Fondazione CON IL SUD – BILANCIO 2012 E NUOVI ORGANI

Fonte: Fondazione CON IL SUD ROMA

8 maggio 2013

Approvato il Bilancio del 2012: l’avanzo di esercizio è di oltre 32,5 milioni di euro.
Rinnovati gli organi statutari: confermato Carlo Borgomeo alla presidenza
.

Il Collegio dei Fondatori della Fondazione CON IL SUD, nell’incontro dell’8 maggio, ha approvato il Bilancio di Missione 2012. L’anno si è chiuso positivamente con un avanzo di esercizio di oltre 32,5 milioni di euro; le risorse destinate alle attività erogative ammontano a 20,5 milioni di euro, mentre i restanti 12 milioni sono stati allocati alla Riserva per l’integrità del patrimonio. Inoltre, la formula dei progetti cofinanziati con altri enti erogatori ha determinato la destinazione di risorse aggiuntive rispetto a quelle della Fondazione per 2,8 milioni di euro.
Dalla sua costituzione la Fondazione ha erogato oltre 96 milioni di euro, sostenendo  240 “progetti esemplari” (contributo medio 316mila euro) e 167 programmi di volontariato (contributo medio 55mila euro). Attraverso i bandi, nel 2012, sono state affrontate tematiche dalla forte valenza simbolica e culturale quali, ad esempio, la riduzione dell’impatto ambientale dei rifiuti, intesi anche come “bene comune” da valorizzare; l’integrazione e l’inserimento lavorativo dei disabili psichici, anche in relazione al tema del “dopo di noi”; l’innovazione nel sociale, con un forte coinvolgimento della società civile e favorendo la partecipazione soprattutto dei giovani, tra i destinatari principali degli interventi.

Nel corso della riunione il Collegio dei Fondatori ha rinnovato gli organi della Fondazione, giunti alla naturale scadenza. Lo Statuto della Fondazione prevede una struttura di governo duale (organo di indirizzo e organo di gestione), alla stregua delle migliori esperienze a livello internazionale in materia di governance, con un Consiglio di Amministrazione, che sovrintende alla gestione della Fondazione, cui si accompagna un Comitato di Indirizzo con specifiche funzioni di orientamento generale e definizione dei criteri e dei piani di intervento della Fondazione. Entrambi gli organi sono presieduti dal Presidente della Fondazione, personalità indipendente con il compito di assicurare l’opportuno raccordo tra essi, ma anche la snellezza e l’incisività necessarie nella vita operativa della Fondazione. Gli organi sono composti, in egual misura, da membri espressione delle fondazioni fondatrici e del mondo del terzo settore e volontariato. A questi si aggiunge il Revisore Contabile.

Consiglio di Amministrazione:
*Carlo Borgomeo (Presidente), Vincenzo De Bernardo (Federsolidarietà), Ezio Falco (Fondazione CR di Cuneo), Domenico Iannello (Forum Terzo Settore), Maurizio Mumolo (Arci), Cristiana Poggio (Compagnia di San Paolo), Giovanni Puglisi (Fondazione Sicilia), Giorgio Righetti (Acri), Stefano Tabò (CSVnet).

Comitato di Indirizzo:
*Carlo Borgomeo (Presidente), Franco Bagnarol (Movi), Fausto Casini (Anpas), Antonio Castorani (Fondazione CR di Puglia), Emma Cavallaro (Convol), Enzo Costa (Auser), Salvatore Farina (Uisp), Carlo Fumian (Fondazione CR di Padova e Rovigo), Franco Gazzani (Fondazione CR della Provincia di Macerata), Alessandro Geria (Anolf), Adriano Giannola (Istituto Banco di Napoli – Fondazione), Maurizio Gubbiotti (Legambiente), Nicola Mattoscio (Fondazione Pescarabruzzo), Antonio Miglio (Fondazione CR di Fossano), Cesare Mirabelli (Fondazione Venezia), Nicolò Papa (MCL), Angela Maria Peruca (Lega Coop Sociali), Claudio Pieri (Fondazione Monte dei Paschi di Siena), Giuseppe Rogantini Picco (Ente CR di Firenze), Stefano Tassinari (Acli), Monica Villa (Fondazione Cariplo).

Collegio Sindacale:
Massimo Giusti (Presidente). Membri effettivi: Alide Lupo e Maria Pia Montiferrari. Membri supplenti: Bianca Maria Ambrosini e Sergio Villa.

Revisore Contabile: Carlo Lombardi

*Alla Presidenza è stato confermato Carlo Borgomeo, in carica dal settembre 2009.

_____________________________________________________________________

La “Fondazione CON IL SUD” è nata sei anni fa dall’alleanza tra le fondazioni di origine bancaria e il mondo del terzo settore e del volontariato per promuovere l’infrastrutturazione sociale del Mezzogiorno, ovvero favorire percorsi di coesione sociale per lo sviluppo.
La Fondazione sostiene interventi “esemplari” per l’educazione dei ragazzi alla legalità e per il contrasto alla dispersione scolastica, per valorizzare i giovani talenti e attrarre i “cervelli” al Sud, per la tutela e valorizzazione dei beni comuni (patrimonio storico-artistico e culturale, ambiente, riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie), per la qualificazione dei servizi socio-sanitari, per l’integrazione degli immigrati, per favorire il welfare di comunità.
La Fondazione ha sostenuto oltre 430 iniziative e la nascita delle prime 3 “fondazioni di comunità” meridionali, coinvolgendo oltre 5.500 organizzazioni e assegnando 96 milioni di euro nelle regioni del Sud Italia.