#Monitoraggio povertà #Povertà #Normativa

Monitoraggio settimanale sul contrasto alla povertà

A cura del Forum Nazionale Terzo Settore – Ufficio Studi e Documentazione

17/04/2017

 

GOVERNO

Il Governo ha approvato il DEF 2017 e il D.L. Bilancio

L’11 aprile 2017 il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro dell’economia e delle finanze Pier Carlo Padoan, ha approvato il Documento di economia e finanza (DEF) 2017 e un Decreto Legge contenente disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi in favore delle zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo….

Circa gli interventi sociali nel DEF si riporta quanto previsto a pag 116

In favore delle famiglie, sono state destinate risorse (0,6 miliardi nel 2017 e 0,7 miliardi circa per ciascun anno dal 2018 al 2020) per finanziare diverse misure tra le quali si ricordano, in particolare, il riconoscimento di un assegno una tantum di 800 euro per i nuovi nati e l’attribuzione di un voucher di 1000 euro per il pagamento delle rette degli asili nido pubblici e privati e per il supporto dei bambini al di sotto dei tre anni affetti da gravi patologie croniche. Inoltre, al fine di contrastare le situazioni di grave disagio economico, è stato incrementato il fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale (0,15 miliardi nel 2017 e 0,65 miliardi dal 2018). Per l’anno 2016 è stato rifinanziato il Fondo Sociale per l’Occupazione e la Formazione (circa 0,6 miliardi).

In materia di immigrazione e gestione dell’emergenza dei rifugiati, nel 2016 sono stati stanziati 0,6 miliardi per i centri di prima accoglienza e 0,1 miliardi a favore dei comuni che accolgono i soggetti richiedenti protezione internazionale; mentre per il 2017 sono state destinate nuove risorse (circa 0,5 miliardi) sia per l’accoglienza e l’integrazione degli stranieri irregolari che per il dialogo con i paesi africani d’importanza prioritaria per le rotte migratorie.

 

In particolare, circa il contrasto alla povertà, a pagina VI è riportato:

L’azione di contrasto alla povertà sarà incentrata su una strategia innovativa delineata dalla legge delega approvata nel marzo scorso dal Parlamento, che il Governo ha ferma intenzione di attuare nel corso dei prossimi mesi. Questa autorizza il Governo ad intervenire su tre ambiti: i) il varo del Reddito di Inclusione, misura universale di sostegno economico ai nuclei in condizione di povertà che prenderà il posto del Sostegno per l’inclusione attiva, con un progressivo ampliamento della platea di beneficiari (già nel 2017 oltre 400 mila nuclei familiari, per un totale di 1 milione e 770 mila persone), una ridefinizione del beneficio economico condizionato alla partecipazione a progetti di inclusione sociale e un rafforzamento dei servizi di accompagnamento verso l’autonomia; ii) il riordino delle prestazioni assistenziali finalizzate al contrasto della povertà (carta acquisti per minori e l’assegno di disoccupazione ASDI); iii) il rafforzamento e coordinamento degli interventi in materia di servizi sociali, finalizzato a garantire maggiore omogeneità territoriale nell’erogazione delle prestazioni. Le risorse stanziate ammontano complessivamente a circa 1,2 miliardi per il 2017 e 1,7 per il 2018.

Infine si segnala che  con il “DDL contenente disposizioni urgenti in materia finanziaria…” viene sbloccato il turn over dei comuni passando dall’attuale 25% (1 nuovo assunto ogni 4 uscite) al 75% (3 assunti ogni 4 che lasciano) per tutti comuni.  Ciò significa maggiori possibilità di infrastrutturare anche i servizi sociali

 

GOVERNO e ALLEANZA CONTRO LA POVERTA’

Firmato il Memorandum sul Reddito di inclusione tra Governo e Alleanza contro la povertà

14 aprile 2017 – Si è svolta a Palazzo Chigi la cerimonia di firma del Memorandum d’intesa sul Reddito di inclusione, con il Presidente Gentiloni, il Ministro Poletti e l’Alleanza contro la povertà. Esito di una collaborazione intensa, il Memorandum definisce precisi impegni circa il profilo degli interventi da realizzare in attuazione della Legge delega per il contrasto alla povertà, a cominciare dal Reddito di Inclusione. …

Testo del Memorandum

Testo de L’intervento del Portavoce dell’Alleanza Roberto Rossini

Il Comunicato stampa dell’Alleanza

COMUNICATO STAMPA
“Alleanza contro la povertà ricevuta dal premier Paolo Gentiloni

Rei «Da azione Parlamento e Governo passo avanti importante. Ora coniugare universalismo e servizi per inclusione sociale di chi vive in povertà assoluta».

Un memorandum per condividere il percorso di attuazione della legge delega di contrasto alla povertà è quello siglato oggi tra il Governo e l’Alleanza contro la povertà. I rappresentanti delle 37 organizzazioni che compongono l’Alleanza, sono stati ricevuti a Palazzo Chigi dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

I punti d’intesa raggiunti riguardano i criteri per determinare l’accesso dei beneficiari della misura, i criteri per stabilire l’importo del beneficio, i meccanismi per evitare che si crei un disincentivo economico alla ricerca di occupazione, l’attivazione di una linea di finanziamento strutturale per i servizi alla persona, il finanziamento dei servizi, l’individuazione di una struttura nazionale permanente che affianchi le amministrazioni territoriali competenti, la definizione di un piano operativo per la realizzazione delle attività di monitoraggio continuo della misura e la definizione di forme di gestione associata della stessa.

L’Alleanza ringrazia il Parlamento, il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Premier per il lavoro svolto che ha fatto registrare un passo in avanti notevole rispetto al passato. L’Alleanza non considera esaurito questo percorso e chiede che, sin dai prossimi provvedimenti di bilancio, siano assicurate le risorse che permettano in tempi ragionevoli la definizione di un Piano di contrasto alla povertà.

In particolare sono due i punti da sviluppare: la definizione di un piano pluriennale di carattere universalistico che si ponga l’obiettivo di raggiungere in tempi definiti tutte le persone in condizioni di povertà assoluta, secondo il criterio dell’intensità di povertà.

L’articolazione del fondo povertà in due componenti: una destinata all’erogazione del contributo economico e l’altra ai servizi alla persona. Abbiamo bisogno di inclusione, e per farlo occorre strutturare ad hoc il welfare locale oggi ancora inadeguato.

L’Alleanza contro la povertà ritiene fondamentale che l’incremento delle risorse, il carattere universalistico dell’intervento e lo sviluppo dei servizi alla persona sul territorio procedano di pari passo. Solo così il Rei potrà diventare realmente uno strumento valido per la loro inclusione sociale. In caso contrario, si ridurrà a un mero trasferimento monetario assistenzialistico che non riuscirà a intervenire e a correggere le cause della povertà”.

 

Alcuni link ad articoli apparsi sui media

Contro la povertà la vittoria del modello dell’Alleanza (Corriere.it)

15 aprile 2017 – Sarà perché i poveri non possono scioperare ma prima che l’Italia si dotasse di un Reddito minimo di inclusione è passato un tempo incredibile per un Paese…

Gentiloni: “Il reddito di inclusione riguarderà 2 milioni di … ( La Stampa)

14 aprile 2017 – «Questa sala – ha detto il premier – ci dice che governo e Alleanza contro la povertà, un arcipelago molto vasto di forze sociali e sindacali, sono insieme per un…

Povertà, Poletti: “Decreto pronto, presto ok a reddito inclusione …

14 aprile 2017 – “Adesso il compito del governo  approvare rapidamente il decreto di attuazione. Il testo  pronto, arriveremo rapidamente con i passaggi che la…”

Povertà, Gentiloni: «Reddito inclusione per 2 milioni di persone» (Sole 24 Ore)

14 aprile 2017 – Gentiloni: «La crisi ha lasciato un incremento della povertà» «La crisi – ha detto il … La cerimonia di firma del Memorandum d’intesa sul reddito di inclusione …

Povertà, gli impegni del governo: “Reddito di inclusione anche a chi è … (il Fatto Quotidiano)

14 aprile 2017 – Dal nuovo Reddito di inclusione previsto dal disegno di legge delega contro la povertà approvato in marzo non saranno esclusi gli italiani proprietari di casa, se…

Firmato il Memorandum contro la povertà: ecco il testo integrale

14 aprile 2017 – Ecco il testo del Memorandum Alleanza contro la povertà, in merito all’attuazione della Legge Delega di contrasto alla povertà, firmato oggi a Palazzo Chigi.

Reddito di inclusione, il governo firma il memorandum. Andrà anche a … (Rai News)

14 aprile 2017 – Prende forma l’intesa sul sostegno economico per le famiglie sotto la soglia di povertà che sostituirà il Sia, il sostegno per l’inclusione attiva. Tra i punti, accesso…

Firmato il Memorandum contro la povertà in Italia (Radio Vaticana)

14 aprile 2017 – Firmato il Memorandum contro la povertà in Italia – In Italia ci sono quattro milioni e mezzo di persone in povertà grave. Oggi a Palazzo Chigi la firma…

Firmato il ‘Memorandum contro la Povertà (CGIL)

14 aprile 2017- Firmato quest’oggi, 14 aprile, il ‘Memorandum contro la Povertà’. All’iniziativa che si è tenuta a Palazzo Chigi hanno partecipato il segretario generale della Cgil …

Povertà. Furlan: “Bene Memorandum, ma la nostra battaglia continua… (Cisl)

14 aprile 2017 – “Il Memorandum sulla povertà è frutto dell’impegno della Cisl per i più deboli e per l’inclusione sociale. Ma la nostra battaglia continua”.

