanziamenti pubblici) previste per le organizzazioni di volontariato, con la differenza che quest’ultimo agisce in assoluta gratuità.

Si attende ora un nuovo parere del Commissario dello Stato per la Regione Siciliana, che già si era espresso in maniera contraria.

Edoardo Patriarca portavoce del Forum del Terzo Settore afferma: “La norma approvata deve essere eliminata. E’in contrasto con la normativa fiscale nazionale in materia di volontariato e non profit ed è contraria nella sostanza al dettato della legge 266/91. Il rischio più forte è che possa essere una sorta di “apripista”per altre regioni, che si potrebbero sentire autorizzate a modificare a loro piacimento leggi nazionali”.

comunicato stampa 01/06
Roma, 27 gennaio 2006