“LE SFIDE DELL’ITALIA CHE INVESTE SUL FUTURO” – LIBRO VERDE DEL TERZO SETTORE

Convegno di Presentazione
VEDI PROGRAMMA ALLEGATO
 

Giovedi 13 maggio ore 10.00
Camera dei Deputati, Sala delle Colonne, via Poli 19 – Roma
IMPORTANTE: Per accedere alla Sala delle Colonne è necessario, esclusivamente per i giornalisti, accreditarsi presso l’Ufficio Stampa della Camera al numero di fax 06/6783082. E’ obbligatorio indossare la giacca.

“LE SFIDE DELL’ITALIA CHE INVESTE SUL FUTURO – LIBRO VERDE DEL TERZO SETTORE” cosi come annunciato durante il Convegno al Cnel del 16 luglio 2009 si concretizza l’impegno preso dal portavoce del Forum del Terzo Settore Andrea Olivero. “Il Libro Verde – disse – sarà lo strumento attraverso cui intendiamo cogliere le sollecitazioni provenienti dal Libro Bianco per una nuova stagione costituente. Il nostro è un patrimonio ricchissimo, articolato e complesso, che a volte rimane parzialmente inespresso e di cui spesso non viene colto l’effettivo valore: effettueremo la ricognizione delle potenzialità e delle problematiche per pensare poi insieme ad un nuovo modello di Terzo Settore”.
Frutto di un lavoro collegiale partito dal Coordinamento del Forum del Terzo Settore ed esteso al suo Consiglio Nazionale, il testo fornisce primi spunti di riflessione su temi portanti quali lavoro, sicurezza, economia, famiglia, rappresentanza, welfare.

“Intendiamo offrire il Libro Verde quale contributo al lavoro avviato sulle riforme – aggiunge Olivero Siamo convinti che per prime debbano essere realizzate quelle sociali, legate ai bisogni concreti dei cittadini a partire da un welfare solidale e comunitario. Un altro tema per noi prioritario è il lavoro, che deve divenire sempre più partecipato a partire dalla nostra esperienza: insieme potremo studiarne nuove forme e con esse nuova occupazione. Agiremo inoltre per una nuova stagione di diritti culturali che coinvolta tutto il Paese, a partire dalle generazioni più giovani”.

Su questi temi si confronteranno i numerosi ospiti (INDICATI NEL PROGRAMMA ALLEGATO), dando l’avvio a un dibattito allargato nel quale verranno coinvolte tutte le Organizzazioni di Terzo Settore, non solo quelle aderenti al Forum del Terzo Settore, le parti sociali, le Organizzazioni religiose ed ecclesiali, le Università, i centri di studio e ricerca, le Istituzioni ed il sistema delle autonomie locali.
“Al termine di questo percorso – sottolinea Olivero intendiamo giungere alla definizione delle nuove strategie del Terzo Settore per renderlo più capace, più efficace e più efficiente per rappresentare al meglio i nostri concittadini”.
Comunicato stampa 11/10
Roma, 10 maggio 2010
Paola Scarsi
ufficio stampa e comunicazione