Coop Adriatica – C’entro anch’io,un bando a favore della solidarietà locale

C’entro anch’io, Coop Adriatica promuove la solidarietà locale
Al via il bando “C’entro anch’io” per progetti a favore della coesione sociale, che potranno essere presentati da cooperative sociali e associazioni di volontariato. Le attività verranno selezionate da don Luigi Ciotti e riceveranno un contributo di 5mila euro l’anno. 
Candidature entro il 24 febbraio.
Cercansi progetti che creano e consolidano una rete di solidarietà locale tra cittadinanza, mondo del volontariato e istituzioni, attutendo i fenomeni di marginalità ed esclusione sociale. 

È questo il senso del nuovo bando biennale 2012-13 “C’entro anch’io”, lanciato da Coop Adriatica e rivolto alle associazioni e alle cooperative sociali di Emilia-Romagna, Veneto, Marche e Abruzzo. I 26 progetti che verranno selezionati dovranno anche favorire il dialogo tra culture e generazioni diverse, nonché valorizzare gli spazi pubblici come luogo di incontro, condivisione e conoscenza per tutta la comunità. 

Le attività verranno esaminate da una commissione presieduta da don Luigi Ciotti, fondatore e presidente del gruppo Abele e di Libera, e composta da Flavia Franzoni Prodi, presidente dell’Iress e docente alla facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, Gabriele Giuglietti, responsabile area commerciale di Banca Etica, Stefano D’Orazio, giornalista di “Vita Consulting”, Andrea Olivero, portavoce del Forum del terzo settore, Fabrizio Matteucci, sindaco di Ravenna, Fiorello Gramillano, sindaco di Ancona; per Coop Adriatica ne fanno parte il presidente Adriano Turrini, il vicepresidente Giovanni Monti, il direttore generale alla Gestione Tiziana Primori e il direttore delle Politiche sociali, Marco Gaiba.

Le attività scelte saranno sostenute finanziariamente sia da Coop Adriatica, con uno stanziamento di 130mila euro l’anno, pari a 5mila euro annui per ogni progetto selezionato, sia – a partire dal mese di giugno – dai soci della cooperativa di consumatori, grazie al ristorno sociale, ossia la restituzione di una quota percentuale della spesa effettuata l’anno precedente che può essere attribuita tutta o in parte ai progetti selezionati. 

Banca Etica contribuirà inoltre alla realizzazione delle iniziative selezionate delle associazioni che ne facciano richiesta con un finanziamento a condizioni agevolate da un minimo di 5 mila a un massimo di 20 mila euro. 

Il bando “C’entro anch’io” 2012-13 è disponibile sul sito internet www.adriatica.e-coop.it (informazioni al numero 051 6041137) o può essere richiesto tramite e-mail all’indirizzo centroanchio@adriatica.coop.it); le candidature vanno inviate per posta entro e non oltre venerdì 24 febbraio.


I PROGETTI REALIZZATI NEL 2010-11 CON L’OTTAVA EDIZIONE DI “C’ENTRO ANCH’IO”
In Emilia-Romagna:  Dieci le iniziative scelte, che hanno beneficiato nel biennio di oltre 223 mila euro, di cui 63 mila erogati dai soci Coop di Bologna, Ravenna, Forlì – Cesena, Rimini. Tra i progetti da segnalare a Bologna, “Mai più bambini in carcere” promosso da A.Vo.C (associazione volontari del carcere); nel territorio di Lugo, Faenza e Imola “Un raggio di sole per tutti” dell’associazione multiculturale Iride; nel Ravennate “Lido Adriano dialoga col mondo” della cooperativa sociale Libra ; “Chi si cura di chi cura” presentato dal consorzio Solidarietà sociale di Forlì-Cesena; a Rimini “I funamboli: i giovani della seconda generazione di immigrati” della cooperativa sociale La Madonna della carità. 

In Veneto:
Sei i progetti realizzati grazie a “C’entro anch’io” dalle associazioni che hanno beneficiato di 107 mila euro, di cui 47 mila donati dai soci Coop di Venezia, Padova, Treviso, Rovigo e Belluno. Tra i progetti da segnalare: a Padova “La Città partecipata II” della cooperativa sociale Equality; “A scuola di solidarietà” dell’associazione di volontariato Il Castello per i ragazzi di di Venezia, Mestre e Marghera; “Easy work” dell’associazione italiana persone Down inprovincia diTreviso. 

Nelle Marche: otto le iniziative scelte che hanno usufruito di oltre 57 mila euro di cui 17 mila donati dai soci Coop di Ancona, Pesaro, Macerata, Fermo e Ascoli. Tra i progetti da segnalare: a Senigallia (An) “C’entro anch’io? No, tu no!” dell’associazione Primavera; a Fano (Pu) “La stanza della memoria” realizzato da Auser Filo d’argento; a Tolentino (Mc) “Angeli sociali”  dell’associazione Parsifal.


In Abruzzo:
sono stati realizzati due progetti che hanno ricevuto 22 mila euro di cui 2.100 donati dai soci di Chieti e Pescara. L’associazione On the road ha sviluppato con “Autonomy pass II”a Chieti e Pescara; a Chieti, l’associazione culturale Alfour Planiverse ha realizzato “Benvenuto nella tua classe”.
 
I NUOVI CRITERI DI SELEZIONE
Nella nona edizione di “C’entro anch’io”, ognuno dei 26 Consigli di Zona che rappresentano i soci di Coop Adriatica sul territorio sceglierà due progetti da indicare alla Commissione selezionatrice. Questa fase della valutazione delle iniziative avverrà  per la prima volta con un  sistema di assegnazione di punti elaborato da Coop Adriatica in collaborazione con l’Iress (Istituto regionale emiliano-romagnolo per i servizi sociali e sanitari). I lavori verranno giudicati con un punteggio dato sulla base di sei requisiti fondamentali: innovatività (il progetto deve caratterizzarsi come innovativo rispetto alle aree o ai problemi sui quali interviene); coinvolgimento attivo dei soggetti destinatari; coinvolgimento dei punti vendita (le azioni del progetto devono prevedere il ruolo del negozio nell’organizzazione di eventi per la comunità); coinvolgimento di volontari; partnership effettiva (cioè la partecipazione di almeno un altro soggetto pubblico o privato); budget (presenza di un cofinanziamento) 
 
Per informazioni: Ufficio stampa Coop Adriatica, tel. 051 6041707