#Educazione e scuola #Europa #Notizie

Erasmus+, ecco il programma per il settore Educazione degli adulti

Amount of direction signs with europeans countries names.

Il 25 ottobre è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea l’invito a presentare le proposte 2018 per il programma Erasmus+, oltre che la Guida del programma 2018.

Per l’anno 2018 è previsto un budget europeo di 2,7 miliardi di euro, 200 milioni in più rispetto al 2017; ma oltre all’incremento delle risorse vi sono anche altre importanti novità, tra cui:

– ulteriori opportunità per gli studenti dell’istruzione superiore di svolgere tirocini volti ad acquisire competenze digitali
– l’iniziativa ErasmusPro nel contesto dei progetti di mobilità IFP, per potenziare la mobilità a lungo termine dei discenti dell’istruzione e della formazione professionale
– un nuovo formato di “partenariati di scambio tra scuole” nell’ambito dei partenariati strategici, che agevola le scuole nella partecipazione al programma
– perfezionamento delle norme di finanziamento
-anche per il 2018 sarà data un’attenzione e un rilievo particolare ai progetti che promuovono l’integrazione (soprattutto di rifugiati e migranti) e la prevenzione della radicalizzazione.

Erasmus+ è il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020. Le misure del Programma sono volte a fornire un prezioso contributo a supporto dell’azione degli Stati membri per affrontare i cambiamenti socio-economici e per sostenere la crescita, l’occupazione, l’equità e l’inclusione sociale. Erasmus+ è pensato per dare risposte concrete a queste problematiche, attraverso opportunità di cooperazione transnazionale, e di studio, formazione, di esperienze lavorative o di volontariato all’estero.

All’interno del Settore educazione degli adulti, Erasmus+ prevede varie opportunità di finanziamento per i soggetti che si occupano di educazione non professionale degli adulti in tutte le sue forme (istruzione formale, apprendimento informale e non formale), per effettuare attività di formazione all’estero degli educatori, dei docenti e del personale non docente, e per cooperare all’interno di un partenariato transnazionale con altri organismi europei.

In particolare:

–          Progetti di mobilità all’estero per formazione per il personale (KA1) Scadenza: 1 febbraio 2018

–          Partenariati strategici per lo scambio di buone pratiche (KA2) Scadenza: 21 marzo 2018

–          Partenariati strategici per l’innovazione (KA2) Scadenza: 21 marzo 2018

Per il Settore educazione degli adulti, l’incremento di budget rispetto al 2017 è di circa il 25% per i progetti di mobilità KA1 e il 15% per i Partenariati KA2.

Tutte le informazioni e i documenti utili per candidarsi possono essere trovati sul sito dell’Agenzia Erasmus+: http://www.erasmusplus.it/partecipa/

 

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum