#Integrazione #Sport sociale #Associati

AICS – 500 posti per l’accoglienza all’insegna dello sport

Sette città italiane e 500 posti per i giovani rifugiati offerti dagli ostelli, con i volontari dell’AICS a fare da mediatori.

E’ questa l’iniziativa, unica nel suo genere, presentata martedì 15 settembre 2015, in occasione del Convegno “Sport, Cultura, Solidarietà: Valori da condividere per la pace nel mondo” svoltosi a Roma alla presenza, tra gli altri, del Presidente Nazionale AICS, On. Bruno Molea e del Vice Presidente ANCI, Roberto Pella.

‘’Grazie alla disponibilità dell’Associazione italiana degli ostelli della gioventù – spiega Molea – garantiremo 500 posti per l’accoglienza dei giovani rifugiati nelle città di Palermo, Alghero, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Ancona. Abbiamo formalizzato questa proposta in un progetto che chiameremo ‘Accoglienza solidale’, e che presenteremo presto ai prefetti delle sette città coinvolte’’.

‘’Questa iniziativa – dichiara Pella – ha raccolto il consenso di tutto il mondo dello sport, e vede ancora una volta i Comuni impegnati in prima linea per riaffermare i valori della pratica sportiva per la salute, in funzione sociale e, soprattutto in questo caso, per non lasciare nessuno solo e per adoperare un’accoglienza reale, che sia anche da deterrente nei confronti delle pericolose spinte verso gli estremismi di cui sono vittima i giovani rifugiati, troppo spesso lasciati soli e senza una rete sociale.

Siamo inoltre molto grati a Bruno Molea – aggiunge il vicepresidente dell’ANCI – per il suo impegno su una nuova norma dell’ordinamento sportivo, che valorizza il ruolo dei Comuni, che ha già raccolto importanti adesioni tra più di 120 parlamentari, e che verrà presentata a ottobre prossimo’’. 

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum