FTS PUGLIESE – GIANLUCA BUDANO RICONFERMATO PORTAVOCE PER IL TRIENNIO 2013-2016

Lo ha eletto all’unanimità l’Assemblea regionale composta dalle principali sigle dell’associazionismo e dell’impresa sociale pugliese che insieme raggruppano più di 100.000 volontari e migliaia di lavoratori, per oltre 650 milioni di euro annui quale valore della produzione della sola azione volontaria

<<Budano: un’Assessorato alla Serenità e Felicità Sociale in tutti i livelli istituzionali, per promuovere vita buona e felice a partire dal fare impresa in modo diverso.Per questo ho deciso di ritornare a studiare assiduamente, sperando di contaminare la cultura sociale di chiunque ha una responsabilità pubblica>>

 

L’Assemblea regionale del Forum del Terzo Settore Pugliese riunitasi a Bari il 24 giugno presso la sede delle ACLI di Puglia ha riconfermato per il triennio 2013-2016 Gianluca Budano alla sua guida, nominandolo per la seconda volta Portavoce Regionale.

Gianluca Budano, 32 anni, sposato e padre di due figli, è volto noto del Terzo settore pugliese e non solo, per i numerosi incarichi in essere e già espletati in Puglia e in Italia, in particolare nelle ACLI. Laureto alla Luiss Guido Carli in legge, Giornalista Pubblicista, è Direttore della Rivista “Terra di MEZZOgiorno” ed esperto in materia di welfare e politiche attive del lavoro.

“La mia soddisfazione è di aver fatto traguardare assieme alla squadra di coordinamento importanti traguardi al Terzo Settore Pugliese, caratterizzandolo quale soggetto di rappresentanza presente ai principali tavoli istituzionali, una vera e propria parte sociale a pieno titolo, a difesa e a promozione dei più deboli e di chi innova nel sociale” – dichiara Budano, che aggiunge “dobbiamo combattere il senso di sfiducia della popolazione, rispondendo ai suoi bisogni ma anche sforzandoci di essere sempre di più un punto di riferimento per i cittadini che hanno bisogno e per quelli che si vogliono impegnare a servizio della cosa pubblica; pensiamo a questa modalità di partecipazione alla vita pubblica, lontana dall’antipolitica anche nelle sue recentissime manifestazioni di astensionismo dilagante”

Il Forum del Terzo Settore Pugliese è un’Associazione che mette in rete le principali esperienze di associazionismo e impresa sociale; in Puglia: ACLI, ADICONSUM, AGESCI, ANOLF, ANSPI, ANTEAS CISL, ARCI, AUSER, CNCA, COMUNIONE E LIBERAZIONE, COMUNITA’ EMMANUEL, CSI, FEDERSOLIDARIETA’ CONFCOOPERATIVE, FIDAS, GRUPPI VOLONTARIATO VINCENZIANO, LEGACOOP SOCIALI, LEGAMBIENTE, MODAVI, UISP. Un vero e proprio esercito che aggrega oltre 100.000 volontari e migliaia di lavoratori, migliaia di strutture di base e cooperative sociali, per un valore economico che una recente ricerca (CSV Puglia Net) ha quantificato in oltre 650 milioni di euro per la sola azione volontaria.

“Abbiamo la responsabilità – conclude Budano – della più grande impresa in rete e a vocazione sociale della Puglia, motivo per cui intendo affrontare questo rinnovato impegno anzitutto in due modi: reintensificando i miei studi in tema di sussidiarietà e democrazia partecipata per essere umilmente all’altezza del compito riaffidatomi; proponendo, a caldo, che Regione e Comuni abbiano un apposito Assessorato alla Serenità e alla Felicità Sociale, quella che il Terzo Settore può garantire in un rinnovato patto con le Istituzioni a cui è funzionale e non in contrapposizione, un’atipica parte sociale che vuole promuovere sviluppo a misura d’uomo”