#Sport sociale #Associati

UISP – Con Delrio lo sport di cittadinanza riprende il percorso

L’Uisp esprime soddisfazione per la delega allo sport assegnata a Graziano Delrio. Parla Manco,Uisp. Ecco le altre deleghe “sociali”

 

Finalmente è ufficiale: il sottosegretario di stato alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, ha ricevuto la delega allo sport e alle politiche di coesione territoriale. “Siamo convinti che la decisione del governo Renzi vada nella direzione giusta – dice Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp – apprezziamo in particolare la scelta di continuità nella delega allo sport. Siamo certi che Delrio saprà rilanciare il percorso di affermazione e di riforma dello sport di cittadinanza, con la competenza e la concretezza che gli è propria. La delega allo sport, unita a quella delle politiche di coesione territoriale, riteniamo possavalorizzare la vocazione sociale dello sport. Allo stesso tempo può contribuire ad avvicinare le istituzioni alle problematiche quotidiane delle società sportive del territorio, vero avamposto di partecipazione e protagonismo popolare, soprattutto tra i giovani”.

“La delega allo sport nelle mani di un uomo di peso del governo Renzi, quale appunto Graziano Delrio, significa attribuire a questa materia rilevanza nelle scelte e nelle strategie politiche dell’esecutivo – conclude Manco – ancor maggiore se consideriamo che cade alla vigilia del semestre italiano di presidenza europea. Questo ci lascia ben sperare nel riconoscimento del ruolo dello sportpertutti così come avviene nel resto d’Europa, come volano delle politiche per la salute, la prevenzione, l’inclusione e l’educazione”.

L’assegnazione del pacchetto di deleghe “sociali” è avvenuta ieri sera, nel corso della riunione del Consiglio dei ministri. Famiglia, Gioventù, Servizio civile e Integrazione vanno sotto la responsabilità del ministro del Lavoro e Welfare Giuliano Poletti. Pari opportunità e politiche antidroga restano nella mani del premier.

Questo è il commento del Forum del Terzo settore sul complesso delle deleghe “sociali”: “Una decisione che dimostra nuovamente l’attenzione dell’attuale Governo verso i temi del terzo settore, adesso ufficialmente affidati ad un ministro che proviene dal mondo cooperativo e del non profit, e andando a ricreare una unità di coerenza e indirizzo politico a temi di politica sociale, finora assegnati a più dicasteri”.

“Accogliamo positivamente la notizia del conferimento delle deleghe ed esprimiamo, in particolare, soddisfazione per quelle assegnate al ministro Poletti”, dichiara il portavoce nazionale del Forum del Terzo Settore, Pietro Barbieri.

“Il nostro lavoro di rappresentanza e di confronto con le istituzioni andrà avanti con un interlocutore che sappiamo essere realmente attento e disponibile all’ascolto delle tante istanze presenti sulle tematiche sociali. Attendiamo adesso la ripartizione che il ministro farà tra i suoi sottosegretari per il completamento del panorama delle competenze nel ramo sociale e l’effettivo avvio dell’approfondimento dei tanti dossier aperti”, conclude Barbieri”. (I.M.)

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum