Il futuro è sociale. Diamo forza al welfare – Incontri sui territori

volantino_personalizzabile_territori_altaqualitàOgni giorno milioni di persone si impegnano e partecipano per un Paese più giusto e solidale, perché credono che fiducia e voglia di investire sul futuro ripartano se si realizza una rete di politiche e servizi per l’infanzia, gli anziani, le famiglie, per la lotta a ogni forma di esclusione e povertà.
Perché nei Paesi dove c’è più Welfare c’è più crescita e sviluppo.

Incontro nazionale a Roma il 3 novembre 
Incontri territoriali con i Forum regionali

Segui l’evento anche sulla pagina Facebook e su Twitter  con l’hashtag  #ilfuturoèsociale

Materiali:
Volantino “Il futuro è sociale”
Volantino “Il futuro è sociale” (formato A4)

Il Comunicato stampa dell’evento nazionale a Roma: Investire in politiche di welfare significa investire nel futuro e nella crescita del nostro Paese

A seguire, ed in via di definizione, gli eventi organizzati dai Forum del Terzo settore sui territori.

Forum Terzo Settore Emilia Romagna Martedì 15 dicembre Conferenza stampa presso la sede delle Acli Regionali in via Lame 116 a Bologna . Con interventi dal Forum Terzo Settore Emilia Romagna, associazioni e Alleanza contro la Povertà in Italia, Sindacati e Regione. Qui tutte le informazioni
Forum Terzo Settore Lombardia Lunedì 30 novembre Conferenza stampa con assessori alle politiche sociali e sanità delle città lombarde in materia di Riforma socio/sanitaria.
Presso Cascina Triulza – Expo Milano 2015 h.11La discussione su come la riforma sociosanitaria della Regione impatta sul welfare di comunità dei territori della Lombardia vedrà protagonisti operatori e volontari delle organizzazioni di terzo settore, amministratori e dirigenti di Comuni e Enti Locali, rappresentanti della Fondazione CARIPLO. Al centro la preoccupazione di come rilanciare l’azione sociale, penalizzata dalla riforma regionale. Il welfare si fa comunità: non tagli ma investimenti. Il difficile rapporto tra riforma sociosanitaria lombarda e protagonismo di Comuni e Terzo settore. Qui il testo completo
Qui il documento: 
Riforma sociosanitaria in Lombardia: l’analisi del Forum
Forum Terzo Settore Lazio Venerdì 6 novembre Conferenza stampa con Stefano Tassinari, vice presidente nazionale ACLI, coordinatore Consulta welfare del Forum Terzo Settore, On. Ileana Piazzoni, Commissione Politiche Sociali, Camera dei Deputati. Coordina Gianni Palumbo, portavoce Forum TS del Lazio.
Presso “Binario 95”, Stazione Termini, in via Marsala 95, Roma.
Forum Terzo Settore Piemonte Venerdì 30 ottobre Conferenza stampa: Il Reddito per l’Inclusione Sociale (REIS) e gli investimenti per il Welfare
promossa da Alleanza contro la povertà e Forum del Terzo Settore in Piemonte
Interverranno gli assessori regionali: Gianna Pentenero, Assessore all’Istruzione, Lavoro, Formazione professionale; Augusto Ferrari, Assessore alle Politiche sociali, della famiglia e della casa.
Presso la Regione Piemonte – piazza Castello, 165
Info: tspiemonte@forumaps.org – acli@aclipiemonte.it
Forum Terzo Settore Veneto Data in via di definizione Conferenza stampa con europarlamentari

 

APPELLO

Il futuro è sociale
Diamo forza al welfare

Cittadini attivi per il welfare sociale
Ogni giorno milioni di persone si impegnano e partecipano attivamente:
– per un Paese più giusto e solidale, a partire dal rispetto verso coloro che più stanno pagando i costi della crisi e che rischiano di non avere più diritto ai propri diritti
– perché credono che la fiducia e la voglia di investire sul futuro riparta se, col concorso di tutta la comunità, si realizza una rete di politiche e servizi per l’infanzia, gli anziani, le famiglie, per la lotta a ogni forma di esclusione e povertà.
Nei Paesi dove c’è più Welfare c’è più crescita e sviluppo.

A partire da questo impegno per comunità attive e solidali, del quale è protagonista il mondo del Terzo Settore, chiediamo di:

1. Investire nel welfare. Da Sud a Nord
Si costruisca insieme, istituzioni e forze sociali, un piano nazionale che superi i tanti e diseguali sistemi regionali e si stanzino risorse certe e stabili (praticamente dimezzatesi negli anni di crisi), che insieme al Fondo Politiche Sociali arrivino gradualmente in alcuni anni a un incremento complessivo dello 0,9% di Pil (15 mld€), senza tagliare altre risorse ai Comuni, per sostenere:
– la lotta alla povertà assoluta attraverso una misura attiva quale il REIS (Reddito di inclusione sociale)
– l’infanzia e adolescenza
– la disabilità e non autosufficienza, vincolando la sanità all’integrazione sociosanitaria
– l’immigrazione: asilo, integrazione, cittadinanza
– le famiglie

2. Garantire i livelli essenziali delle prestazioni
Si costruisce dignità, si rispetta la Costituzione e non si sprecano i soldi solo definendo e rendendo esigibili i livelli essenziali delle prestazioni. Bisogna dare obiettivi a ogni servizio, adottando adeguati strumenti di verifica, monitoraggio, controllo. Inoltre occorre mettere in rete le innovazioni che già si realizzano sul territorio.

3. Far crescere il lavoro sociale
Riconoscere il lavoro sociale garantisce un welfare migliore e nuova occupazione. Serve aiutare le famiglie nel ricorso al lavoro di cura o educativo regolare anche prevedendo maggiori detrazioni e agevolazioni fiscali (“social bonus”).

4. Partecipare alla programmazione e all’organizzazione nazionale e locale del welfare
Volontariato, associazionismo e imprenditorialità sociale siano partner attivi delle politiche pubbliche, non semplici fornitori al costo più basso possibile e con ritardi nei pagamenti. Istituzioni e Terzo Settore devono promuovere insieme una reale partecipazione delle persone e della comunità nella programmazione, progettazione, realizzazione, monitoraggio e verifica dei servizi.

5. Trasparenza
Partecipazione, trasparenza ed eticità sono la vera lotta contro ogni forma di spreco, di speculazione, di corruzione, di clientelismo e di finto Terzo Settore. L’impegno alla trasparenza riguarda tutti gli attori coinvolti, quindi anche le Pubbliche Amministrazioni.

Scarica il documento: #ilfuturoèsociale – Appello e schede approfondimento

Stampa questo articolo