#Monitoraggio povertà #Normativa

Monitoraggio settimanale sul contrasto alla povertà

A cura del Forum Nazionale Terzo Settore – Ufficio Studi e Documentazione

08/01/2018

 

SENATO

Assemblea

NOTA: approvato il 23/12/17 Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020 (S. 2960-B Governo). La norma prevede anche il finanziamento di diversi fondi di interesse: si cita in particolare l’incremento al fondo di contrasto alla povertà, che viene aumentato di 300 mln€ x il 2018, 700 mln€  per il 2019, 900 mln€  per ciascuno degli anni 2020 e 2021. Inoltre è stato approvato – come anche richiesto dalla Alleanza – l’innalzamento, dal 2020, dal 15 al 20% della quota parte del Fondo di contrasto alla povertà da destinare ai servizi.

REGIONI

D.M. 23.11.2017: Fondo nazionale politiche sociali e quota fondo lotta alla povertà, riparto annualità 2017

4 gennaio 2018 – Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 2 del 3 gennaio 2018

Decreto 23 novembre 2017 del Ministero del lavoro e delle politiche sociali

Riparto del fondo nazionale politiche sociali e quota del fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale annualità 2017.

Conferenza Unificata: sancita Intesa (Rep. Atti n. 118/CU).

002_Decr_231117_Riparto_fondo_naz_pol_sociali_e_quota_fondo_lotta_povertà_esclusione_soc_ann_2017-GU-2-030118.pdf

Reddito di inclusione (REI): Poletti incontra le Regioni sull’attuazione

21 dicembre 2017 – Il 20 dicembre Regioni e Anci hanno discusso presso la sede del ministero del Lavoro e politiche sociali con il ministro Giuliano Poletti dei provvedimenti legati al Rei (Reddito di inclusione), presenti gli assessori  Flavia Franconi (Basilicata), Rita Visini (Lazio), Sonia Palmeri (Campania) e  il presidente dell’Inps Tito Boeri.  …

INPS

Primi dati sulle richieste di accesso al Reddito di Inclusione (REI)

3 gennaio 2018 – Tra il 1° dicembre 2017 e il 2 gennaio 2018 sono state presentate 75.885 richieste di accesso al Reddito di Inclusione (REI).

Le regioni con il maggior numero di domande sono la Campania, con il 22%, seguita dalla Sicilia, 21,4%, e dalla Calabria,14%.  Più di 5.000 domande sono state trasmesse da Lombardia (7%) e Lazio (6,9%).

Otto sono quelle presentate dalla Provincia Autonoma di Bolzano, mentre non sono state trasmesse domande dalla Puglia e dalla Provincia Autonoma di Trento.

Reddito di inclusione, 75mila domande in un mese

2 gennaio 2018 – Sono 75.885 le domande di Reddito di Inclusione giunte all’inps nel periodo fra l’inizio di dicembre ed oggi. Lo rende noto lo stesso Inps in un comunicato.
Le Regioni da cui sono state trasmesse il maggior numero di domande sono la Campania, con 16.686 (22%), e la Sicilia, con 16.366 (21,4%), Seguite dalla Calabria, con 10.606 richieste (14,0%). Da queste tre sole regioni arriva dunque ben oltre la metà delle richieste totali. Nelle scorse settimane, dai Caf sono state messe in evidenza le difficoltà nell’affrontare le richieste dei cittadini sullo strumento, formalmente gestito dai Comuni. Il ministro Poletti aveva fissato l’asticella a quota 700mila famiglie, da raggiungere secondo lui entro luglio.

LO STRUMENTO. Fino a 485 euro per le famiglie in difficoltà

Superiori alle 5.000 le domande trasmesse da Lombardia e Lazio, rispettivamente 5.338 (7,0%) e 5.237 (6,9%). All’opposto, nella graduatoria, si situano la Puglia e la provincia autonoma di Trento, da dove non risultano trasmesse domande, mentre dalla provincia autonoma di Bolzano le richieste arrivate sono solamente 8.

REI – Domande pervenute al 02/01/2018
REGIONE / PROVINCIA AUTONOMA DOMANDE %
Abruzzo 2.636 3,5%
Basilicata 1.535 2,0%
Calabria 10.606 14,0%
Campania 16.686 22,0%
Emilia Romagna 700 0,9%
Friuli Venezia Giulia 210 0,3%
Lazio 5.237 6,9%
Liguria 871 1,1%
Lombardia 5.338 7,0%
Marche 853 1,1%
Molise 981 1,3%
Provincia autonoma di Bolzano 8 0,0%
Piemonte 3.138 4,1%
Provincia autonoma di Trento 0 0,0%
Puglia 0 0,0%
Sardegna 2.905 3,8%
Sicilia 16.366 21,6%
Toscana 4.130 5,4%
Trentino Alto Adige 0 0,0%
Umbria 855 1,1%
Valle D’Aosta 115 0,2%
Veneto 2.715 3,6%
Totale 75.885

Fonte: Inps

 

ISTAT

Comuni: Istat, nel 2015 spesi 7 miliardi per welfare locale

28 dicembre 2017 – Il 38,5% dei quasi sette miliardi, dice ancora l’Istat, è destinato alle famiglie con figli, il 25,4% ai disabili, il 18,9% agli anziani, il 7% al contrasto della povertà e dell’esclusione sociale, il 4,2% agli immigrati e lo 0,4% alle dipendenze. Il rimanente 5,6% della spesa sociale dei comuni è assorbito dalle …

Abruzzo

Aumenta la povertà in Abruzzo: per Natale assistenza, buoni spesa e mense Caritas

25 dicembre 2017 – La povertà in Abruzzo è in aumento e per le feste natalizie tante associazioni si organizzano con più forza per dare una mano a chi ne ha più bisogno. Nella nostra regione. secondo i dati Istat, circa l’11,2 % della popolazione si trova a vivere una situazione di totale indigenza, con una…

Basilicata

Povertà in Basilicata, in un mese 1535 domande per il reddito di inclusione

4 gennaio 2018 – Con i primi dati di fonte Inps sulla presentazione delle domande per il reddito di inclusione, dal primo dicembre al 2 gennaio scorso (1.535 solo dalla Basilicata), l’anno appena iniziato ci rinnova l’impegno prioritario per il contrasto a povertà e il disagio sociale. E’ il commento del segretario regionale…

Povertà, lucani senza salute e con le tasche vuote. Quadro a tinte fosche per il rapporto Bes

19 dicembre 2017 – …E, così, le notizie peggiori arrivano dagli indicatori relativi alla qualità del lavoro, alle condizioni economiche minime e alla salute. Tradotto: in Basilicata i temi come povertà, disoccupazione ed emergenze ambientali continuano ad essere in primo piano.

Calabria

Il 2017 e la Calabria dei poveri sempre più poveri: “U saziu nù canusci u dijuno”

1 gennaio 2018. Il 2017 e la Calabria dei poveri sempre più poveri: “U saziu nù canusci u dijuno”. 31/12/2017 14:21 Catanzaro, Cosenza, Crotone, Gioia Tauro – Palmi, … Addio all’anno in cui la povertà si è toccata con mano da un angolo all’altro della nostra regione. Un autentico dramma sociale sul quale riflettere.

Nella trappola della povertà

28 dicembre 2017 – In queste ultime settimane del 2017 l’attenzione di molti osservatori è stata catturata dai dati dell’annuale Rapporto SVIMEZ sull’economia del Mezzogiorno. In particolare, molto dibattito ha riguardato gli incrementi del PIL regionale. La sintesi è che dal 2015 al 2016 il PIL del Mezzogiorno è cresciuto …

Sommerso e povertà, ecco i record della Calabria

21 dicembre 2017 – Stando ai dati degli analisti dell’Istituto di statistica nazionale – che hanno passato in rassegna le annualità tra il 2011 e il 2016 –, la Calabria si conferma la regione più povera d’Italia con un Prodotto interno lordo per abitante nel 2016 pari a 16,6mila euro. In Italia questo indice…

