Croce rossa e Confassociazioni insieme per progetti e iniziative in campo sociale

La CRI, Croce Rossa Italiana, e CONFASSOCIAZIONI firmano un importante Protocollo d’Intesa: associazionismo, terzo settore, volontariato e responsabilità sociale d’impresa i temi su cui si svilupperanno progetti congiunti su tutto il territorio nazionale.

Sono circa 715mila di cui 132mila imprese (4,5 dipendenti medi) i soggetti aderenti a CONFASSOCIAZIONI, organizzati in 396 associazioni professionali che fanno della Confederazione, il più grande soggetto di rappresentanza unitaria delle organizzazioni che rappresentano in Italia professionisti e imprese della Legge 4/2013. Dal canto suo la CRI, Croce Rossa Italiana, il più grande network umanitario del mondo, che in Italia può contare su 154 anni di storia e più di 160mila volontari capillarmente presente su tutto il territorio italiano.

“La Croce Rossa Italiana e Internazionale è un’associazione di uomini e donne che con professionalità e impegno – ha affermato il Presidente della CRI, Francesco ROCCA – operano in ambito sociale in collaborazione con istituzioni e altre organizzazioni. Un forte rapporto con l’associazionismo professionale è necessario e naturale per realizzare una virtuosa integrazione dei nostri principi con quelli altrettanto fondamentali della deontologia professionale e dell’etica del lavoro ben fatto.” 

L’accordo, nel concreto, a partire dai valori morali della CRI, Croce Rossa Italiana e Internazionale, prevede la promozione e l’attuazione di iniziative culturali coordinate, in particolare quelle oggi più innovative quali ad esempio l’e-Volunteering, il Community Service, la Corporate Social Responsibility, senza dimenticare i percorsi di aiuto che i professionisti e le imprese possono offrire nel caso di grandi momenti di crisis management nazionale e internazionale. 

“E’ un mondo nuovo quello che stiamo vivendo – ha concluso Angelo DEIANA, Presidente di CONFASSOCIAZIONI – dove è strategico fare rete a livello nazionale e globale e mettere a fattor comune idee e azioni per aiutare le persone ad essere unite e consapevoli delle sfide della globalizzazione e del futuro. E’ per questo che CONFASSOCIAZIONI e Croce Rossa Italiana hanno deciso di firmare un protocollo d’intesa in cui si impegnano a sviluppare un interscambio di conoscenze e di collaborazione nei settori di sviluppo e solidarietà sociale che si riterranno utili al principio della staffetta: correre con i primi senza dimenticare gli altri”.