ANDREA OLIVERO PORTAVOCE UNICO DEL FORUM DEL TERZO SETTORE

Andrea Olivero è Portavoce Unico del Forum del Terzo Settore.

  Lo ha eletto l’Assemblea nazionale del Forum del Terzo Settore riunita oggi a Roma al termine del mandato che ha visto come portavoce Maria Guidotti e Vilma Mazzocco.  

Andrea Olivero è stato Membro del Coordinamento nazionale del Forum del terzo Settore dal 2006, lo stesso anno in cui divenne Presidente nazionale delle Acli. Con la scelta del Portavoce Unico il Forum del Terzo Settore vuol dare un forte segnale di coesione, proprio nel momento in cui la società appare sempre più frammentata e fragile.  

Si apre una nuova ed originale fase del suo progetto, iniziato undici anni fa per esprimere la soggettività politica e l’autonomia di un terzo settore che si proponeva come parte integrante del “sistema Paese”.  

Da subito il Forum del Terzo Settore si è posto come soggetto unitario di rappresentanza: ha avuto una crescita costante nel numero di adesioni e nell’insediamento territoriale e si è accreditato come parte sociale e come interlocutore di Governo, sindacati, Enti Locali.   

Ma in questi undici anni molto è mutato: l’attuale crisi – senza precedenti – e le aumentate difficoltà nel rapporto tra cittadini e istituzioni hanno reso necessaria la ridefinizione della mission e del modello organizzativo del Forum stesso.  

Si è avviato così un percorso partecipato che ha portato ad una riorganizzazione profonda della struttura ad ogni suo livello, con una migliore attribuzione di competenze ed impegni nell’ottica di una più veloce ed adeguata risposta alle nuove sfide poste in essere dalla mutata situazione sociale, culturale ed economica del nostro Paese.  

“Oggi – afferma Olivero – possiamo con orgoglio rileggere il percorso fatto, per affrontare le nuove sfide con la passione di sempre e un rinnovato slancio. Siamo in una nuova fase, evolutiva, della nostra iniziativa unitaria, che nasce anche grazie prezioso lavoro delle portavoce che mi hanno preceduto. Il Forum del Terzo Settore è parte sociale riconosciuta: un ruolo che rivendichiamo con forza, in virtù del quale intendiamo dare voce a chi non ce l’ha, a quella parte del Paese che il Ministro Sacconi ha definito “povertà assoluta, nemmeno individuata perché nascosta dalla mancanza di rappresentanza”.  

Roma, 11 dicembre 2008
com. stampa 26/08
Paola Scarsi
ufficio stampa