ASSEMBLEA DEL VOLONTARIATO ITALIANO

Presentata nel corso di una conferenza stampa l’Assemblea del Volontariato convocata a Roma per i prossimi 4 e 5 dicembre, in occasione della Giornata internazionale del Volontariato e in vista dell’Anno Europeo del Volontariato.
I lavori assembleari saranno preceduti dall’incontro di una folta rappresentanza di esponenti di associazioni di volontariato e di terzo settore con il Presidente della Repubblica, fissato al Quirinale per le 11 di venerdì 4 dicembre.
Un appuntamento di particolare rilievo, cui prenderanno parte anche i Ministri Sacconi e Maroni.

Quest’assemblea è un’occasione importante di riflessione e approfondimento alla quale più di 600 di associazioni attese sono chiamate a dare il loro contributo”. Così hanno affermato i promotori dell’iniziativa Andrea Olivero, portavoce del Forum del Terzo Settore, Fausto Casini, coordinatore della Consulta del Volontariato, Emma Cavallaro, presidente della ConVol e Marco Granelli, presidente di CSVnet.

Con essa si apre la stagione costituente del Terzo Settore e del Volontariato Italiano, quella indicata dal Ministro Sacconi nel Libro Bianco. Una sfida che accettiamo e di cui vogliamo essere protagonisti” .
“Chiederemo alle Istituzioni un impegno formale per il riconoscimento della nostra identità e il rispetto delle attività svolte per un riconoscimento culturale dei valori sociali e del bene comune “.
“Siamo rappresentanti di realtà che hanno una lunga storia di fatti ed esperienze, che hanno anticipato il loro riconoscimento normativo. Non vogliamo essere valutati solo per la nostra capacità di fare ma dobbiamo diventare soggetti in grado di esprimersi autonomamente “.
“Il Volontariato è stato autore di cambiamento e deve tornare ad esserlo soprattutto nel contesto dell’attuale crisi socio economica e culturale”.
“E’ necessario continuare a garantire aiuti concreti alle associazioni ed è importante pertanto che strutture come i CSV, grazie alla legge 266/91, continuino ad operare per promuovere e sostenere le attività del volontariato” .
“La capacità di collaborare e di ‘fare rete’ è fondamentale per lo sviluppo del Volontariato e del Terzo Settore, come ha mostrato l’esperienza che ha portato alla recente elaborazione del “Manifesto del Volontariato Italiano per l’Europa”: è stato un processo partecipativo che ha coinvolto centinaia di realtà associative italiane ed europee”.
“Quest’Assemblea
– hanno concluso i promotori – si colloca nel percorso attuato dal Forum del Terzo Settore per l’elaborazione del Libro Bianco: l’obiettivo è quello di giungere l’anno prossimo a proposte concrete che vadano a toccare tutte le problematiche del terzo settore italiano”.