Campania

A Casal di Principe Save the Children apre due spazi per bimbi e madri in difficoltà

21 dicembre 2017 – Stando ai dati forniti da Save The Children ( fonti Istat e Miur) in Campania più di un minore su 4 (il 27,9%) vive in condizioni di povertà relativa, situazione che influisce sulle opportunità formative di bimbi e adolescenti. Nella regione inoltre 3 minori su 4 (il 75,5%) non riescono a svolgere attività culturali…

Emilia Romagna

Emilia-Romagna contro la povertà: in due mesi il Reddito di solidarietà una realtà per 1.700…

21 dicembre 2017 – La misura voluta dalla Regione, che stanzia 35 milioni l’anno. Destinatari sono i nuclei familiari con Isee inferiore a 3 mila euro annui e la residenza in Emilia-Romagna da almeno 24 mesi. In due mesi 6 mila richieste. 1.700 sono quelle già accolte, con le restanti in corso di valutazione ma con buone …

Emilia-Romagna contro la povertà: in due mesi il Reddito di… 

20 dicembre 2017 – Emilia-Romagna contro la povertà: in due mesi il Reddito di solidarietà una realtà per 1.700 persone e famiglie. Destinatari della misura sono i nuclei familiari con Isee inferiore a 3 mila euro e la residenza in regione da almeno 24 mesi…

Comunicati stampa – Regione Emilia Romagna 

20 dicembre 2017 – Povertà. Invito/Primo bilancio sul Reddito di solidarietà, la nuova misura contro la povertà. Dalla Regione i primi dati ufficiali a poco più di due mesi dall’avvio del provvedimento. Conferenza stampa a Bologna mercoledì 20 dicembre, con il presidente Bonaccini e la vicepresidente Gualmini. I dati sul numero di domande…

Regione Emilia-Romagna — E-R Sociale 

6 gennaio 2018 – Il Reddito di solidarietà parte bene: in due mesi 6mila richieste, già 1.700 quelle accolte e solo il 15% quelle respinte. E si prosegue con 800 domande alla settimana. Bonaccini-Gualmini: “Nessuno deve restare indietro. Nuovo pilastro del welfare regionale, capace di intercettare aree di povertà ancora poco conosciute” …

Reddito di solidarietà dell’Emilia-Romagna, 115 domande al giorno… 

20 dicembre 2017 – In Emilia-Romagna il tasso di povertà relativa è passato negli anni della crisi economica dal 2,2% del 2009 al 4,5% del 2016. Secondo i calcoli del Servizio statistico della Regione, si tratta di circa 200mila persone che hanno difficoltà a procurarsi beni e servizi. Sono invece 65mila le famiglie (3,3% in Emilia-Romagna…

Reddito di solidarietà, 571 le domande

23 dicembre 2017 – La nostra provincia non fa eccezione, anche se la percentuale delle richieste, rispetto al totale delle famiglie residenti, è inferiore alla media regionale. Solo il distretto di Guastalla sembra avere quasi ignorato finora l’opportunità di alleviare le condizioni di povertà estrema. All’applicazione del Res si è…

Reddito di solidarietà: accolte già 1.700 domande in regione, 6.059 quelle arrivate, 573 da Ravenna

22 dicembre 2017 – Da qui i dati e il profilo di chi ha richiesto il Res, la misura fortemente voluta dalla Regione e varata con l’approvazione della legge regionale sulle ‘Misure di contrasto alla povertà e sostegno al reddito’, da un minimo di 80 euro fino a un massimo di 400 euro al mese per i nuclei familiari composti da 5…

Bilancio Regione, continua dibattito: positivo per la maggioranza, critiche dall’opposizione

22 dicembre 2017 – Daniele Marchetti (Ln) è invece intervenuto sulle misure regionali rivolte al contrasto alla povertà, “uno strumento che contestiamo perché sono sbagliati i criteri di erogazione del contributo”. Poi sull’eliminazione dei campi nomadi, ha incalzato “creare aree più piccole non risolve ma sposta il problema”.

Reddito di solidarietà, quasi 600 domande nella provincia di Rimini

20 dicembre 2017 – Reddito di solidarietà, in Emilia-Romagna un aiuto vero e concreto per chi è alle prese con pesanti difficoltà economiche. In due mesi, infatti, delle 6mila richieste arrivate, 1.700 sono quelle già accolte, con le restanti in corso di valutazione ma con buone possibilità di risultare idonee, visto che le respinte finora non sono andate oltre il 15%…

Friuli Venezia Giulia

Sempre più poveri nella nostra regione / Cormons – Gradisca d’Isonzo… 

22 dicembre 2017 – Incontro promosso dalla locale Parrocchia, per sviluppare il tema della povertà nella nostra regione e al quale erano presenti ed hanno portato la loro testimonianza, alcuni rappresentanti degli osservatori delle quattro Caritas diocesane del Friuli Venezia Giulia. Operatori e volontari che da anni collaborano con la Regione…

Misure di Sostegno al Reddito (REI – MIA – SIA) | Area Promozione e… 

27 dicembre 2017 – Il Reddito di Inclusione (REI) è una misura nazionale di contrasto alla povertà…La Misura di Inclusione Attiva e di sostegno al reddito (MIA) è un contributo di integrazione al reddito, normato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, erogato nell’ambito di un percorso concordato finalizzato a superare le condizioni di difficoltà…

Lazio

Nasce a Santa Barbara l’Emporio solidale

30 dicembre 2017 – Tutto nasce dalla partecipazione ad un bando della Regione Lazio sulla povertà. Viterbo con amore (presieduta da Domenico Arruzzolo, neo vincitore del Premio Maestro Fardo) e la Cooperativa sociale AliceNova (rappresentata da Andrea Spigoni) decidono di partecipare; si mettono a tavolino e…

Lucernoni: “Collaboriamo per contrastare la povertà”

18 dicembre 2017 – …il contrasto alla povertà attraverso misure di formazione, tutela della salute e servizi per l’impiego. “Le istituzioni che hanno firmato il protocollo – dichiara il vicesindaco Daniela Lucernoni – hanno espresso fattivamente la completa volontà a collaborare per cogliere le opportunità offerte dalla Regione…

Liguria

Nuove povertà, ogni anno mille famiglie chiedono aiuto a Fondazione Antiusura

24 dicembre 2017 – E’ questo l’identikit delle nuove povertà delineato dalla Fondazione Antiusura S. Maria del Soccorso Genova, una Onlus sorta nel 1996 per…La Fondazione, infatti, attraverso le diocesi e le parrocchie della regione Liguria, permette di avere una fotografia completa della situazione sul territorio…

Lotta alla povertà, da Mediolanum e Fondazione Antiusura l’accordo per le famiglie in difficoltà

20 dicembre 2017 – Genova. In un momento di difficoltà per le famiglie arriva un aiuto da Banca Mediolanum, Fondazione Mediolanum Onlus, che ha firmato una convenzione con la Fondazione Antiusura Santa Maria del Soccorso Onlus, espressione delle diocesi della regione Liguria, per facilitare l’erogazione di …

Povertà, Cabona: “Ora i Comuni potranno assumere assistenti sociali… 

21 dicembre 2017 – “È senz’altro un grande passo avanti per garantire i diritti dei cittadini attraverso il miglioramento della funzionalità dei Servizi Sociali”. Commenta così Giovanni Cabona, Presidente del Consiglio regionale della Liguria dell’Ordine degli Assistenti sociali, l’emendamento alla Legge di Stabilità, approvato ieri dalla …

Lombardia

Il monitoraggio del Sia in Lombardia | Lombardia Sociale 

18 dicembre 2017 – L’articolo presenta il progetto di monitoraggio del SIA promosso dall’Alleanza nazionale contro la povertà, evidenziando alcuni dati relativi all’attuazione della misura nella nostra regione e individuando alcune attenzioni e priorità per l’imminente attuazione del REI.

Regione Lombardia: DGR X-7487/2017, Misura reddito di autonomia 2017, voucher mensili

22 dicembre 2017 – Voucher mensili finalizzati ad assicurare l’autonomia personale e relazionale delle persone anziane fragili ed a sostenere percorsi di autonomia finalizzati all’inclusione sociale delle persone disabili. E’ quanto intende realizzare la Regione Lombardia, in collaborazione con i 98 Ambiti distrettuali, con lo sviluppo di una apposita misura.
Lombardia_DGR_X-7487_2017

Marche

Bilancio di Previsione 2018-2020, la Regione verso…- Regione Marche 

20 dicembre 2017 – “Quando sarà più chiaro il quadro di riferimento normativo nazionale e l’entità del concorso della Regione alla finanza pubblica, sarà varata – conclude Cesetti – una manovra integrativa per garantire ulteriori finanziamenti ad alcune priorità tra cui: Contrasto alla povertà; Aree protette; Unioni montane; Unione e fusione dei…

Molise

Mille molisani in stato di povertà, Boccardo: “Urge un confronto regionale”

5 gennaio 2018 – … lo commenta il segretario della Uil Molise Tecla Boccardo, per la quale urge un confronto al livello regionale al fronte dell’esistenza di “mille molisani in condizione di povertà”. “Avevamo intuito questo andamento – afferma la Boccardo in una nota – quando i nostri uffici del Caf, già nei primi giorni di…

Povertà, in un mese mille domande per il reddito di inclusione

6 gennaio 2018 -… Quindi, la proposta operativa: «Deve essere proprio una istanza di confronto a livello regionale lo strumento per mettere a punto una strategia univoca nazionale-regionale di contrasto alla povertà e al disagio sociale» e serve «l’impegno di tutti per trasformare una misura passiva in una straordinaria …

Piemonte

Anno 2017, documento sintesi Giunta_con indice – Regione Piemonte 

27 dicembre 2017 – Resoconto della Giunta Regionale sulle attività svolte nel 2017…WELFARE E DIRITTI. 11. Welfare. 11. Politiche per l’abitare. 11. Lotta alla povertà. 11. Minori e famiglia…

Reddito e posti di lavoro: tra nuovi poveri e Industria 4.0

21 dicembre 2017 – Il tema delle trasmissione, “il reddito di iclusione e la povertà in Italia”, con le drammatiche cifre fornite dai dati dell’Eurostat (10 milioni e mezzo di persone con sintomi di povertà) è stato dibattuto anche da Raffele Gallo, consigliere della Regione Piemonte per il Pd e dal segretario della Uilm Piemonte, …

Puglia

Regione Puglia: DGR 1719/2017, Indirizzi per la chiusura della II annualità del Reddito di Dignità

20 dicembre 2017 – In relazione al mutato contesto normativo nazionale in materia di contrasto alla povertà, la delibera contiene gli indirizzi operativi transitori per la chiusura della II annualità del Reddito di Dignità – misura regionale per il sostegno al reddito e l’inclusione sociale  attiva – e l’introduzione del nuovo Reddito di Inclusione (REI).
Puglia_DGR_1719_2017

Caos in Puglia sul Reddito di inclusione, la denuncia: “Chiesti 15 euro per presentare la domanda”

25 dicembre 2017 – La Puglia, infatti, sarà dal 2018 l’unica regione italiana ad avere, contemporaneamente, due misure contro la povertà. La giunta Emiliano non intende eliminare il Reddito di dignità e ha intenzione di impostarlo diversamente. Stando a quanto annunciato dal presidente Michele Emiliano, il Red andrà a…

Approvazione Bilancio Previsione 2018 Regione Puglia: il dibattito in aula

23 dicembre 2017 – Aumenta la povertà nella nostra Regione nonostante il Red, poi sospeso per l’introduzione della misura nazionale, come prevedemmo, creando così ulteriore confusione. Il tasso di natalità è tra i più bassi in Italia e non ci sono interventi a sostegno delle famiglie e dei figli e siamo costantemente in …

Recupero degli sprechi alimentari: tra normative, contrasto alla povertà e volontariato

18 dicembre 2017 – … sulle iniziative dell’assessorato per la maggiore implementazione delle misure di contrasto alla povertà, del consigliere regionale Dr. Ruggiero Mennea che in videoconferenza ha illustrato la rilevanza sociale della legge regionale 13 e l’ambito della sua applicazione…

Sostegno alle famiglie oltre 5mila richieste in tutta la Regione Puglia… 

3 gennaio 2018 –  Dal 1° dicembre al 31 dicembre dello scorso anno sono state presentate 5.676 domande di accesso al Rei (Reddito di inclusione) o al Red (Reddito di dignità) attraverso alla piattaforma regionale unica. Lo rende noto la Regione Puglia. In particolare, sono state 416 le domande di accesso al Red (cioè …

Sardegna

Povertà – la Nuova Sardegna 

20 dicembre 2017 – Povertà, emergenza in Sardegna: in miseria 9 anziani su cento. di Silvia Sanna. Gli over 65 in aumento: formano il 22 per cento della popolazione regionale. Più di mezzo milione di persone percepisce la pensione per una spesa totale che supera il 22% del Pil regionale. sabato 15 aprile 2017…

Le Povertà in Sardegna tra realtà e percezione | Sardegna Magazine 

19 dicembre 2017 – Dopo i saluti del presidente regionale delle Acli Franco Marras i dati verranno presentati dal gruppo di ricerca costituito da Antonello Caria, Sara Frau e Vania Statzu. Al termine la tavola rotonda vedrà gli interventi di: Aide Esu (Università di Cagliari), Vittoria Casu (Ordine Assistenti Sociali Sardegna), Fabio Tore…

Sicilia

Anticipi pensionistici, assegni sociali e livello povertà: Catania al primo posto in Sicilia

5 gennaio 2018 – Anticipi pensionistici, assegni sociali e livello povertà: Catania al primo posto in Sicilia … “Con il nuovo governo regionale e con l’assessore Razza – concludono – dovrà essere affrontata la rivisitazione delle linee guida emanate del nuovo Piano socio-sanitario regionale, pubblicato nell’estate scorsa…

Messina, 2565 indigenti chiedono aiuto al Comune

È il numero di cittadini costretti a sopravvivere con 500 euro al mese, o meno, che in soli 30 giorni hanno fatto richiesta per ottenere il reddito di inclusione. Ecco come funziona e come presentare la domanda.

Sono 2565 le richieste di Rel inoltrate dal 1° dicembre 2017 al Dipartimento politiche sociali del Comune di Messina…

I numeri della povertà. Reddito di inclusione, in Sicilia 50 mila… 

24 dicembre 2017 –  “La nuova Assemblea Regionale Siciliana discuta e approvi come primo atto il ddl di iniziativa popolare per il contrasto alla povertà assoluta che da oltre due anni è depositato all’Ars- afferma Vito Lo Monaco, presidente del Centro Studi Pio La Torre e continua- Chiediamo alla nuova Assemblea di fare proprio il ddl…

Toscana

La nuova misura Rei e il suo impatto nelle politiche pubbliche regionali e locali

27 dicembre 2017 – Nell’ambito del ciclo di incontri organizzati da Regione Toscana, ANCI e Università di Siena dedicato ad analisi, politiche e strumenti per il contrasto alla povertà si terrà a Firenze (data e luogo da definire) il convegno “La nuova Misura REI e il suo impatto nelle politiche pubbliche regionali e locali”. Il programma (che sarà…

Trentino Alto Adige

 [Comunicato stampa provincia autonoma di Trento]
“Sostegno per l’Inclusione Attiva”: approvato lo schema di convenzione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali

28 dicembre 2017 – Oltre 2.231.000 euro: a tanto ammontano, su base pluriennale, le risorse, di provenienza statale e in parte riferibili a fondi europei, con cui in Trentino sarà potenziato lo strumento nazionale denominato “Sostegno per l’Inclusione Attiva” (SIA), che a breve evolverà nel “Reddito di Inclusione”…

Umbria

Regione Umbria: LR 16/2017, Promozione della donazione e redistribuzione di beni

20 dicembre 2017 – Tutelare il diritto di ogni individuo all’accesso al cibo, ridurre gli sprechi e la produzione dei rifiuti, favorire il recupero e la donazione a fini di solidarietà sociale delle eccedenze alimentari e dei prodotti farmaceutici, promuovere l’insediamento di centri di riuso per il conferimento e lo scambio di beni. Sono i principali obiettivi della nuova legge sulla donazione e la redistribuzione di beni varata dalla Regione Umbria.
Umbria_LR_16_2017

Lavori d’Aula: bilancio di previsione Regione Umbria…

21 dicembre 2017 – Misure adeguatamente sostenute dalla regione con risorse proprie, che rappresentano una risposta ai bisogni della popolazione che, anche per il perdurare degli effetti della crisi, ha conosciuto nuove povertà che riguardano i nuclei più fragili, composti da giovani coppie con figli o famiglie che assistono familiari disabili.

Umbria – Giunta regionale illustra bilancio attività 2017

22 dicembre 2017 – Giunta regionale illustra bilancio attività 2017 e impegni 2018: solidità finanziaria e investimenti strategici per sviluppo e ricostruzion… “è stato un anno straordinario in cui è stata data risposta a temi fondamentali come il ‘dopo di noi’, l’autosufficienza, la povertà integrando leggi nazionali, risorse comunitarie e regionali”.

Veneto

Progetto di housing per i senza dimora. Lanzarin: “ulteriore tassello…”

4 gennaio 2018 – Modello di Housing first, approvato dal Ministero con un fondo di 3.310.700 euro, la Regione del Veneto, in qualità di ente capofila, ed i Comuni di Venezia, Padova, Verona, Vicenza, Treviso e Rovigo in qualità di partners, intendono perseguire questa metodologia, guidando un processo di…

«Così si brucia una generazione molti sono a rischio povertà»

1 gennaio 2018 –  «Così si brucia una generazione molti sono a rischio povertà». VENEZIA. «Chi riesce ad entrare nel mondo del lavoro, lo fa in … Il segretario della Cgil del Veneto sottolinea l’involuzione del mercato del lavoro anche nella nostra regione. «Le polemiche che si fanno sui giovani svogliati sono infondate…

Puoi chiedere il Reddito d’inclusione?

3 gennaio 2018 – …Questo significa che per ciascuna di queste misure assistenziali c’è un ufficio, un dipartimento, ci sono dei dipendenti che devono erogarle, ci sono dei dirigenti che devono controllare i dipendenti, c’è una sede in ogni regione, in ogni comune. E siccome per ogni milione di euro spesi in assistenza…

Reddito di inclusione: cosa serve perché funzioni

5 gennaio 2018 – Il Rei dovrebbe mettere in moto un percorso integrato di riabilitazione sociale e di inclusione lavorativa delle persone in difficoltà. Si dovrebbe così creare un welfare di comunità focalizzato sulle reti di prossimità e l’accumulo di capitale sociale.

Uno dei fattori chiave della riuscita del reddito di inclusione ReI sta nella capacità delle istituzioni che erogano i servizi di prossimità di coordinare la complessità e multidimensionalità degli interventi riservati ai soggetti svantaggiati, mantenendo qualità di prestazioni assistenziali comparabili nei diversi ambiti territoriali. …

 

WELFORUM

I Fondi strutturali a supporto delle politiche di inclusione sociale

20 dicembre 2017 – Il 27 novembre a Milano (replicato il 4 dicembre a Bari) si è tenuto il primo evento di lancio del REI organizzato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. In quella occasione è stato anche presentato il PON Inclusione, il programma operativo che, grazie alle risorse messe a disposizione dal Fondo Sociale Europeo, ha permesso di impostare una strategia di sviluppo del welfare italiano coordinata e lungimirante…

Povertà come deprivazione in termini di capabilities

26 dicembre 2017 – …Da ormai molti anni si è sviluppata sia a livello scientifico che, in alcuni paesi, anche a livello istituzionale una sensibilità sempre maggiore nell’interpretare la povertà come fenomeno multidimensionale, ancorato dunque non solo alla componente reddituale ma anche ad altri aspetti della vita quotidiana delle persone…

Contrasto alla povertà: REI, riforma da attuare

20 dicembre 2017 – …A vent’anni dalla Commissione Onofri, e dopo una serie di misure sperimentali, finalmente anche l’Italia si è dotata di una misura strutturale rivolta ai poveri. Certo non è ancora un vero reddito minimo come nei paesi europei più avanzati, ma l’impalcatura è ormai realizzata. Inoltre si prevede un apposito Fondo per il suo finanziamento ed una quota di risorse specificatamente destinate al rafforzamento dei servizi territoriali che la devono attuare.

Tavola rotonda dei Promotori, gli interventi

27 dicembre 2017 – Quali sono le priorità nelle politiche sociali per la conclusione dell’attuale e per la prossima legislatura, su cui Welforum deve continuare a puntare l’attenzione con analisi e proposte? Inizia con questo interrogativo la terza parte del Convegno svoltosi a Roma presso la sede del Cnel lo scorso 28 novembre. Dopo un’introduzione a cura del nostro direttore Emanuele Ranci Ortigosa, pubblichiamo qui una sintesi dei principali suggerimenti e punti di attenzioni proposti da alcuni dei Promotori di Welforum partecipanti alla tavola rotonda, in tema di servizi e politiche sociali. In conclusione, l’intervento finale di Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche sociali….

[video degli interventi di Claudia Fiaschi, Portavoce del Forum Nazionale Terzo settore, e Francesco Marsico, Coordinatore Alleanza contro la Povertà in Italia]

 

INPS

Reddito di Inclusione: disciplina e modalità di accesso al beneficio

22 novembre 2017 – Il Reddito di Inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale introdotta dal decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, emanato in attuazione della legge-delega 15 marzo 2017 con decorrenza dal 1° gennaio 2018.

Tale misura prevede un beneficio economico erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa.
Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi, dai quali saranno sottratte le eventuali mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) percepite.

Il nucleo richiedente dovrà soddisfare specifici requisiti di residenza e anagrafici, economici, di composizione del nucleo familiare e di compatibilità, specificamente dettagliati nella circolare.

L’ammontare dell’importo è correlato al numero dei componenti del nucleo familiare e tiene conto di eventuali trattamenti assistenziali e redditi in capo al nucleo stesso. In ogni caso, l’importo complessivo annuo non può superare quello dell’assegno sociale.

Coloro che, alla data del 1° dicembre 2017, stanno ancora percependo il SIA potranno presentare immediatamente domanda di REI o decidere di presentarla al termine della percezione del SIA, senza che dalla scelta derivi alcun pregiudizio di carattere economico.
La circolare INPS 22 novembre, n. 172 fornisce le prime istruzioni amministrative, illustra il riordino delle prestazioni assistenziali finalizzate al contrasto alla povertà, in particolare del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) e dell’ASDI (Assegno Sociale di Disoccupazione) e la conseguente rideterminazione del fondo povertà a decorrere dal 2018.
La domanda di accesso alla prestazione potrà essere presentata dal 1° dicembre 2017, presso i comuni o altri punti di accesso identificati dagli stessi, utilizzando il modello (pdf 718KB) allegato alla circolare. Al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, il richiedente deve essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità.

 

Seguici su http://www.alleanzacontrolapoverta.it/ o su FACEBOOK

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum