innovazione sociale: UN BANDO PER SELEZIONARE LE MIGLIORI IDEE

 
COMUNICATO STAMPA
 
Un bando internazionale di
UniCredit Foundation ed Euclid Network
per selezionare le migliori idee a sostegno dell’innovazione sociale a Napoli
 
 
Milano, Luglio 2011 – UniCredit Foundation, in collaborazione con la rete europea dei leader della società civile Euclid Network econ Project Ahead, lancia il bando di concorso internazionale “Innovazione sociale per Napoli” rivolto a innovatori sociali di tutta Europa e che vuole offrire soluzioni innovative a sei problematiche della città di Napoli. 
Le proposte dovranno pervenire entro il prossimo 10 Agosto (qui)
 
Le sei sfide sono:
1) un bene confiscato alla camorra da trasformare in impresa sociale che possa produrre benefici economici e sociali per la comunità locale – insieme a Libera;
2) un sito archeologico da aprire al pubblico e avviare con una gestione sostenibile – insieme a GAN, Gruppo Archeologico Napoletano;
3) lo sviluppo di un nuovo modello gestionale per un’organizzazione di volontariato attiva in situazioni di estrema povertà – insieme a Associazione Gioco, Immagini e Parole;
4) l’iniziativa di reinserimento scolastico di minori che hanno abbandonato la scuola – insieme a Maestri di Strada.
5) l’inclusione sociale della popolazione rom di Scampia – insieme a Caritas Napoli;
6) il progetto di una metodologia innovativa di recupero di beni inutilizzati e di rifiuti – insieme a Ambiente Solidale;
           
Per ciascuno di questi campi d’intervento una giuria internazionale sceglierà un vincitore, che riceverà un contributo di € 10.000 da UniCredit Foundation, e che, insieme all’associazione tutor della sfida, trasformerà l’idea in un progetto concreto e sostenibile attraverso la stesura di un business plan.
La seconda fase dell’iniziativa consisterà poi nella valutazione e nell’eventuale implementazione dei progetti più validi
 
 
 “Il concetto di innovazione sociale – spiega Maurizio Carrara, Presidente di UniCredit Foundation – si basa sulla volontà di affermare la capacità di organizzazioni non profit e di imprenditori sociali nell’individuare nuove modalità per risolvere quelle problematiche sociali su cui sia il settore pubblico, sia il settore privato hanno difficoltà a intervenire. Con questa iniziativa vorremmo aiutare Napoli a diventare un simbolo della validità e del successo dell’innovazione sociale, attraverso alcune delle leve che possono determinare cambiamenti duraturi e positivi nelle relazioni sociali e nel comportamento delle persone: impegno civico, azione fondata su valori etici, coinvolgimento di tutti gli stakeholder del territorio, uso delle reti, nuove tecnologie, cultura imprenditoriale e assunzione di rischio”.
UniCredit sente la responsabilità sociale di lavorare e investire per la crescita delle Comunità Locali in cui opera – dichiara Felice Delle Femine , Responsabile del Territorio Sud di UniCredit –  Napoli rappresenta per noi un punto di snodo per la crescita economica e sociale non solo della Campania ma dell’intero Mezzogiorno. Oltre all’impegno nell’ innovazione tecnologica, la Banca  – insieme a UniCredit Foundation – ha deciso di porre attenzione sulle iniziative che aiutano a risolvere i pressanti problemi socio-ambientali che attanagliano la città. Attraverso queste sei sfide UniCredit ha l’obiettivo di  riscoprire il valore non solo etico ma anche sociale ed economico delle attività a supporto delle comunità e di contribuire a  realizzare un’ interazione efficace tra la società civile, il mondo imprenditoriale e le realtà pubbliche. Solo attraverso la collaborazione tra queste diverse componenti della società si troveranno le soluzioni veramente sostenibili per la crescita e lo sviluppo del Territorio”.
“Non riesco a immaginare un luogo migliore di Napoli per testare l’innovazione sociale. Ce lo ricordano tutti i giorni i giornali. Sono grato alla città e ai suoi abitanti per questa opportunità. Sono convinto che una nuova visione della società possa iniziare proprio da qui, dove le vecchie soluzioni da anni hanno dimostrato di non funzionare. I napoletani non hanno avuto bisogno di una crisi internazionale per accorgersene. Proprio per questo a Napoli le persone sono già pronte ad esplorare nuove vie di sviluppo e conto sulla loro notoria generosità perchè i risultati della nostra sperimentazione a Napoli siano condivisi con il resto dell’Europa” dichiara Sir Stephen Bubb, Segretario Generale, Euclid Network
 
