Premiati due neo imprenditori non vedenti e presentato il vademecum “C’è chi fa carriera”

Due contributi a sostegno di neo imprenditori non vedenti, un vademecum per rilanciare il tema del lavoro da parte dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

Si è svolta a Roma la Giornata di Premiazione dei vincitori del bando imprenditoriale per ciechi e ipovedenti “Progetti Lotteria Louis Braille 2017”, che punta a stimolare nuove iniziative del “fare impresa” e a favorire lo sviluppo di una cultura orientata all’inclusione sociale, all’inserimento lavorativo e all’integrazione delle persone con disabilità visiva. Per l’occasione è stato presentato anche il vademecum “C’è chi fa carriera” ovvero la disabilità visiva come valore aggiunto per il mercato del lavoro. L’opuscolo si rivolge agli operatori pubblici e privati nonché ai giovani con disabilità visiva e alle loro famiglie per dimostrare che, anche in una congiuntura temporale molto difficile, il successo e la realizzazione sono possibili in un mercato del lavoro non protetto da leggi speciali.

Mario Barbuto: “Promuovere nuove soluzioni, nuove occasioni di impiego e di realizzazione del proprio futuro, senza discriminazioni e senza affidarsi solo ed esclusivamente alle leggi protettive, è diventata la prima priorità dell’impegno dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti a tutti i livelli nazionale, regionale, territoriale”.

Queste le parole del Presidente Nazionale UICI Mario Barbuto: “L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, nei suoi cento anni di attività ha sempre operato per il riconoscimento effettivo della dignità di persone per i minorati della vista, per garantire loro un futuro inclusivo. Quando parliamo di futuro non possiamo, però, prescindere dalla partecipazione diretta e indiretta al sistema produttivo del nostro paese. Non c’è dignità, libertà o domani per nessun essere umano, se quest’ultimo viene privato della possibilità di lavorare. L’UICI ha dovuto lottare molto e a lungo … Oggi abbiamo realizzato e desideriamo offrire al mondo produttivo questa piccola guida pratica che illustra i progressi e le opportunità attualmente offerte ai non vedenti, per favorire quel confronto costruttivo con tutti gli attori del mondo produttivo, per riaffermare e rendere concreto quel diritto al Lavoro sancito dalla Costituzione della Repubblica e perseguito dai Padri fondatori dell’Unione quale unico e vero mezzo di riscatto sociale per tutti noi”.

Vincenzo Massa – Ufficio Comunicazione e Informazione UICI – Tel. 0669988417 – Cell. 3665899948 – e-mail: ustampa@uiciechi.it