Pane Olio e Gelato, torna il consueto appuntamento di Ai.Bi. dedicato alla solidarietà, accoglienza e genitorialità.

Mercoledì 5 maggio torna il consueto appuntamento promosso da Ai.Bi. per parlare, attraverso i libri, di solidarietà, accoglienza, genitorialità.

L’appuntamento si tiene presso il Palazzo del Freddo, a Roma in Via Principe Eugenio 65 – Sala Giuseppina Fassi dalle ore 17.00.

Ospite del primo appuntamento Isabella Schiavone, giornalista del Tg1, con il suo libro LUNAVULCANO. Si parte da un gioco virtuale: due donne che non si sono mai incontrate arrivano a scambiarsi pensieri profondi e a confidarsi su ferite aperte come la fedeltà e la maternità. Si arriva in Africa dove una delle protagoniste vivrà la bellezza e la sofferenza della solidarietà di chi si mette in gioco in prima persona. E proprio al sostegno del progetto Africa in Famiglia è dedicata questa edizione di Pane & Olio.

 

Alla serata interverrà Anna Sollinger l’attrice di Onion Jam Art Company. Seguirà il tradizionale spuntino di pane e olio.

Per Ai.Bi. poter lasciare aperte le porte a lavori multi disciplinari e multi settoriali come quello di pane e olio, al di fuori di contesti in cui ci si misura tra uguali sull’adozione e sull’affido, è un aspetto fondamentale. Queste occasioni ci consentono di conoscere la quotidianità, al di fuori di noi stessi, potendo così rendere generativa la nostra missione, ascoltando e valutando ogni possibilità per rendere migliore il nostro paese e i nostri servizi verso le famiglie e i bambini.” Marco Griffini, Presidente di Ai.Bi. – Amici dei Bambini

Pane e Olio continua a caratterizzarsi come laboratorio in cui le diversità di pensiero dialogano con umanità e reciproco rispetto, senza timore del confronto dialettico, in una società dove spesso le idee si conformano alle ideologie portando scontro. Quest’anno una piccola novità: sarà introdotta la funzione del custode del popolo dei bambini, che farà delle domande, anche scomode, agli autori, mettendosi dalla parte dei bambini”  Marzia Masiello, ideatrice del Format con Luca Pasquale.

Si rinnovano i patrocini di tanti amici che seguono da anni “Pane e Olio” e nuovi se ne aggiungono: AOI Cooperazione e Solidarietà Internazionale, Acli Roma, Cibo che serve, Forum Associazioni Familiari del Lazio, Forum Terzo Settore Nazionale, Forum del Terzo Settore Lazio, Polo del Cuore e Diritti Tutelati, La Pietra Scartata, il Ristorante Casa Coppelle, l’Associazione Pandolea.

Allo spuntino di Pane e Olio organizzato con il Pane di casa Coppelle e l’Aiuto de Il Cibo Che Serve, contribuirà l’azienda agricola dei fratelli Cesare e Vincenzo Renzo. L’azienda ha il suo cuore a Rossano, in un antico monastero degli inizi del 1600 che ospita anche un suggestivo frantoio in pietra. La tenuta, Terra Rossa come il colore di questa terra affacciata sullo Jonio,  si estende per oltre 30 ettari ed è costellata di agrumi e maestosi ulivi, molti dei quali secolari, tra i quali domina la varietà Dolce di Rossano che è anche Presidio Slow Food.

La dedizione dei Fratelli Renzo oltre all’agricoltura guarda anche all’ospitalità e alla ristorazione con una proposta di piatti tipici della tradizione calabrese.

Questa edizione speciale di Pane e Olio, format che nasce nel 2011 grazie alla collaborazione tra Ai.Bi. e il Vicariato di Roma, è stata sviluppata grazie ai contributo di 8 per mille del Vicariato di Roma e di Andrea Fassi, che con Valeria Bilancioni hanno supportato Ai.Bi. e la sede Romana già con precedenti iniziative.

Onion Jam Art Company nasce dall’incontro di appassionati di teatro e musica e ha come scopo la qualificazione e il miglioramento professionale dei soci-artisti in campo culturale, nonché la diffusione e la promozione di attività su tutto il territorio italiano. Attori, musicisti, autori, coreografi e sceneggiatori ma soprattutto, come piace loro definirsi “operai del sogno”.

Per chi sarà presente all’evento e vorrà acquistare il libro, parte del ricavato andrà a sostegno del progetto  Africa in Famiglia di Ai.Bi. – Amici dei Bambini che si preoccupa di garantire un futuro ai bambini di Paesi come la Repubblica Democratica del Congo, il Ghana, il Kenya e il Marocco.

Contatti 3487320222 roma@aibi.it