FORUM DEL TERZO SETTORE SOTTO ATTACCO?

Recenti articoli di stampa hanno gettato forte discredito sul Forum del Terzo Settore, fornendo l’immagine di un gruppo dilaniato da conflitti, che nascerebbero in relazione al rapporto con la politica, ed incapace di trovare soluzioni condivise. Spiace vedere che a così tante inesattezze e sciocchezze venga data dignità di stampa.

Nella sua storia il Forum del Terzo Settore – in quanto rappresentante delle istanze proprie di questo mondo e in quanto parte sociale – ha sempre mostrato “terzietà”, operando nell’interesse del bene comune.

Oggi quindi il Coordinamento del Forum del Terzo Settore non paventa alcun timore di collateralismi politici.

I membri del Coordinamento (*) sono altresì convinti che l’attuale difficile situazione del Paese sul piano economico e sociale, nonché la forte crisi culturale che attraversa la società italiana, pongano anche i soggetti del terzo settore di fronte a nuove e più grandi responsabilità e all’esigenza di una fase evolutiva nella propria iniziativa unitaria.
Con tale obiettivo il Coordinamento ha deciso – nell’ultima riunione prima della pausa estiva – di accelerare il processo, già avviato, di ridefinizione della mission e del modello organizzativo.
L’orientamento strategico, condiviso da tutte le associazioni del Forum del Terzo Settore, è quello di affrontare con rinnovato impegno tali sfide, consolidando il principio della piena autonomia della struttura e valorizzando un modello di rappresentanza che trova ragione e legittimazione nel ruolo sociale che le diverse organizzazioni svolgono nel territorio.

(*) Il Comitato di Coordinamento del Forum del Terzo Settore è composto da: Maria Guidotti, Vilma Mazzocco, Ezio Barbieri, Paolo Beni, Fausto Casini, Antonio Di Matteo, Francesco Florenzano, Filippo Fossati, Gianfranco Gambelli, Alessandro Geria, Gian Paolo Gualaccini, Maurizio Gubbiotti, Sergio Marelli, Paola Menetti, Andrea Olivero, Benito Perli

com. stampa 24/08
Paola Scarsi
ufficio stampa