“Napoli è una città che fu capitale del 3° Stato più industrializzato del mondo nel 1856 e che oggi fatica a tenere il passo delle regioni più povere d’Europa. E’ una città che ha avuto la prima cattedra universitaria di economia in Italia nel 1754 e la seconda Borsa valori continentale e che oggi ha un bilancio pubblico sull’orlo del collasso finanziario. Parliamo anche di una città che è stata leader delle innovazioni tecnologiche nel 18° secolo per divenire oggi il peggiore esempio di deindustrializzazione in Europa. Ma soprattutto di una città che ha avuto oltre due secoli fa un “Albergo dei poveri” per ospitare i senza tetto, degli strumenti di credito tra i più avanzati nei suoi banchi pubblici per assistere le famiglie ed un’organizzazione casa-lavoro unica come quella delle Seterie borboniche. Una città quindi che, senza saperlo, ha sempre fatto innovazione sociale e che può tornare a farla per affrontare i tanti problemi che i poteri tradizionali non sono riusciti a risolvere”, dichiara Marco Traversi, Amministratore Unico di Project Ahead soc. coop.
 
UniCredit Foundation
 
UniCredit Foundation è la fondazione d’impresa costituita nel 2003 al fine di contribuire allo sviluppo della solidarietà e della filantropia nelle comunità e nei territori in cui opera, prioritariamente nelle aree geografiche in cui è presente UniCredit (22 Paesi, tra Europa e centro Asia). Attraverso il trasferimento di risorse economiche e di competenze gestionali tipiche dell’impresa, UniCredit Foundation sostiene progetti significativi per impatto sociale e innovazione, realizzati da organizzazioni non profit locali.
 
 
Euclid Network
 
Euclid Network vuole rafforzare la società civile mettendo in relazione i suoi operatori attraverso tutte le barriere e confini, in Europa e oltre, facilitando lo scambio di conoscenze e le partnership. La rete e’un punto di incontro per tutti i professionisti del settore: tanto gli operatori delle classiche associazioni di volontariato quanto gli imprenditori sociali.
Con una base di oltre 300 membri in più di 30 paesi e oltre 3000 contatti nel mondo, Euclid Network vanta una straordinaria esperienza e un grande successo ne promuovere la sostenibilità finanziaria e l’innovazione nel settore e nel facilitare la partnership con i governi nazionali e le organizzazioni internazionali, soprattutto con l’Unione Europea.
www.euclidnetwork.eu 
 
 
Project Ahead soc. coop.
 
Prohect Ahead è una cooperativa nata nel 2001, con sede a Napoli, che fornisce consulenza ad Enti ed Organizzazioni nazionali ed internazionali nella ideazione, preparazione e gestione di progetti complessi ed opera a supporto del terzo settore, del volontariato, delle imprese -in particolare cooperative- e delle istituzioni pubbliche, attraverso l’offerta di servizi specialistici finalizzati ad accrescere l’efficacia e l’efficienza delle azioni di sviluppo legate principalmente all’utilizzo dei fondi Strutturali Europei ed ai Programmi Comunitari in particolare nell’area delle politiche giovanili e sociali, nello sviluppo, nella cooperazione internazionale e nell’innovazione sociale. 
www.pja2001.eu
 
 
Per informazioni:
 
 
Contatti:
 
UniCredit Foundation
Bojana Jovanovic – Luca Mantoan – 
Tel. +39 02 8862 0085
 
Sergio Vicario (Mob. +39 348 98 95170) svicario@metafora-mi.it
Kibra Sebhat (Mob. +39 348 98 95 170) ksebhat@metafora-mi.it – Metafora (Tel. +39 02 710 400 91)