Maria Guidotti e Vilma Mazzocco


Vilma Mazzocco
 
Maria Guidotti
 
Curriculum
Conseguita la laurea in psicologia a La Sapienza con il massimo dei voti Vilma Mazzocco prende a occuparsi di cooperazione sociale nel 1986 già prima che fosse varata la legge 381/1991. Contribuisce alla nascita di alcune tra le prime cooperative sociali e alcuni dei principali Consorzi. Nel 2000 è presidente di Confcooperative Basilicata, ma già dal 1992 è vicepresidente di Federsolidarietà – Confcooperative. Lo sarà per dieci anni fino al 2003 anno in cui ne assume la presidenza. Consigliere della Camera di Commercio di Potenza, quale rappresentante del mondo della cooperazione è da giugno 2003 membro del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Industriale di Potenza. Ricopre diversi importanti incarichi in strutture del sistema Confcooperative, anche in Europa.   Nata ad Ascoli Piceno il 2 marzo del 1956, ha alle spalle una ricca e lunga esperienza di attività e dirigenza sindacale, a livello regionale e nazionale. Ha lavorato a lungo presso la Camera del Lavoro di Ascoli Piceno. Nel 1989 ha ricoperto un importante incarico nel Dipartimento Previdenza del Sindacato Pensionati della CGIL. Nel Giugno 1990 è entrata a far parte della Segreteria Nazionale dello stesso SPI/CGIL in qualità di responsabile del Settore Sanità, per seguire successivamente le politiche sociali e la progettazione sociale. Ricopre la carica di Presidente Nazionale dell’Auser dal 12 maggio del 1999 ed è la prima donna ad essere eletta presidente nazionale dell’Associazione. Dal 22 maggio 2001 è uno dei 5 membri designati dall’Osservatorio Nazionale del Volontariato presso il CNEL in rappresentanza delle associazioni di volontariato.
 
Tempo libero
mi dedico al giardinaggio   adoro viaggiare
 
Materia scolastica preferita
matematica   storia
Un libro
non ne ho uno, ho un atteggiamento “bulimico” nei confronti dei libri, mi piacciono molto i classici, da Verga a Pirandello, a Kafka.   “Il ponte sulla Drina” di Ivo Andric
 
Sto leggendo
“La differenza cristiana” di Enzo Bianchi   “Il cretino in sintesi” di Fruttero Lucentini
 
Un film
mi piacciono i gialli di Hitchcock e i film storici impegnati, ma guardo volentieri anche i cartoni animati   “Dersu Uzala – il piccolo uomo delle grandi pianure”, un film del 1975 di Akira Kurosawa, uno splendido poema epico sulla sintonia dell’uomo con la natura. Anche a me piacciono molto i cartoni animati, specie la mattina a colazione.