#5 per mille #Primo piano #Altri Documenti #Documenti per aree tematiche

5 per mille 2015 – Al via le iscrizioni

5permilleL’ Agenzia delle Entrate, in data 26 marzo 2015, ha pubblicato sul suo sito la Circolare 13/E relativa alle modalità di iscrizione al 5 per mille per l’esercizio finanziario 2015 e successivi.

Dal 26 marzo, ed entro il 7 maggio 2015, gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche possono inviare la domanda di iscrizione al 5 per mille per il 2015, attraverso i canali telematici Entratel e Fisconline.

La domanda va trasmessa all’Agenzia delle entrate, esclusivamente in via telematica, direttamente dai soggetti interessati abilitati ai servizi telematici e in possesso di pin code, ovvero per il tramite degli intermediari abilitati alla trasmissione telematica secondo le vigenti disposizioni di legge.

Con la Circolare del 26 marzo 2015 n. 13/E l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la tabella con i termini relativi alla procedura di ammissione al beneficio.

Ecco la tabella di marcia con le date utili da ricordare per gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche interessati al cinque per mille.

7 maggio Termine per l’iscrizione telematica all’Agenzia delle Entrate da parte degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche
14 maggio Pubblicazione dell’elenco degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche iscritti al beneficio
20 maggio Termine per la presentazione delle istanze all’Agenzia delle Entrate per la correzione di errori di iscrizione negli elenchi degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche
25 maggio Pubblicazione dell’elenco aggiornato degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche iscritti al beneficio
30 giugno Termine per l’invio delle dichiarazioni sostitutive all’Agenzia delle Entrate da parte degli enti del volontariato e all’Ufficio del Coni territorialmente competente da parte delle associazioni sportive dilettantistiche
30 settembre Termine per la regolarizzazione della domanda di iscrizione e/o delle successive integrazioni documentali

 

Le novità del 5 per mille 2015

La Legge di stabilità 2015 ha reso permanente il 5 per mille dell’Irpef. Da quest’anno, infatti, il beneficio non è più provvisorio e rappresenta una forma stabile di finanziamento di settori di rilevanza sociale. Inoltre, entrano a pieno diritto tra gli enti che possono accedere al contributo anche le Onlus che svolgono la propria attività nel settore della cooperazione allo sviluppo e solidarietà internazionale. Continuano ad essere incluse, infine, le Organizzazioni non governative già riconosciute idonee dal Ministero degli Affari Esteri al 29 agosto 2014, data di entrata in vigore della Legge n.125 (“Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo”) e inserite nell’elenco dello stesso Ministero.

In allegato:

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum