Aism – Apre il Bando Fism: a disposizione dei ricercatori 3 milioni di euro per la ricerca sulla sclerosi multipla

AISM_Bando_infografica2015_dati2014comunicato stampa

Su www.aism.it il regolamento e i moduli per la richiesta di finanziamento. La scadenza è il 15 maggio. Nell’ottica della ricerca come strumento di Advocacy, la parola d’ordine è “lavorare in rete” per soddisfare i bisogni delle persone con SM. 

Con il preciso obiettivo di trovare la causa , la cura,  migliorare i servizi  e la qualità della vita della persona con sclerosi multipla anche quest’anno AISM con la sua Fondazione (FISM) mette a disposizione dei ricercatori, attraverso il bando,  3 milioni di euro alla ricerca sulla sclerosi multipla. 

I ricercatori possono presentare proposte di ricerca fino al 15 maggio 2015 scaricando il modulo su www.aism.it

Il Bando valuterà con favore progetti collaborativi che vedono coinvolti ed integrati più gruppi di ricerca. Lo scopo è valorizzare la ricerca capace di dialogo, confronto con la comunità scientifica che mette la persona al centro della propria ricerca, impegnandosi velocemente a trovare risposte per le persone con sclerosi multipla. 

Continua il percorso di carriera nella ricerca sulla sclerosi multipla

Attraverso il bando, AISM e la sua fondazione FISM confermano l’ impegno nel sostenere progetti di ricerca di durata annuale, biennale o triennale; nonché progetti pilota di un anno per ricerche innovative ad alto rischio.

In particolare, con il Bando 2015 , AISM e la sua Fondazione FISM hanno deciso di aumentare la durata potenziale del percorso scientifico di carriera di giovani ricercatori di talento da 6 a 7 anni. Inoltre, per facilitare il rientro dei ricercatori dall’estero o il loro trasferimento in un istituto di eccellenza in Italia, anche quest’anno viene valutata l’assegnazione di una borsa ‘Rita Levi Montalcini’ triennale, insieme ad un finanziamento per pari periodo per un progetto di ricerca autonomo. E’ riservata a ricercatori italiani qualificati, già affermati  a livello internazionale e specializzati in un’area specifica sulla SM. 

Sono 360 gli scienziati che dal 1987 hanno lavorato a fianco di AISM e FISM; sono oltre 52,5 i milioni di euro investiti nella ricerca sulla SM negli ultimi 25 anni.  La ricerca AISM, attraverso il suo bando annuale  è diventata ormai una vera e propria scuola, consolidata e riconosciuta, che sta lasciando il segno a livello nazionale e internazionale. 

Sono 5,1 i milioni di euro complessivi investiti nella ricerca da AISM e FISM lo scorso 2014: 3 milioni per il Bando FISM, 2,1 milioni per i Progetti speciali. 

La ricerca di AISM, in sintesi:

  • 52,5 milioni di euro gli investimenti nella ricerca negli ultimi 25 anni
  • 360 il numero dei ricercatori finanziati da AISM dal 1987 ad oggi: il 76% dei ricercatori finanziati sino ad oggi da FISM continua a fare ricerca sulla sclerosi multipla
  • 752 le pubblicazioni  totali prodotte dal 2007 ad oggi dai ricercatori finanziati da AISM
  • 2 i progetti di ricerca internazionali di cui è capofila
  • 3 milioni di euro destinati al Bando FISM: 34 i progetti di ricerca finanziati (6 borse di studio e 28 progetti di ricerca)
  • Oltre 2  i milioni di euro destinati ai progetti speciali nel 2014
  • E’ il terzo ente nel mondo per i finanziamenti della ricerca sulla SM
  • E’ il primo ente in Italia per i finanziamenti della ricerca sulla SM

 

Con il bando FISM 2014: ecco I 34 progetti di eccellenza selezionati

Il Bando è una fonte sistematica e continuativa di innovazione in aree strategiche per la ricerca sulla sclerosi multipla. Nel 2014 l’AISM, attraverso la sua Fondazione, ha finanziato 34 progetti di ricerca (28 progetti di ricerca e 6 borse di studio) per un impegno economico totale di 3 milioni di euro. In questi progetti sono stati  coinvolti 41 laboratori italiani distribuiti in 11 regioni italiane e 8 laboratori all’estero. 

Dei 34 progetti di eccellenza selezionati e finanziati con il Bando FISM dello scorso 2014, riguardavano aree di ricerca prioritarie di studio sulla SM.

Il 53% dei progetti di ricerca è dedicato alla conoscenza dei fattori di rischio, della causa della malattia e della sua progressione verso nuovi trattamenti e una cura risolutiva, e tra questi il 27% è focalizzato sullo studio dei meccanismi di sviluppo del danno neuronale nonché dei potenziali meccanismi di riparazione delle lesioni cerebrali responsabili della progressione della malattia.

Il 47 % dei progetti è incentrato su studi clinici verso lo sviluppo di una diagnosi sempre più precisa delle diverse forme della malattia e di nuovi trattamenti personalizzati più efficaci e sicuri per la persona con sclerosi multipla . Di questi, circa il 25% è focalizzato sullo sviluppo e validazione di trattamenti riabilitativi e sintomatici: la ricerca “dell’oggi” per migliorare la qualità di vita di tutti coloro che sono coinvolti dalla SM.

I progetti finanziati con il bando 2014 vanno così ad aggiungersi ai progetti e programmi speciali: lo sviluppo del Registro Nazionale Sclerosi Multipla, lo studio clinico sulle cellule staminali mesenchimali MESEMS, lo studio clinico PeNSAMI per la validazione di un trattamento domiciliare per le forme gravi di Sclerosi Multipla, infrastrutture di risonanza magnetica per supportare lo sviluppo e validazione di nuovi protocolli riabilitativi e l’iniziativa internazionale sulle forme progressive (bando Progressive MS Alliance).

Come vengono selezionati progetti

La selezione dei progetti assegnati dalla Fondazione si è svolta secondo il metodo internazionalmente adottato della “peer-review” e ha coinvolto i 20 esperti scienziati che compongono il Comitato Scientifico della Fondazione (6 dei quali sono ricercatori in Centri di altre nazioni), che si sono avvalsi anche della consulenza di oltre 201 revisori provenienti da 20 diversi Paesi del mondo: grazie a questo sistema rigoroso è stato possibile selezionare i migliori tra i progetti proposti.

L’Italia è un paese ad alto ‘rischio’ di SM

  • 1 diagnosi ogni 4 ore
  • 72.000 persone con SM in Italia, 2,3 milioni nel mondo. Un milione di questi ha la forma grave di SM: 25 mila gravi solo in Italia
  • 2.000 nuovi casi all’anno, con una netta prevalenza tra donne e giovani
  • 4 per 100.000 abitanti la sua incidenza
  • tra i 20 e i 40 anni la fascia d’esordio. un caso su 20 di sclerosi multipla insorge prima dei 16 anni di età
  • 2,7 miliardi di euro il costo totale annuo della SM in Italia

Sono i numeri della Sclerosi multipla. Malattia che colpisce le donne due volte più degli uomini. Cronica, imprevedibile, spesso progressivamente invalidante è una delle più gravi malattie del sistema nervoso centrale. Ad oggi non si conoscono le cause della SM e ancora non esiste una  cura risolutiva.–

Barbara Erba
Ufficio stampa e Comunicazione
barbaraerba@gmail.com  mobile 347 7581858

Stampa questo articolo