#Notizie

FORTES – Il programma della Winter School di ForTes “Comunicare per prevenire”

Il titolo non è uno slogan, ma un’attività fondamentale nelle complesse società contemporanee. In quasi tutti gli ambiti della vita quotidiana, acquisire informazioni, conoscenze e competenze sui potenziali rischi nei quali si incorre è un aspetto imprescindibile dell’essere cittadino oggi. Le catastrofi naturali, i rischi ambientali ed industriali, la prevenzione in sanità, la costruzione della legalità e la prevenzione della criminalità, la prevenzione della vulnerabilità sociale, in particolare, per i minori e per le dipendenze, sono gli ambiti che verranno indagati, cercando di individuare le forme e le modalità migliori della attività di comunicazione in relazione alle progettualità, ai servizi e agli interventi della prevenzione.

 

Siena, 13-17 novembre 2013

Definiti tutti i nomi dei relatori che parteciperanno alla Winter School della Fondazione ForTes :  “Comunicare per prevenire”.  Alla settimana di alta formazione interverranno esperti nazionali e internazionali sui tanti aspetti della comunicazione finalizzata alla prevenzione. Gli ambiti che verranno indagati sono molteplici: dai rischi causati dalle catastrofi naturali, ai rischi ambientali ed industriali, alla prevenzione del rischio in sanità, alla costruzione della legalità e prevenzione della criminalità. La Winter School affronterà anche argomenti come la prevenzione della vulnerabilità sociale, in particolare, per quanto riguarda i minori e le dipendenze. Non mancheranno relazioni sulla sicurezza urbana partecipata e sulle politiche pubbliche di prevenzione. Durante i cinque giorni di formazione, docenti e partecipanti, cercheranno di individuare le forme e le modalità migliori dell’attività di comunicazione in relazione alle progettualità, ai servizi e agli interventi della prevenzione.

Le giornate saranno organizzate secondo due modalità di partecipazione: una parte con lezioni frontali, e una parte, con i gruppi di lavoro che, per questa sessione, saranno cinque: protezione civile, sanità, legalità, dipendenze e minori.

I relatori: Gaia Peruzzi – Università La Sapienza Roma, Andrea Volterrani – Università Tor Vergata Roma e Presidente ForTeS, Giulio Sensi – Fondazione Volontariato e Partecipazione, Titti Postiglione – Dipartimento Nazionale Protezione Civile,  Carmine Lizza – Anpas Nazionale, Marco Mucciarelli (Università della Basilicata), Aurelio Dugoni – Direttore Anpas Sicilia, Stephanie Havekost International Relations/Europe ASB-Federal Office Samaritan  International, Rosaria Mencarelli – Ministero dei beni e delle attività culturali e  del turismo – Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici dell’Umbria, Andrea Campinoti – Vicepresidente di Avviso Pubblico, Claudio Cippitelli – Parsec Consortium, Alessandro Volpi – Intervita, Cristiana Guccinelli – Cesvot,  Giuliano Grazzini– Centro Nazionale sangue, Francesca Danese – epidemiologa sociale, Francesca Coleti – Arci Campania, David Gambelli – Global Quality Assurance Director Kedrion Italia, Tommaso Paoli – Global Quality Assurance Projects & Auditing Kedrion Italia,  Simona Carli –  Centro Regionale Sangue Toscana, Luciano Franchi – Avis Toscana, Roberto Merlo – Psicoterapeuta, Maurizio Fiasco – sociologo, Luca Mattiucci – Corriere della Sera, Giovanni Anversa – RAI, Eleonora Andreatta – Rai Fiction (in attesa di conferma), Salvatore De Mola – Sceneggiatore televisivo, Pietro Barbieri – Forum Nazionale del Terzo Settore, Maria Pia Rossignaud –  Osservatorio Tuttimedia, Isaia Sales – Università Sant’Orsola Benincasa Napoli, Davide Pati – Libera, Fabrizio Minnella – Fondazione con il Sud, Jacopo Armini – Sindaco Monteroni d’Arbia.


La Winter School 2013 è riservata ad un numero massimo di 50 partecipanti, previa selezione in base al curriculum formativo e professionale. Le domande di partecipazione andranno inviate entro il 10 novembre a segreteria@fondazionefortes.it, tel. 0577.241852

 

In allegato il programma con inserita la scheda di iscrizione.

 

 

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum