XI EDIZIONE DELLE GIORNATE DI BERTINORO 2011

14 e 15 ottobre 2011
LE GIORNATE DI BERTINORO
PER L’ECONOMIA CIVILE
XI EDIZIONE

Quest’anno il tema dell’importante incontro è il Federalismo fiscale e disuguaglianze territoriali: il ruolo dell’Economia Civile

La legge delega sul Federalismo fiscale (l. n. 49/2009) assume una notevole rilevanza per ciò che riguarda il settore non profit. L’art. 2 della legge, infatti, contiene un’esplicita valorizzazione del principio di sussidiarietà orizzontale (peraltro già espresso dagli art. 118 e 119 della Costituzione).

Il successo della riforma, quindi, implica per le Regioni e gli Enti Locali una corresponsabilità a livello di attuazione del Federalismo fiscale, che consiste anche nella possibilità di sviluppare politiche mirate a valorizzare le specificità produttive e sociali del territorio di riferimento. Questo si traduce a sua volta in un’opportunità per i soggetti dell’Economia Civile di aumentare il proprio spazio d’azione, attraverso il consolidamento della tendenza dei modelli regionali di welfare a strutturarsi su una diffusa applicazione del principio di sussidiarietà orizzontale (ad esempio, attraverso il riconoscimento della detrazione dai tributi regionali di bonus e voucher per anziani, scuola, disabili, ecc.).
I soggetti dell’Economia Civile, infatti, hanno assunto – ed, auspicabilmente, continueranno ad assumere – un ruolo sempre più rilevante nelle politiche sociali e nelle questioni economiche, alimentando al contempo il livello di capitale sociale e civile del territorio e, di conseguenza, la coesione sociale al suo interno. Per tale ragione, quindi, necessitano di essere sostenuti dalla Pubblica Amministrazione (ai vari livelli) anche da un punto di vista fiscale. Il ruolo dell’Economia Civile e delle istituzioni che la compongono è andato alimentandosi in particolar modo alla luce dei cambiamenti in atto nella società contemporanea: in particolare, la transizione da un modello di welfare state ormai obsoleto ad un welfare civile ha messo in luce bisogni sociali nuovi, fortemente legati all’emergere di nuove povertà e situazioni di disuguaglianza all’interno della società.

È proprio in questi spazi che i soggetti dell’Economia Civile, potenzialmente favoriti da un Federalismo fiscale condiviso, possono ristrutturarsi internamente e dentro il proprio settore, per affrontare, in maniera adeguata la domanda di nuovi bisogni sociali, sempre più stringente e sempre più differenziata al suo interno.
 

Maggiori informazioni:
http://www.legiornatedibertinoro.it/news.cfm?id=88

 
 
| IL TEMA |
 
Nei prossimi mesi il Terzo Settore Italiano vivrà delle tappe importanti, per i cambiamenti che lo aspettano. Da un lato i cambiamenti fiscali ed economici a partire dalla legge delega sul Federalismo fiscale (l. n. 49/2009) che assume una notevole rilevanza per ciò che riguarda il settore non profit, dall’altro i cambiamenti sociali che hanno alimentato il problema delle disuguaglianze in Italia e che le organizzazioni della società civile devono essere in grado di affrontare.
Questa edizione si svolge, quindi, in un momento decisivo per il Non Profit in Italia: come cambierà il ruolo del Terzo Settore e quali ulteriori spazi d’azione si prospetteranno in futuro? Sarà l’inizio di una nuova stagione del welfare italiano?
Come spiega Stefano Zamagni: l’impatto che avrà il Federalismo Fiscale sulla società e come cambierà il ruolo del Terzo Settore; la funzione dell’Economia Civile nella comunità e nella gestione dei beni pubblici; ed, infine, come le organizzazioni della società civile possano contribuire a potenziare gli asset di ‘capitale civile’ al fine di garantire più equità e benessere riducendo così le disuguaglianze territoriali.”, Presidente dell’Agenzia per il Terzo Settore e della Commissione Scientifica di AICCON, “A Bertinoro la discussione ed il dibattito verterà su tre temi principali
 
| IL PROGRAMMA |
 
Le Giornate di Bertinoro 2011 si preparano quindi ad un ricco dibattito a partire da venerdì 14 ottobre 2011, si confronteranno sulle prospettive della riforma sul Federalismo Fiscale: Stefano Zamagni, Presidente Agenzia per il Terzo Settore; Luca Antonini, Presidente Commissione Paritetica per l’attuazione del Federalismo Fiscale e Pier Paolo Donati, Direttore Scientifico Osservatorio Nazionale sulla Famiglia. Alla fine della sessione di apertura, Enrico Giovannini, Presidente dell’ISTAT, anticiperà i temi e gli obiettivi del Secondo Censimento delle istituzioni non profit in Italia.
 
Venerdì 14 ottobre, durante la sessione pomeridiana dedicata ai beni pubblici si svolgeranno due sessioni parallele. La prima “Commons e sviluppo economico: il ruolo della Cooperazione e dell’Impresa Sociale”, coordinata da Flaviano Zandonai di Iris Network,vedrà la partecipazione di Giuliano Poletti, Presidente Legacoop; Vincenzo Mannino, Segretario Generale Confcooperative; Pier Luigi Sacco, Università IULM Milano ePier Angelo Mori, Università di Firenze. Alla seconda dedicata a “Volontariato e capitale civile”, coordinata da Elio Silva de Il Sole 24 Ore, interverranno Marco Granelli, neo-assessore al Comune di Milano e Presidente CSVnet; Luigino Bruni, Università Bicocca di Milano; Carlo Borgomeo, Presidente Fondazione con il SUD  e Gregorio Arena, Università di Trento e Presidente LABSUS.
 
Infine, l’ultima sessione di sabato 15 ottobre dal titolo “Globalizzazione e disuguaglianze territoriali: il ruolo dell’Economia Civile”, vedrà al centro del dibattito la presentazione dei dati della Banca d’Italia sulla dimensione della disuguaglianza nel nostro Paese e le proposte del Forum del Terzo Settore orientate ad inquadrare il ruolo specifico del terzo settore in questo contesto. Durante la sessione, coordinata da Giuseppe Frangi Direttore del settimanale VITA, interverranno: Chiara Saraceno, sociologa dell’Istituto di scienze sociali di Berlino; Aldo Bonomi, Direttore Consorzio A. A. Ster; Giovanni D’Alessio, Banca d’Italia; *Luca Paolazzi, Direttore Centro Studi Confindustria, Andrea Olivero, Portavoce Forum Nazionale Terzo Settore e Alessandro Messina, Responsabile Ufficio Rapporti con le Imprese e Progetti Speciali di Federcasse.
 

Le Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile sono un’iniziativa rivolta ad un numero limitato di partecipanti, è già possibile effettuare l’iscrizione compilando la scheda di partecipazione sul sito dell’evento.

Come tutti gli anni per lpersone e appartenenti alle organizzazioni aderenti al Forum è possibile usufruire di uno sconto sulla quota di iscrizione.

 
* in attesa di conferma
______________________________________________________________________________