Barbagallo: «Evitare che si generi povertà. Bene firma Memorandum (Uil)

14 aprile 2017 – Sindacato. Questa mattina, a Palazzo Chigi, il Presidente del Consiglio, il Ministro del Welfare e il Presidente dell’Alleanza contro la povertà…

Rei: Rossini (Alleanza contro la povertà), “il memorandum con il …

14 aprile 2017 – Iniziamo una fase che inaugura un nuovo modo di pensare l’intervento pubblico in tema di povertà”. Lo ha affermato il portavoce dell’Alleanza contro la pove…

Corriere del Trentino: “Poveri, governo ok, ma non basta”. Intervista a Cristiano Gori

Povertà: Gentiloni, reddito inclusione per 2 milioni (Ansa)

14 aprile 2017 – “Questa sala – ha detto il premier – ci dice che governo e Alleanza contro la povertà, un arcipelago molto vasto di forze sociali e sindacali, sono insieme per un…

Sociale. Reddito Inclusione, Gentiloni: un impegno per dignità

Reddito Inclusione: ok sotto 6mila euro Isee anche se ha casa

 

 

REGIONI

Newsletter n. 3144 – venerdì 14 aprile 2017

Sommario

 Istat presenta “Noi Italia”, 100 statistiche per capire il nostro Paese

 Reddito d’inclusione: il testo del memorandum

 Def 2017: audizione rappresentanti Conferenza delle Regioni il 18 aprile

Anci

Direttivo Anci – Convocazione per mercoledì 12 aprile a Roma 

12 aprile 2017 – Partecipate, sicurezza urbana,…Sono questi alcuni dei punti all’ordine del giorno del Direttivo Anci, convocato per mercoledì 12 aprile a Roma… La riunione, allargata ai sindaci dei Comuni capoluogo di Provincia, tratterà anche .., delle proposte in merito al contrasto alla povertà,…

Abruzzo

In stato di povertà 140 mila abruzzesi, hanno diritto al…

16 aprile 2017  – Secondo l’ultimo rapporto Istat del 2016, segnalato dalla Cisl, in Abruzzo l’11,2% della popolazione rientrerebbe nella soglia di povertà. Si tratta di circa …

Basilicata

Dal Pon Inclusione i primi 12 mila euro alla Basilicata per la lotta alla povertà

10 aprile 2017

Liguria

Case popolari, preferenza a residenti e nuovi poveri

12 aprile 2017

Case popolari, al via la riforma dei criteri di assegnazione. La precedenza a chi risiede sul territorio da anni

12 aprile 2017

Puglia

Classifica della povertà in Italia: la Puglia è la seconda regione …

16 aprile 2017 – “Solo il rilancio dell’occupazione può dare una risposta concreta all’allarme povertà in Italia, nel Mezzogiorno ed in Puglia”: è quanto sostiene il segretario …

Toscana

La povertà è una minaccia per la salute? Se ne parla il 13 aprile al convegno dell’Ars

12 aprile 2017

Trentino Alto Adige

Dalla ricerca alla legge: Trento capofila nella lotta alla povertà

14 aprile 2017 – Nata nell’Ateneo trentino la proposta che costituisce l’ossatura del Memorandum di attuazione della legge di contrasto alla povertà. Dalla ricerca alla legge:…

Umbria

Sostegno inclusione attiva: ok del ministero alle … – Regione Umbria

12 aprile 2017 – L’obiettivo della Regione, secondo una prima stima effettuata dagli uffici che si occupano di questa misura di contrasto alla povertà, è recuperare almeno i due…

Veneto

Regione Veneto – Comunicato n.528 – Disoccupati: Regione…

10 aprile 2017 – La finalità ultima di questi progetti è riuscire ad offrire una opportunità concreta di inserimento lavorativo a chi è finito o sta scivolando sotto la soglia di povertà.

Regione Veneto – News – Lavori di pubblica utilità: contributi per il …

12 aprile 2017  – Impiegare disoccupati e persone a rischio povertà in lavori di pubblica utilità per favorire il loro inserimento o reinserimento nel mercato del lavoro. Se ne è…

 

ISTAT

Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo 

Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo mette in luce la collocazione del nostro Paese nel contesto europeo e le differenze regionali che lo caratterizzano attraverso una selezione di indicatori statistici che spaziano dall’economia alla cultura, al mercato del lavoro, alle condizioni economiche delle famiglie, alla finanza pubblica, all’ambiente. In particolare, nell’edizione 2017 ne vengono introdotti due nuovi: Acque di balneazione (Ambiente) e Imprese innovatrici (Scienza, tecnologia e innovazione) …

Istat: in 2015 in Italia 4,5 mln in ‘povertà assoluta’ (Ansa)

14 aprile 2017 – E’ quanto risulta dal rapporto ‘Noi Italia’ dell’Istat. I valori sono stabili sul 2014 sia per l’incidenza di povertà assoluta sia per quella relativa. Rispetto al 2014 …

Istat: in Italia 4,5 milioni in poverta’ assoluta, 6,1% dei residenti  (Agi)

14 aprile 2017 – Lo afferma il Codacons, commentando i dati dell’Istat relativi al 2015. “La povertà assoluta nel 2015 coinvolge il 6,1% delle famiglie residenti; un dato addirittura…

Istat: in Italia in 4,5 milioni in povertà assoluta. Pil pro capite: -24 …

14 aprile 2017 – Il mercato del lavoro recupera, ma solo la Grecia fa peggio per tasso di occupazione. E la quota di tempi determinati non viene scalfita. Le imprese arrestano.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum