#Salute #Territorio

Sicilia, il piano socio-sanitario non convince il Terzo settore regionale

Il 31 luglio, gli assessori alla Salute e alla Famiglia della Regione Sicilia, Baldo Gucciardi e Carmencita Mangano, hanno presentato il piano socio-sanitario integrato, che prevede che l’assistenza medica e quella sociale vengano gestite in modo unitario, con le risorse a disposizione dei due assessorati e una strategia unica.

Di seguito si riporta la dichiarazione del portavoce del Forum Terzo Settore della Sicilia, Pippo di Natale, a seguito dell’evento:

“Scoprire dai giornali il 31 luglio che la Regione Siciliana si è dotata di un Piano di integrazione Socio Sanitario appare più un colpo di calore che una prospettiva di qualificazione dei servizi socio-sanitari erogati dalla Regione Siciliana.
Non sono chiari, infatti, gli obbiettivi e soprattutto le risorse che saranno investite nelle attività previste.

Appare più una messa a punto degli standards richiesti ai soggetti accreditati che non una reale integrazione tesa a migliorare la qualità di vita dei siciliani.
Fatta oggi, la conferenza stampa assomiglia a uno spot elettorale con il quale si può andare serenamente in ferie.

Ciò che colpisce è il fatto che dopo mesi essere rimasto nel cassetto dell’Assessorato alla Salute emerga questo fantomatico piano di cui non si conosce nulla.
Tale motivo ciò induce a richiedere un urgente incontro agli assessori competenti per avere chiarezza ed entrare nel merito di quanto previsto.

A maggior ragione oggi, alla luce dei Nuovi Livelli di Assistenza di cui la nostra Regione pare abbia dimenticato l’esistenza”.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum