ISTAT – Annuario statistico 2001 – Un cittadino su 10 svolge attività sociali di volontariato

L’ISTAT ha reso noto oggi l’Annuario Statistico 2001
Il testo contiene preziose informazioni su una ampia gamma di ambiti, utili a fornire una fotografia circa lo stato del Paese.
In particolare secondo l’ISTAT un cittadino su diece svolge attività sociali e di volontariato.

Si riporta qui di seguito estratto circa il paragrafo “Le attività sociali e di volontariato” (p. 316)

Nel 2011 la partecipazione in termini di impegno dei cittadini alle attività sociali e di volontariato risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2010. La percentuale di persone di 14 anni e oltre che partecipano a riunioni in associazioni culturali sono il 9,7 per cento, il 3,7 per cento sono quelle che svolgono attività gratuite in associazioni non di volontariato e il 10,0 per cento quelle che svolgono attività gratuite nell’ambito di associazioni di volontariato.

Una forma più indiretta di partecipazione, come il versare soldi a una associazione, interessa il 16,8 per cento delle persone di 14 anni e oltre.
I fenomeni dell’associazionismo e del volontariato coinvolgono maggiormente i residenti nel Nord rispetto a quelli delle altre ripartizioni. Infatti, nel Nord il 12,1 per cento dei cittadini partecipa a riunioni di associazioni culturali, mentre nel Centro e nel Mezzogiorno tale quota scende rispettivamente al 9,0 per cento e al 7,0 per cento. Le attività di volontariato coinvolgono il 13,5 per cento dei cittadini di 14 anni e oltre che vivono al Nord, l’8,0 per cento di coloro che risiedono nel Centro ed il 6,4 per cento di quelli che vivono nel Mezzogiorno.

Per ulteriori info clicca qui