WELFARE E TAGLI AGLI ENTI LOCALI: IL FORUM DEL TERZO SETTORE INCONTRA IL SOTTOSEGRETARIO GUERRA

Mercoledì 25 gennaio, alle ore 13.00, una delegazione di componenti il coordinamento nazionale del Forum del Terzo Settore incontra il Sottosegretario del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Maria Cecilia Guerra.

Il tema all’attenzione del Governo è quello della drastica riduzione dei fondi statali destinati agli Enti Locali e al Welfare, prodotti dalle manovre finanziarie del 2011, e i cui effetti sono entrati in vigore dal 1° gennaio 2012, accompagnato dalla forte preoccupazione per la considerevole riduzione dei servizi ai cittadini e le conseguenze drammatiche per il Paese che questi tagli producono.

Altro argomento posto all’attenzione del Governo, le implicazioni legate alla revisione dell’ISEE prevista dall’art. 5 della Manovra Salva-Italia (legge 214/2011) con l’obiettivo di rendere questo strumento, che consente di stabilire l’accesso ad alcune prestazioni sociali agevolate, maggiormente equo. 

– PER IL COMUNICATO STAMPA RELATIVO ALL’INCONTRO CON IL SOTTOSEGRETARIO CLICCA QUI

– PER ASCOLTARE L’INTERVISTA A PAOLA MENETTI, PRESIDENTE DI LEGACOOP SOCIALI E MEMBRO DEL COORDINAMENTO DEL FORUM SUL GIORNALE RADIO SOCIALE  CLICCA QUI

Riportiamo di seguito un articolo pubblicato da REDATTORE SOCIALE 

Il giorno successivo all’incontro con la delegazione del Forum del Terzo Settore il sottosegretario al Welfare, Cecilia Guerra, ha partecipato al convegno “La diffusione dei servizi alla persona nella trasformazione del welfare”, organizzato da Italia Lavoro.

ROMA – “Stiamo pensando a un piano complessivo sulla non autosufficienza, che parta dagli anziani, perché al momento intervenire su questo segmento è più alla portata, dal momento ci sono servizi già esistenti. Quello che abbiamo in mente è un piano basato sulla valutazione del bisogno, ci deve essere cioè una reale presa in carica del cittadino”. Lo ha annunciato il sottosegretario al Welfare Cecilia Guerra, intervenendo questa mattina a Roma al convegno “La diffusione dei servizi alla persona nella trasformazione del welfare”.
 
“Non so se riusciremo a portarlo a termine, ma vogliamo almeno improntarlo. L’obiettivo è rispondere in modo integrato al problema della non autosufficienza degli anziani mettendo a frutto le risorse che già si spendono in questo settore- aggiunge – . Ciascun cittadino sarà valutato e indirizzato ai servizi a seconda del bisogno che ha. In assenza di un sistema ben strutturato si può incorrere infatti anche in ricoveri non appropriati”. Secondo il sottosegretario fondamentale “mettere ordine nella materia” razionalizzando l’uso della spesa pubblica. (ec)
 
Fonte: Redattore Sociale