#Associati

UICI – Giornata Nazionale del Braille – 21 febbraio 2013

 

 

COMUNICATO STAMPA

Giornata Nazionale del Braille – 21 febbraio 2013

 

            La legge 3 agosto 2007, n. 126 istituisce la Giornata Nazionale del Braille il metodo di lettura e scrittura per i ciechi. La Legge ha stabilito che la celebrazione di questa giornata sia considerata solennità civile da utilizzare per “promuovere idonee iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, nonché studi, convegni, incontri e dibattiti presso le scuole e i principali mass-media, per richiamare l’attenzione e l’informazione sull’importanza che il sistema Braille riveste nella vita delle persone non vedenti e di quanti sono coinvolti direttamente o indirettamente nelle loro vicende”.

            Ottenere che l’educazione dei ciechi e degli ipovedenti avvenisse nella scuola di tutti ha costituito una grande conquista, un segno di civiltà. Tuttavia, la scuola non era e non è ancora preparata a garantire a questi soggetti le pari opportunità: i testi scolastici che devono essere adottati arrivano in ritardo, qualche volta a metà anno scolastico; gli insegnanti di sostegno non hanno una preparazione specifica e spesso non conoscono neppure il Braille; la scuola non crea le condizioni perché i nostri ragazzi possano praticare le attività sportive e giocare con i compagni di classe; manca del tutto l’assistenza scolastica domiciliare e qualsiasi forma di consulenza ai genitori ed agli insegnanti di sostegno.

            Alle suddette carenze di sempre, del processo di integrazione scolastica dei ciechi e degli ipovedenti, si aggiungono pericolosamente, oggi, quelle relative alla inaccessibilità delle nuove tecnologie per gli studenti ciechi, per gli insegnanti ed i genitori ciechi:

  • per gli studenti: i testi scolastici elettronici;
  • per gli insegnanti: registro di classe e personale, lavagne multimediali, corsi obbligatori di sicurezza;
  • per i genitori: sistema di iscrizione on line e controllo delle assenze e delle comunicazione con la scuola on line.

            Il Braille oggi viene letto spesso e volentieri attraverso l’ausilio informatico, se il programma è inaccessibile il Braille diventa cieco.

            Le tematiche sopradescritte saranno affrontate nel Convengo organizzato dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, dal Club Italiano del Braille e dagli Enti Fondatori, che si terrà a Napoli il giorno 21 febbraio presso il Teatro Cilea – Via San Domenico, 11 con il seguente programma:

Ore 9.30 – Presentazione dell’evento e saluto ai partecipanti:

Pietro Piscitelli, Presidente del Consiglio Regionale della Campania dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus e Presidente della Biblioteca Italiana per Ciechi “Regina Margherita” – Monza

Intervengono:

Tommaso Daniele, Presidente Nazionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus e Presidente dell’Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione  (I.Ri.Fo.R.) Onlus

Rodolfo Masto, Presidente della Federazione Nazionale delle istituzioni Pro Ciechi e Commissario Straordinario dell’Istituto dei Ciechi di Milano

Giuseppe Castronovo, Presidente dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità – I.A.P.B. Italia Onlus e Presidente della Stamperia Regionale Braille di Catania

Giuseppe Terranova, Presidente del Centro Regionale “Helen Keller” – Messina

Michele Borra, Presidente dell’istituto “Francesco Cavazza” di Bologna

Saluto delle Autorità

Breve intermezzo musicale a cura di Luciana Canonico (studentessa al 5° anno di Conservatorio)

Ore 11.00 – “Braille: l’alfabeto dell’uguaglianza e della libertà”

Giancarlo Abba, Direttore Scientifico dell’Istituto dei Ciechi di Milano

Ore 11.20 – “Il Braille nel mondo della tecnologia”

Nunziante Esposito, Osservatorio Siti Internet dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus

Ore 11.40 – “La scrittura Braille: uno strumento anche per la musica”

Luigi Ricciardi, Docente di educazione musicale

Ore 12.00 – Conclusioni

Nicola Stilla, Presidente del Club Italiano del Braille

Ore 12.10 – Presentazione del libro “Le parole che fanno bene al cuore” di Tommaso Daniele

A seguire, il Maestro Luigi Ricciardi, eseguirà al pianoforte una selezione di brani musicali.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum