Migranti a lavoro per il Campo dei Partigiani, nel cimitero di Staglieno. Un gesto importante

Roma 18 aprile 2016 – Un gesto importante quello compiuto lo scorso fine settimana da un gruppo di migranti e richiedenti asilo che, insieme ai volontari e agli operai del Comune, hanno lavorato, all’interno del Cimitero di Staglieno, per la sistemazione del Campo dei Partigiani, nell’ambito di un Progetto, promosso dall’ARCI di Genova, di manutenzione e cura di uno dei luoghi più simbolici dell’antifascismo e della memoria genovese.

Vedere migranti restituire decoro ad un cimitero di partigiani, a ridosso della vigilia del 25 aprile, ci fa molto riflettere. Il loro impegno assume un significato ancora più profondo se pensiamo che è compiuto da persone con alle spalle storie di sofferenze, di diritti calpestati, e fuggiti dai loro paesi alla ricerca e nella speranza di un futuro migliore, a dimostrazione che l’anelito di libertà e di dignità dell’uomo è senza tempo e senza confini.”  Così Pietro Barbieri, Portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore

Stampa questo articolo