Presidente Napolitano incontra i vertici della

“Questa Fondazione è il segnale di un privato sociale che non sfugge le responsabilità e, soprattutto, non delega interamente allo Stato la soluzione della questione meridionale, verso la quale da sempre il presidente Napolitano mostra grande sensibilità ed attenzione.
Siamo profondamente grati al Presidente della Repubblica di aver dato un segnale importante del Suo apprezzamento a questa iniziativa accogliendoci al Quirinale agli esordi del nostro operare. Il Mezzogiorno non è una realtà statica e immutabile; profondi processi evolutivi in ambito sociale, culturale ed economico l’attraversano continuamente.
La Fondazione per il Sud aspira a intercettare questi flussi e, con l’opportuna selezione, a incanalarli per renderli forza motrice di uno sviluppo che parta dalle sue radici: dalla dotazione sociale del territorio”. Creata con capitali interamente privati, la Fondazione per il Sud si propone di promuovere e potenziare le strutture immateriali per lo sviluppo sociale, civile ed economico del territorio, sostenendo la crescita di capitale umano orientato a una partecipazione attiva al welfare di comunità, e di favorire la cultura della donazione. I suoi interventi non saranno sostitutivi dell’intervento pubblico, bensì saranno sempre sviluppati nella logica della sussidiarietà. Essa sarà anche motore per la creazione di una rete di nuovi soggetti, come le fondazioni di comunità, specializzati nella raccolta e nell’impiego di donazioni, private e pubbliche, per finalità di interesse collettivo legate a singoli e ben definiti territori.