#Associati

07/06/2011 La Fish in piazza per chiedere l’abrogazione della norma del Decreto legge n. 70/2011

07/06/2011
La Fish e la Fand, con i sindacati e le organizzazioni di difesa dei diritti dei disabili, sono scese in piazza Montecitorio questa mattina per chiedere l’abrogazione della norma del Decreto legge n. 70/2011 (Decreto Sviluppo) che elimina l’obbligo per le aziende di certificare di essere in regola con gli obblighi della legge 68/99.
Il Decreto Sviluppo infatti apporta modifiche al Codice degli appalti pubblici (decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163), eliminando l’articolo 17 della legge 68 sul collocamento obbligatorio dei disabili e quindi l’obbligo per le aziende di presentare la certificazione di ottemperanza.
Le delegazioni delle organizzazioni, accompagnate dai deputati Argentin, Pedoto e Schirru, hanno successivamente incontrato rappresentanti delle Commissioni Bilancio, Finanze e Lavoro.
In particolare Vannucci, primo firmatario, e Fluvi che hanno illustrato l’emendamento soppressivo della norma che elimina l’autocertificazione di ottemperanza, mentre il vice presidente della Commissione Lavoro Cazzola ha preannunciato un parere in senso favorevole. Disponibilità a sostenere le proposta sono venute anche da rappresentanti della maggioranza, tra gli altri Ventucci, Baccini, Molteni e Porcu.
Per mercoledì e giovedì sono previste le votazioni degli emendamenti al decreto.
Anche in relazione alla vicenda Abili a proteggere, i lavoratori disabili licenziati dalla Protezione Civile, è stata sollecitata l’attenzione dei parlamentari. Domani sul tema conferenza stampa di Ileana Argentin. Nei prossimi giorni saranno valutati gli esiti delle interrogazioni e delle iniziative assunte.
Nota diramata da Augusto Battaglia, Forum Welfare del Partito Democratico

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum