FIDUCIA SUL DDL SICUREZZA: UNA SCELTA ERRATA

La scelta del Governo di porre la fiducia sul DdL Sicurezza non può che preoccupare le organizzazioni che compongono il Terzo Settore e che hanno a cura la coesione sociale”, dichiara il portavoce ­­del Forum del Terzo Settore Andrea Olivero.

E’infatti evidenteprosegue Oliveroche la mancanza di spazio di discussione in Parlamento su un tema che riguarda i diritti civili – e in specie pone in gioco i fondamentali valori dell’integrazione sociale degli immigrati – è un errore che, se non corretto, potrebbe costare caro a tutto il Paese”.

L’inserimento del reato di immigrazione clandestina, l’allungamento dei tempi di permanenza nei CIE, unitamente alle diverse restrizioni nell’ambito dei ricongiungimenti familiari, modificano radicalmente l’approccio che il nostro Paese sino ad oggi ha avuto nei confronti dell’immigrazione”.

Compiere questa scelta con un voto di fiducia indica che non solo non si ha attenzione al contributo delle opposizioni ma neppure verso la propria stessa maggioranza”.

Come portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore non posso che sperare che il Ministro Maroni, il quale in altre occasioni ha dato segno di un approccio non ideologico e costruttivo ai più diversi problemi, ritorni sui suoi passi – sia nel metodo che nel merito – in vista del prossimo passaggio parlamentare della normativa”.

La sicurezza conclude Oliveroè un valore fondamentale per tutti, così come l’integrazione: e proprio su questi valori che si dovrebbero unire tutte le forze e che dovrebbe basarsi un progetto per il bene comune”.

comunicato stampa 17/09
Roma, 8 maggio 2009
Paola Scarsi
ufficio stampa e comunicazione