#Notizie

Online l’Avviso pubblico per il sostegno agli Enti del Terzo settore impegnati nell’emergenza Covid-19

Pubblicato sul sito dell’Agenzia per la Coesione l’Avviso per il sostegno agli ETS impegnati nell’emergenza covid 

E’ online l’Avviso pubblico per l’erogazione di finanziamenti ad Organizzazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale e Organizzazioni non lucrative di utilità sociale impegnate nell’emergenza covid-19 nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e Regioni Lombardia e Veneto ai sensi dell’art. 246 del Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito in legge 17 luglio 2020, n. 77.

L’apertura dell’Avviso è alle ore 12 del 22 dicembre 2021 e la chiusura alle ore 23.59 del 4 febbraio 2022.

Gli ETS possono presentare l’istanza per la richiesta di contributo tramite la piattaforma elettronica “ETS Fondo Sviluppo e Coesione” disponibile collegandosi al portale Servizi Lavoro tramite il link https://servizi.lavoro.gov.it e seguendo le indicazioni fornite nel Manuale utente (allegato all’Avviso) disponibile sul sito www.lavoro.gov.it

Le richieste di chiarimento di natura tecnica e/o la richiesta di informazioni sulla piattaforma possono essere inviate all’URP online al link https://urponline.lavoro.gov.it/s/crea-case.

Per quanto riguarda gli aspetti giuridici dell’Avviso gli ETS  possono inviare richieste di chiarimento entro 5 giorni lavorativi antecedenti alla chiusura dei termini per la presentazione delle istanze, per posta elettronica all’indirizzo:: terzosettore.fsc@agenziacoesione.gov.it indicando nell’oggetto “Avviso pubblico per l’erogazione di finanziamenti ad Organizzazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale e Organizzazioni non lucrative di utilità sociale impegnate nell’emergenza covid-19 nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e Regioni Lombardia e Veneto ai sensi dell’art. 246 del Decreto-Legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito in Legge 17 luglio 2020, n. 77”.

Le risposte ai quesiti più frequenti (FAQ) saranno pubblicate sul sito internet dell’Agenzia per la coesione territoriale dedicato all’Avviso.

Cliccare qui per l’Avviso

Cliccare qui per il manuale utente


SCHEDA SINTETICA DELLA MISURA

Beneficiari

ODV, APS e onlus iscritte nei rispettivi registri alla data del 22/12/2021, con sede operativa in una delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise Puglia, Sardegna e Sicilia e Regioni Lombardia e Veneto

Obiettivo e attività svolte

Rafforzare l’azione a tutela delle fasce più deboli della popolazione a seguito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il contributo è destinato agli enti che hanno svolto, in coerenza con i rispettivi statuti, nel periodo compreso tra il 31/01 /2020 e il 31/12/2021 , almeno una delle seguenti attività di interesse generale previste all’articolo 5, comma l , del D.lgs. n.ll7/2017: lett. a), c), d), e), f), i), l), m), p), q), r), s), t), u), v), w) e z)

Requisiti di accesso al contributo

I soggetti richiedenti il contributo devono dichiarare ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 s.m.i., a pena di esclusione:

  1. il possesso dei requisiti soggettivi di legittimazione all’accesso al contributo alla data di pubblicazione del presente avviso,;
  2. aver svolto nel periodo compreso tra il 31101 /2020 e il 31112/2021 una o più delle attività di interesse generale sopra indicate ;
  3. che l ‘Ente sia in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori;
  4. che l’Ente sia in regola con gli obblighi relativi al pagamento delle imposte, dirette ed indirette, e delle tasse.

Tempistica

Presentazione delle istanze a partire dalle ore 12.00 del giorno 22 dicembre 2021 fino alle ore 23.59 del giorno 4 febbraio 2022.

Tipologia e Ammissibilità delle spese finanziabili

Sono ammesse le seguenti tipologie di spesa in relazione

spese di gestione immobili (canoni di affitto, utenze, pulizie, piccole manutenzioni ordinarie strettamente necessarie allo svolgimento delle attività, ecc.);

spese per igienizzazione/acquisto DPI /attuazione misure di contrasto alla diffusione del Covid-19;

spese per acquisto di beni/attrezzature entro il valore unitario massimo di euro 516,46, a condizione che risultino indispensabili per la realizzazione delle attività. Si specifica che i beni che superano il valore massimo unitario non possono essere presentati a rendicontazione, nemmeno per la quota parte di 516,46 euro;

spese acquisizione beni di consumo e servizi;

spese di personale, esclusivamente riferite alle attività di cui al precedente§ 3;

rimborsi spese ai volontari coinvolti nelle attività elencate al precedente§ 3.

Criteri per la valutazione delle istanze e importo

Sono considerati 2 criteri:

  • La differenza tra entrate 2020 su entrate 2019
  • Il numero degli associati

Dalla somma dei due criteri ne uscirà una graduatoria. Sarà assegnato un importo da 1000 a max 10.000 Euro; il contributo massimo assegnabile a ciascun Ente non potrà mai essere superiore al valore delle entrate dichiarate nel bilancio 2019.

Erogazione del contributo – ruolo delle APS nazionali

Sono disponibili un totale di 80 milioni di Euro.

L’erogazione avverrà attraverso 2 possibili canali:

  • La Regione presso cui l’ente ha la sede operativa
  • Attraverso la APS nazionale (laddove l’ente abbia indicato il codice fiscale nella presentazione dell’istanza – vedi più sotto). In questo caso l’erogazione avverrà direttamente da parte del Ministero del Lavoro alla APS nazionale: quest’ultima dovrà fare i bonifici agli affiliati (e tenere con cura la ricevuta del bonifico per eventuali controlli).

Presentazione istanza

Va presentata esclusivamente attraverso la piattaforma elettronica denominata “ETS Fondo Sviluppo e Coesione” messa a disposizione dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali disponibile all’indirizzo https://servizi.lavoro.gov.it 

A pena di esclusione, è ammessa da parte di ciascun Ente, la presentazione di una sola istanza di contributo, indipendentemente dal numero di sedi presenti nei territori regionali.

L’istanza è presentata solamente dall’ente (NON dalle APS nazionali).  Gli enti che sono articolazioni territoriali o affiliate di una APS nazionale in sede di compilazione dovranno indicare il Codice Fiscale della APS nazionale di cui fanno parte.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum