Introduzione a Fondi e Finanziamenti Europei 2014-2020

Date: Avvio corso 7 novembre 2016 on line.
10 e 11 novembre in presenza a Roma; 12 e 13 dicembre in presenza a Bari.

Destinatari: Responsabili e dirigenti di organizzazioni aderenti al Forum del Terzo Settore.

Contenuti ed obiettivi del seminario: I Fondi strutturali europei muoveranno nel complesso oltre 454 miliardi di euro nel periodo 2014-2020 in tutti i territori dell’Unione. Questa gran massa di investimenti dovrà servire a declinare nei diversi contesti la strategia Europa 2020 che promuove una crescita intelligente, inclusiva e sostenibile. Il nuovo quadro strategico intende favorire la creazione di posti di lavoro e riportare l’economia europea a crescere in modo sostenibile, il tutto promuovendo l’inclusione sociale delle persone più fragili e sviluppando la coesione nelle comunità territoriali anche attraverso lo scambio di esperienze e buone pratiche. In questo quadro strategico le organizzazioni di Terzo Settore possono esercitare al meglio le proprie missioni, concorrendo concretamente ed operativamente alla realizzazione della strategia Europa 2020. Ma, per far questo, è necessario che siano consapevoli delle opportunità offerte dai fondi strutturali e di investimento 2014-2020.

Con il corso intendiamo offrire una prima panoramica generale dell’architettura complessiva della politica di coesione europea, illustrando in particolare come i vari fondi e programmi concorrano alla stessa. Parallelamente verranno fornite indicazioni sulle principali aree di intervento in cui saranno concentrate le risorse finanziarie e sulle relative modalità di accesso.

Obiettivo principale del corso sarà dunque quello di permettere ai partecipanti di individuare quali fondi e programmi prevedono opportunità in linea con la mission della propria organizzazione.

Al termine del corso verrà avviata una raccolta di bisogni formativi fra i partecipanti per studiare la possibilità di sviluppare ulteriori percorsi formativi che approfondiscano singole aree tematiche di particolare interesse per le organizzazioni di Terzo Settore.

La prima parte on line della durata di 10 ore darà l’opportunità di fruire del materiale informativo e formativo e la possibilità di partecipare a forum di discussione per approfondire i temi con i docenti.

La seconda parte del corso della durata di 12 ore si svolgerà in presenza. A Roma il 10 e 11 novembre. A Bari il 12 e 13 dicembre. Per tutti coloro che non potranno spostarsi, in streaming collegandosi al link: https://global.gotomeeting.com/join/698117965 tramite la piattaforma “GO TO MEETING”. Codice accesso: 698-117-965


Bari, 12 e 13 dicembre 2016: Introduzione ai Fondi Strutturali e di Investimento dell’Unione Europea
Seminario in presenza/simultanea 12 e 13 dicembre 2016

Sede: Bari – c/o ABAP – Via G. Petroni

Lunedì 12 dicembre

ore: 09:00 – 13:00

  • introduzione al corso
  • la piattaforma di e-learning
  • le politiche di sviluppo e coesione dell’UE ed i fondi strutturali
  • L’innovazione tecnologica quale driver dello sviluppo
  • La costruzione di una rete di partenariato per la partecipazione ad un progetto europeo

ore 13:00 – 14:00 pausa

ore 14:00 – 18:00

  • Le politiche di coesione in Italia
  • Fondi e fondi indiretti
  • Il Codice di Condotta Europeo sul Partenariato
  • L’Accordo di partenariato italiano e la sua articolazione nei PON e nei POR

Martedì 13 dicembre

ore: 09:00 – 13:00

  • I regolamenti comunitari, l’accordo di partenariato e la predisposizione di un programma operativo regionale
  • l’OT 9 ed il PON Inclusione
  • Le opzioni strategiche dell’Accordo di Partenariato e lo sviluppo territoriale
  • Il Quadro Finanziario Pluriennale ed i fondi SIE

Roma, 10 e 11 novembre 2016: Introduzione a Fondi e Finanziamenti Europei 2014-2020. Capire l’architettura delle politiche di coesione per orientarsi fra i fondi ed i programmi

Sede: Istituto Salesiano Sacro Cuore, via Marsala 42

Giovedì 10 novembre
Ore 14.00
Registrazione e Inizio lavori

Introduzione al corso a cura del Forum del Terzo Settore

  • La piattaforma elearning funzionamento e opportunità – Alessio Ceccherelli

Ore 14.30 -16.30

  • Cosa sono i Fondi e perché ci sono (inquadramento generale): i Fondi a gestione diretta; i Fondi a gestione indiretta, I programmi per la cooperazione territoriale europea Iniziative prioritarie: per la crescita intelligente, per la crescita sostenibile, per la crescita solidale,

Ore 17.00-19.00

  • La politica di coesione in Italia: Il contesto di riferimento; la Carta degli aiuti a finalità regionale per l’Italia, valida per il periodo 1° luglio 2014 – 31 dicembre 2020; Gli obiettivi di Europa 2020 in Italia.

Venerdì 11 novembre

Ore 8.30 – 10.30

L’Accordo di partenariato Italia 2014-2020 ed i Programmi Operativi Nazionali (PON).

Ore 11.00- 13.00

I Programmi Operativi Regionali (POR) e la loro integrazione con i P.O.N.

Ore 13.00-14.00 Break

Ore 14.00- 16.30

La dimensione territoriale delle politiche di coesione: l’approccio territoriale allo sviluppo regionale; Gli strumenti di sviluppo territoriale integrato; Sviluppo locale di tipo partecipativo CLLD (Community-led local development); Investimenti Territoriali Integrati (ITI).

Al termine del corso, in presenza e a distanza sarà possibile ricevere l’attestato di partecipazione per chi ha raggiunto l’80% del percorso formativo

Informazioni pratiche: le iscrizioni, fino ad un massimo di 30 partecipanti, al corso in presenza e a distanza si potranno effettuare dal 20 ottobre al 6 novembre inviando a forum@forumterzosettore.it la scheda di iscrizione e la ricevuta del bonifico per il contributo alle spese organizzative di 10 € da effettuarsi tramite bonifico bancario al Forum Nazionale del Terzo Settore IBAN IT 92 H 033 5901 6001 0000 0002 894  BANCA PROSSIMA


Dal 7 novembre gli iscritti troveranno sulla piattaforma per la FAD (Formazione a Distanza) il materiale propedeutico per la formazione in presenza e i corsi di approfondimento sulle tematiche di specifico interesse del corso, spazi per il confronto con i docenti, forum di discussione ed esercitazioni.
A chiusura del corso saranno attivati sempre in piattaforma  spazi per la richiesta di ulteriori fabbisogni formativi.
L’attestato di partecipazione potrà essere conseguito con una partecipazione pari all’80% del corso.

Strumenti necessari per il corso:

  • una buona connessione internet
  • Il computer personale per la formazione in presenza e a distanza

Le specifiche istruzioni per la partecipazione saranno inviate al momento della iscrizione.

 

Articolazione del corso: (ognuno dei temi sarà trattato con una pillola video di circa 15 minuti con test finale)

Corsi elearning dal 7 al 20 novembre

  • Inquadramento delle istituzioni UE e dei principali trattati –
    • Istituzioni dell’UE: ruolo di Commissione Europea, Parlamento Europeo, Consiglio Europeo (15 min.)
    • Trattati dell’UE (15 min.)
    • Bilancio e Quadro Finanziario Pluriennale (15 min.)
    • Politica di Coesione (15 min.)
  • Rapporti Unione Europea e Stati Membri e forme di raccordo delle rispettive politiche:
    • semestre europeo – 10 minuti
    • position papers- 5 minuti
    • programmi di stabilità e convergenza – 10 minuti
    • programmi nazionali di riforma- 10 minuti
    • analisi annuali della crescita – 5 minuti
    • raccomandazioni ai singoli paesi e all’area euro – 5 minuti
  • Fondi a gestione diretta e indiretta (differenza fra le due tipologie)
    • Fondi a gestione diretta:
      • per la competitività e la crescita intelligente;
      • per la ricerca e l’innovazione;
      • per l’istruzione, la formazione, i giovani e lo sport;
      • per l’occupazione e l’innovazione sociale;
      • per la crescita sostenibile e le risorse naturali;
      • per la sicurezza e la cittadinanza europea;
      • per la Sicurezza Interna, la Giustizia; i diritti, l’uguaglianza e la cittadinanza;
      • per la cittadinanza europea;
      • per la cultura;
      • per la salute;
      • per la cooperazione internazionale.
    • I Fondi a gestione indiretta:
      • il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR);
      • il Fondo Sociale Europeo (FSE);
      • il Fondo di coesione (FC);
      • il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);
      • il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP);
      • il Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici (FEIS);
      • il Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC).
    • I Programmi per la Cooperazione Territoriale Europea (CTE):
      • Programmi di cooperazione transfrontaliera (Italia);
      • Programmi di cooperazione transfrontaliera esterna;
      • Programmi di cooperazione transnazionale;
      • Programmi di cooperazione interregionale.
    • Iniziative prioritarie:
      • per la crescita intelligente
        • Agenda digitale europea
        • Unione dell’innovazione
        • Youth on the move
      • per la crescita sostenibile
        • Un’Europa efficiente sotto il profilo delle risorse
        • Una politica industriale per l’era della globalizzazione
      • per la crescita solidale
        • Agenda per nuove competenze e nuovi lavori
        • Piattaforma europea contro la povertà

 

Aree di approfondimento:

I Programmi Operativi Nazionali Italiani

  • PON città metropolitane
  • PON per la scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento
  • PON legalità
  • PON cultura
  • PON iniziativa occupazione giovani
  • PON Sistemi di Politiche Attive per l’Occupazione
  • PON Inclusione
  • PON Governance e Capacità Istituzionale
  • PON Ricerca e Innovazione
  • PON Imprese e Competitività
  • PON Infrastrutture e Reti
  • Programmi nazionali FEASR
  • Programma nazionale FEAMP
  • Programma Operativo relativo al Fondo di aiuti europei agli indigenti (FEAD)

Lo sviluppo locale

  • Le strategie nazionali e regionali per lo sviluppo locale integrato
  • La strategia per le aree urbane (Agenda urbana nazionale per lo sviluppo urbano sostenibile)
  • La strategia per le aree interne
  • Gli obiettivi del FEASR ed I Programmi di Sviluppo Rurale (PSR)
  • La strategia per lo sviluppo locale delle aree rurali in ambito LEADER (FEASR)
  • La strategia per lo sviluppo delle aree marittimee costiere dipendenti dalla pesca (FEAMP)
  • Specificità del Fondo Sociale Europeo (FSE) nell’approccio territoriale
  • Le strategie regionali di Specializzazione Intelligente