#Territorio

Sussidiarietà

In questa sezione, grazie all’iniziativa del Forum del Terzo Settore della Lombardia, mettiamo a disposizione approfondimenti e dibattiti intorno al tema della Sussidiarietà.

Il punto di partenza della riflessione è la volontà della regione Lombardia di formulare una legge che regoli la sussidiarietà, la cui proposta di legge riportiamo nei link sottostanti. Si tratta di una questione molto importante i cui rischi, avvertiti dalle organizzazioni aderenti al Forum, sono principalmente quelli di essere tagliati fuori dalla discussione, e dalla traduzione in disposizioni normative: «uno dei nodi individuati – ha dichiarato Sergio Silvotti del Forum Lombardia – è che il dibattito intorno a questo principio è confinato, sicuramente nella nostra regione, nelle ristrette stanze di qualche addetto ai lavori. Ciò comporta il rischio che tale principio venga trasformato in una “clava ad uso politico-istutuzionale” per fini e con un utilizzo che nulla hanno a che fare con il princio stesso».

Sergio Silvotti poi ricorda che la bozza di legge regionale, più che sul principio di sussidiarietà, si concentra a delineare un nuovo rapporto con Comuni, Province e cittadini. Riprendendo argomentazioni e studi che sono stati trasmessi agli aderenti ritiene sia necessario precisare quale significato si vuole attribuire al termine: o un principio che funziona per esclusione del tipo “o questo o quello”, con un esempio più concreto: “se può intervenire il livello più basso e vicino ai cittadini non deve intervenire l’ente superiore”; oppure una declinazione per molti versi opposta –interpretazione già leggibile, anche se non esplicitamente, in diversi articoli della Carta Costituzionale- per cui il principio di sussidiarietà è un principio inclusivo “e questo e quello”, dove il livello superiore deve creare le condizioni perché quello inferiore possa esercitare al meglio le proprie funzioni assicurando al contempo i doveri di solidarietà e la coerenza degli interventi rispetto all’interesse generale.
L’orizzonte di senso in cui si colloca il principio dovrebbe quindi essere quello di assumere la complessità del contesto: nel territorio è la complessità di un insieme di attori che concorrono, direttamente o indirettamente, a determinare le scelte di comune interesse, dove il garante delle regole e del rispetto dell’interesse generale è l’Ente Locale.

Per cominciare ad affrontare questo tema, mettiamo a disposizione questo spazio per diffondere materiale informativo, di documentazione ed elaborazioni prodotte in sede accademica, istituzionale o dalle parti sociali.

Materiali di approfondimento:

PROPOSTA DI LEGGE DELLA REGIONE LOMBARDIA

SUSSIDIARIETA’ : TRA IL DIRE E IL FARE…
di Paolo De Carli, Professore Straordinario di Diritto dell’Economia presso l’Università degli Studi di Milano, Facoltà di Scienze Politiche.

NOVITÀ E PORTATA PROGRESSIVA DELLA SUSSIDIARIETÀ ORIZZONTALE NELLA COSTITUZIONE ITALIANA, A PROPOSITO DELL’ART.118, ULT. COMMA, NELLA REVISIONE DEL TITOLO V
di Giuseppe Cotturri, Presidente nazionale di Cittadinanzattiva, docente di Sociologia politica e di Sociologia giuridica nell’Università di Bari.

RELAZIONE INTRODUTTIVA ALLA CONFERENZA NAZIONALE
DI CITTADINANZATTIVA, ROMA 27 SETTEMBRE 2002

di Giuseppe Cotturri, Università di Bari, presidente di Cittadinanzattiva

CITTADINI, IMPRESE E INTERESSE GENERALE
Relazione di Giuseppe Cotturri alla Prima convenzione nazionale della sussidiarietà, Roma marzo 2004

LA SUSSIDIARIETÀ ORIZZONTALE E I DIRITTI COSTITUZIONALI DEI CITTADINI: PROBLEMATICHE ESEGETICHE ED OPPORTUNITÀ PER GLI ENTI NON PROFIT
di Bonaventura Sorrentino e Massimo Ragazzo (Studio Sciumé e Associati)

PROMUOVERE CITTADINANZA SOCIALE E REALIZZARE IL SISTEMA
INTEGRATO DEI SERVIZI SOCIALI: QUALE RUOLO PER IL VOLONTARIATO?

Sac. Giovanni Nervo, Presidente onorario della Fondazione «E. Zancan», Bologna 5 febbraio 2005

Riferimenti bibliografici e web:

“modelli e forme organizzative del decentramento: ruolo e sviluppo del terzo settore”, volume reperibile sul sito www.aiccon.it

“atti del convegno del 4 di marzo 2004 sul federalismo solidale”, reperibili sul sito della CGIL Lombardia all’indirizzo www.cgil.lombardia.it nell’area tematica “federalismo e sussidiarietà”.

la rivista “Stato e Mercato” (edita da Il Mulino) di aprile 2005 contiene un articolo di Carlo Donolo che al paragrafo 6 (in particolare 6.2) analizza il rapporto fra il principio di sussidiarietà orizzontale e i processi di partecipazione dei cittadini alla vita pubblica.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum