CONCLUSE LE GIORNATE DI BERTINORO PER L’ECONOMIA CIVILE


COMUNICATO STAMPA DI CHIUSURA

L’occupazione giovanile e femminile nell’Economia Sociale è stato l’ultimo tema di questa edizione

Bertinoro (FC) – 10 novembre 2012

Si è conclusa la XII edizione delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile di AICCON, l’appuntamento annuale che mette a confronto i maggiori esponenti del mondo accademico e dei rappresentanti più autorevoli dell’economia civile in Italia.

Oltre 200 partecipanti provenienti da tutta Italia si sono riuniti a Bertinoro per discutere sulle future sfide del Terzo Settore in Italia e, in particolare, sul tema “CO-OPERARE: Modelli e Proposte per uno Sviluppo Umano Integrale”.

La XII Edizione delle Giornate ha visto durante la prima sessione (9 Novembre 2012) la presentazione di Enrico Giovannini (Presidente ISTAT) dei dati aggiornati relativi al Censimento ISTAT sul non profit: “abbiamo ricevuto 221.000 questionari, di cui 135.000 da parte di organizzazioni non profit. Un dato significativo è relativo al fatto che il 61% delle organizzazioni non profit ha risposto via web.”

Giorgio Gobbi (Banca d’Italia), nel pomeriggio della prima giornata ha presentato i dati sul rapporto tra la Finanza e il Terzo Settore: “La distribuzione del credito al Terzo settore, secondo i dati raccolti in giugno 2012, vede il 14,2% del credito erogato a cooperative sociali, il 21,2% ad Istituzioni ed enti ecclesiastici e religiosi ed il restante 64,6% ad altre istituzioni non profit al servizio delle famiglie”.

“Liberare il lavoro. L’occupazione di giovani e donne nell’Economia Sociale” è stato il tema della sessione conclusiva delle Giornate. Il dibattito è stato incentrato sul contributo e il ruolo del Terzo Settore all’occupazione durante il periodo di crisi.

Al confronto, introdotto da Giuseppe Frangi (Direttore di Vita), sono intervenuti Claudio Gagliardi (Segretario Generale Unioncamere), Carlo Borzaga (Presidente Euricse), Linda Laura Sabbadini (ISTAT – Direttore Dipartimento per le statistiche sociali e ambientali), Chiara Saraceno (Sociologa Fellow Collegio Carlo Alberto di Torino) e Giuliano Poletti (Presidente Legacoop – Alleanza Cooperative Italiane).

Claudio Gagliardi (Unioncamere) ha presentato i dati di Unioncamere relativi alla struttura professionale delle assunzioni delle imprese sociali. “Un elemento rilevante è la crescita costante dal 2006 al 2012, e consolidata quest’anno per alcune categorie professionali, di professioni high skill, che va dal 26,8% nel 2006 fino al 35 e 34,3% negli ultimi due anni. Si assumono con molta più frequenza figure legate alla programmazione, organizzazione e gestione aziendale, nonché alla funzione commerciale delle imprese sociali, contro la tendenza ad un investimento sulla produzione degli anni passati”.

Il prof. Stefano Zamagni (Università di Bologna) ha concluso il confronto affermando che “durante questa edizione delle Giornate si è approfondito il concetto di  Sviluppo umano integrale, come sviluppo che si contrappone al concetto di crescita e che riunisce tre dimensioni: una quantitativo-materiale, una socio-relazionale e una spirituale. La cooperazione in senso ampio è la via più efficace, anche se non la sola, per ottenere questo bilanciamento di queste tre dimensioni. Durante i lavori delle Giornate sono inoltre emersi cinque elementi fondamentali: la cooperazione aumenta il tasso di imprenditorialità, aumenta la mobilità sociale, riduce le diseguaglianze sociali, incrementa il capitale sociale, ed in particolare la dimensione della fiducia. Un’ulteriore sfida è inoltre rendere il lavoro liberante, che tenga conto di quelle dimensioni che riguardano la possibilità di esaltare la capacità delle persone. Questa è una sfida non di poco conto. L’organizzazione del lavoro all’interno delle cooperative è importante perché può servire come modello

L’evento si è concluso con la presentazione di Stefano Zamagni e Giuseppe Frangi del primo volume VITA-Feltrinelli “Del Cooperare. Manifesto per una nuova economia”.

www.legiornatedibertinoro.it

 

Ufficio stampa AICCON |Irene Sala | t. 0543.374675 | m. 349.2418912 | irene.sala3@unibo.it

 


 

LAVORO E OCCUPAZIONE NELL’ECONOMIA SOCIALE

Al via la sessione conclusiva della XII edizione delle Giornate di Bertinoro

Bertinoro (FC) – 10 novembre 2012

“Liberare il lavoro. L’occupazione di giovani e donne nell’economia sociale” è il tema su cui stanno discutendo rappresentanti di istituzioni, studiosi dell’economia civile e soggetti del Terzo settore durante la sessione conclusiva della XII edizione delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile di AICCON, l’appuntamento annuale che mette a confronto i maggiori esponenti del mondo accademico e dei rappresentanti più autorevoli dell’economia civile in Italia.

Al confronto, introdotto da Giuseppe Frangi (Direttore di Vita), partecipano Claudio Gagliardi (Segretario Generale Unioncamere), Carlo Borzaga (Presidente Euricse), Giuliano Poletti (Presidente Legacoop – Alleanza Cooperative Italiane), Linda Laura Sabbadini (ISTAT – Direttore Dipartimento per le statistiche sociali e ambientali), Chiara Saraceno (Sociologa Fellow Collegio Carlo Alberto di Torino).

Claudio Gagliardi (Unioncamere) ha presentato i dati di Unioncamere relativi alla struttura professionale delle assunzioni delle imprese sociali.A fianco di una preponderanza nell’assunzione di giovani (63% nel 2012) e donne (28,7%) nelle imprese sociali, decisamente superiore rispetto al dato relativo all’economia in generale, si riscontra anche una forte incidenza di lavoro immigrato nelle imprese sociali, superiore al 20% delle assunzioni, che permette di riconoscere le imprese sociali come potente veicolo di integrazione. Inoltre, si rileva un forte interesse delle imprese sociali nella qualificazione delle professionalità inserite in azienda, prevedendo da un lato un dato doppio di laureati assunti rispetto al dato nazionale (27,7% rispetto al 14% a livello nazionale e 9 punti percentuali in più rispetto al dato 2011), con una maggiore incidenza di questa tipologia di qualifica nei settori dell’istruzione, della sanità, ma anche in ICT, cultura, sport, attività collegate al benessere e ricreative e dall’altro la formazione in entrata per l’80% delle figure professionali. Altro elemento rilevante è la crescita costante dal 2006 al 2012, e consolidata quest’anno per alcune categorie professionali, di professioni high skill, che va dal 26,8% nel 2006 fino al 35 e 34,3% negli ultimi due anni. Si assumono con molta più frequenza figure legate alla programmazione, organizzazione e gestione aziendale, nonché alla funzione commerciale delle imprese social, contro la tendenza ad un investimento sulla produzione degli anni passati. Ciò rileva la necessità di figure che sappiano scovare nuove opportunità e rappresentare al meglio i servizi che l’impresa sociale può offrire.”

La sessione si concluderà con l’intervento di Stefano Zamagni (Università di Bologna) e con la presentazione del primo volume della collana VITA-Feltrinelli “Del Cooperare. Manifesto per una nuova economia”.

 


 

I DATI SU FINANZA E TERZO SETTORE ALLE GIORNATE DI BERTINORO

Presentati i dati di Banca d’Italia sul credito al Terzo settore nel periodo 2008-2012

                                                                                  Bertinoro (FC), 9 novembre 2012

Si è conclusa la prima giornata della XII edizione delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile, l’appuntamento annuale che mette a confronto i maggiori esponenti del mondo accademico e dei rappresentanti più autorevoli dell’economia civile in Italia.

Oltre 200 partecipanti provenienti da tutta Italia si sono riuniti oggi a Bertinoro per discutere sulle future sfide del Terzo Settore in Italia e, in particolare, per definire nuovi modelli e proposte per uno Sviluppo Umano Integrale.

La due sessioni parallele pomeridiane hanno trattato i temi “Market – Non Market” e “Prove di Nuovo Welfare: Società Civile, Filantropia e Volontariato”.

La prima sessione ha visto, con il coordinamento di Flaviano Zandonai (Segretario Iris Network), la partecipazione di Giorgio Gobbi (Titolare Divisione Struttura e Intermediari Finanziari Banca d’Italia), Giuseppe Guerini (Presidente Federsolidarietà nazionale – Confcooperative), Leonardo Becchetti (Università di Roma Tor Vergata), Eleonora Vanni (Vice Presidente nazionale Legacoop Sociali) e Sergio Gatti (Direttore Generale Federazione Nazionale Banche di Credito Cooperativo)

Giorgio Gobbi (Banca d’Italia) ha presentato i dati relativi al rapporto tra la Finanza e il Terzo Settore relativi al quadriennio 2008 – 2012: “Durante gli ultimi quattro anni, in una congiuntura economica particolarmente difficile, gli operatori del Terzo settore hanno continuato a ricevere credito a condizioni favorevoli. In particolare, la distribuzione del credito al Terzo settore, secondo i dati raccolti in giugno 2012, vede il 14,2% del credito erogato a cooperative sociali,  il 21,2% ad Istituzioni ed enti ecclesiastici e religiosi ed il restante 64,6% ad altre istituzioni non profit al servizio delle famiglie”.

Durante la seconda sessione “Prove di Nuovo Welfare: Società Civile, Filantropia e Volontariato, coordinata da Roberto Museo (Direttore CSVnet) sono intervenuti Francesco Montemurro (Direttore Ires CGIL “Lucia Morosini”), Bernardino Casadei (Segretario Generale Assifero), Luca Fazzi (Università di Trento) e Cristiano Gori (Università Cattolica del Sacro Cuore – Milano).

Le Giornate di Bertinoro continuano domani, Sabato 10 Novembre 2012 con la sessione di chiusura dedicata al tema dell’occupazione di giovani e donne nell’Economia Sociale. Interverranno Carlo Borzaga (Presidente Euricse), Claudio Gagliardi (Segretario Generale Unioncamere), Giuliano Poletti (Presidente Legacoop e Alleanza delle Cooperative Italiane), Linda Laura Sabbadini (ISTAT – Direttore Dipartimento per le statistiche sociali e ambientali) e Chiara Saraceno (Sociologa Fellow Collegio Carlo Alberto di Torino) e Stefano Zamagni (Università di Bologna).

A chiusura dei lavori Giuseppe Frangi (Direttore VITA) e Stefano Zamagni presenteranno il primo volume della collana VITA – Feltrinelli “Del Cooperare. Manifesto per una nuova economia”.

 


 

AL VIA LA XII EDIZIONE DELLE GIORNATE DI BERTINORO PER L’ECONOMIA CIVILE

Oltre 200 partecipanti e  27 relatori di spicco sono riuniti oggi a Bertinoro per la XII edizione dell’iniziativa
 

Bertinoro (FC) – 9 Novembre 2012

Inizia oggi la dodicesima edizione delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile, tradizionale appuntamento promosso da AICCON (Associazione Italiana per la promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit) che riunisce annualmente i maggiori rappresentanti del mondo del Terzo Settore, dell’Università, delle Istituzioni e delle imprese.

I lavori della XII edizione delle Giornate sono stati aperti da Franco Marzocchi, Presidente di AICCON, seguito dai saluti del Presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Piergiuseppe Dolcini e del Sindaco di Bertinoro, Nevio Zaccarelli.

Il dibattito, articolato in quattro sessioni,vedrà i più di 200 partecipanti affrontare temi importanti dedicati alle tendenze più rilevanti del settore Non Profit e dello scenario economico in Italia, con un focus sul tema  “CO-OPERARE: Modelli e proposte per uno SVILUPPO UMANO INTEGRALE”.

Dall’indagine conoscitiva #gdb2012 realizzata da AICCON tra i partecipanti alle Giornate di quest’anno emerge come il 79% degli intervistati ritenga che il ruolo dei soggetti non profit nella gestione dei servizi sociali sia in crescita e rilevante. Inoltre si rileva un giudizio positivo sulle società di capitali promosse da soggetti non profit con l’obiettivo di costruire un welfare di comunità, purché governate da organizzazioni non profit (42%) e purché reinvestano gli utili (34%). La strada verso la ripresa dalla crisi economica è però ancora lunga: infatti il 48% dei partecipanti è dell’opinione che l’economia italiana sarà in ripresa dal 2014, mentre il 32% dal 2015.

Si entra quindi nel vivo del dibattito con la sessione di apertura “Nuove strade per lo sviluppo: quando co-operare conviene” che vedrà l’intervento di Enrico Giovannini (Presidente ISTAT); Mauro Magatti (Università Cattolica del Sacro Cuore- Milano); Gianni Pittella (Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo) e Stefano Zamagni (Università di Bologna).

www.legiornatedibertinoro.it

DIRETTA SU TWITTER #gdb2012

Ufficio stampa AICCON |Irene Sala | t. 0543.374675 | m. 349.2418912 | irene.sala3@unibo.it