Il Forum Nazionale vicino al coordinatore di Libera di Reggio Calabria, Mimmo Nasone per le pesanti minacce di morte ricevute

Libera

Roma 23 febbraio 2015 – “Le pesanti minacce a di morte che hanno raggiunto il coordinatore regionale di Libera Calabria sono un atto gravissimo che condanniamo duramente“, sostiene il portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore Pietro Barbieri – “Con il suo lavoro quotidiano Mimmo Nasone è uno di quei cittadini che sceglie di portare avanti una battaglia non semplice per la legalità e per la giustizia e per questo ha bisogno di sostegno e supporto, non certo di minacce ed ostacoli. A lui, e a tutti coloro che come lui lottano per denunciare situazioni di illegalità, esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza.”

Diffondiamo anche, e facciamo nostro il messaggio di solidarietà del Forum del Terzo Settore di Reggio Calabria.

Mimmo Nasone andrà avanti perché è quello che ha sempre fatto. E lo farà con la schiena dritta, spinto da chi lo sostiene, armato del suo coraggio”. Con queste parole il Forum provinciale del Terzo Settore, tramite le parole del suo Portavoce Luciano Squillaci, dimostra la vicinanza al coordinatore regionale di Libera Calabria raggiunto in queste ore da una lettera manoscritta di tre pagine in cui lo stesso è minacciato di morte: “Le modalità appartengono al modo di agire e di pensare di un mondo – ricorda Squillaci – codardo, abituato ad agire nell’ombra e che evidentemente avverte nella presenza, costante e tangibile nel territorio, di chi lo contrasta un pericolo per la sua stessa sopravvivenza. Farai la fine del capretto a Pasqua – si legge nella lettera – se ancora respiri è perché lo vogliamo noi”.

Intendiamo esprimere la nostra vicinanza a lui e a tutti quelli che lottano per la legalità e la giustizia sociale – prosegue Squillaci – Mimmo da sempre è tra questi e noi saremo al suo fianco”. Libera, associazioni nomi e numeri contro le mafie – ricorda il Portavoce – è una realtà importante del Forum ed è esempio di una resistenza attiva in una terra così martoriata: “Insieme abbiamo portato avanti tante battaglie per la legalità e sicuramente – sottolinea – continueremo a farlo”. Per Luciano Squillaci, questo gesto vile e riprovevole è la dimostrazione che la strada intrapresa è quella giusta: “Qualche giorno fa abbiamo partecipato ad un’assemblea a Palizzi dove, come Forum del Terzo Settore, abbiamo portato la vicinanza ad una cooperativa che aveva ricevuto danneggiamenti. Evidentemente – tuona Squillaci – questo tipo di resistenza civile e sociale dà fastidio ai picciotti del luogo. La resistenza continua – conclude – perché è la nostra arma per il cambiamento cui auspichiamo”.  Il Portavoce, Luciano Squillaci