#Monitoraggio povertà #Normativa

Monitoraggio settimanale sul contrasto alla povertà

A cura del Forum Nazionale Terzo Settore – Ufficio Studi e Documentazione

04/12/2017

 

MINISTERO LAVORO E POLITICHE SOCIALI

Reddito di inclusione al via dal 1° dicembre. Poletti: “Da luglio sarà a tutti gli effetti universale, grazie al venir meno dei requisiti familiari”

27 novembre 2017 – Non solo un sussidio economico, ma soprattutto un programma di inserimento sociale e lavorativo che punta alla riconquista dell’autonomia delle famiglie più vulnerabili attraverso la valorizzazione e lo sviluppo delle competenze. È questa la strategia alla base del Reddito di inclusione (REI), la prima misura unica di contrasto alla povertà che i cittadini potranno richiedere a partire dal 1° dicembre presso il Comune di residenza o eventuali altri punti di accesso che verranno indicati dai Comuni.

Ne hanno parlato oggi a Milano, nel corso del primo dei due eventi di lancio del REI, il Ministro del lavoro e delle politiche pociali, Giuliano Poletti, il direttore generale per la lotta alla povertà e per la programmazione sociale, Raffaele Tangorra, il presidente dell’INPS, Tito Boeri, l’assessore Politiche Sociali, Salute e Diritti del Comune di Milano, Pierfrancesco Majorino, e il portavoce di Alleanza contro la povertà, Roberto Rossini.

L’incontro ha offerto l’occasione di chiarire il funzionamento della nuova misura introdotta dal decreto legislativo n. 147 del 15 settembre 2017, e per illustrare il percorso di definizione e rafforzamento della rete dei servizi territoriali che ne sostiene l’operatività, anche attraverso le risorse del PON Inclusione.

Il Reddito di inclusione (REI) è oggi uno strumento importante, è un passo lungo un percorso che era partito con il Sostegno per l’inclusione attiva (SIA) e che continuerà nel tempo, perché abbiamo bisogno di costruire una infrastruttura e un modo di lavorare condiviso tra tutti gli attori”, ha detto il Ministro Poletti.  Una misura che, in questa prima fase di applicazione, si rivolge ad un bacino di 1,8 milioni di persone e 500mila nuclei famigliari, e che da luglio 2018, grazie alle modifiche previste dalla legge di bilancio, potrà ampliare la sua portata grazie al venire meno dei requisiti familiari, raggiungendo una platea di potenziali beneficiari pari a oltre 700mila famiglie, per un totale di 2,5 milioni di persone.

La portata e i risultati degli interventi, tuttavia, non sono scontati: molto dipenderà dalla capacità del ‘sistema’ composto dai diversi attori convolti di raggiungere e prendere in carico i potenziali beneficiari delle misure.

Il lavoro è lungo – ha spiegato Poletti – quando parliamo di povertà parliamo di fenomeni sociali complessi e delicati, tanto che è sempre più necessario ragionare di lotta ‘alle’ povertà. Non esiste solo una povertà e non c’è solo il problema del reddito, esiste anche la povertà educativa e abitativa. Per questo dobbiamo costruire organicamente delle politiche che siano in grado di tenerne conto”.

Il successo degli interventi dipenderà dalla qualità delle sinergie che si stanno sviluppando tra i diversi attori coinvolti. “Se c’è qualcuno che pensa che questo tema possa essere risolto dal ministero o da un comune o da una associazione, commette un errore gigantesco – ha sottolineato il Ministro. La misura avrà successo non tanto sulla base del numero di beneficiari o dell’importo erogato, ma se saremo in grado di costruire una infrastruttura, una rete di servizi, una comunità accogliente in grado di aiutare le persone a uscire dalle condizioni di difficoltà e povertà“.

Il REI è finanziato con le risorse del fondo povertà: 1,845 miliardi di euro in parte destinati a rafforzare i servizi. Il punto di partenza erano stati i 50 milioni di euro una tantum del 2012. La svolta è avvenuta nel 2017 con il nuovo SIA, il sostegno per l’inclusione attiva, che il governo ha inserito come misura ponte fino all’introduzione del REI. Ma la legge di bilancio in discussione in Parlamento già rilancia: 300 milioni di euro in più nel 2018, 700 nel 2019, 900 dal 2020. Tenuto conto del PON Inclusione, dal 2020 si sfiorano i 3 miliardi di euro. “Il fatto di aver messo nella legge il fondo alla povertà – ha concluso il Ministro Poletti – è la prima garanzia che queste cose le potremo fare. Sappiamo che nei prossimi anni avremo le risorse. Sta a noi adesso”.

Per informare i cittadini sulle novità introdotte dalla riforma, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha avviato una campagna di informazione che, da oggi, sarà diffusa sui media.

Per approfondimenti sul funzionamento del REI:

 

Contro la povertà, la sfida del Reddito di inclusione (REI)

30 novembre 2017 – Dopo l’evento del 27 novembre a Milano, il prossimo appuntamento dedicato al Reddito di inclusione (REI) è in programma a Bari, lunedì 4 dicembre, a partire dalle 9:30.

Sarà l’occasione per chiarire il funzionamento della nuova misura di contrasto alla povertà e sviluppare un confronto, insieme al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, su come sostenerne l’operatività attraverso un ripensamento del modello organizzativo dei servizi.

Si farà il punto anche sullo stato di attuazione del PON Inclusione, che supporta questo cambio di prospettiva grazie alle risorse del Fondo Sociale Europeo, e sulle modifiche estensive del REI previste dalla legge di bilancio per il 2018.

Un nuovo appuntamento per operatori, rappresentanti degli enti locali, organizzazioni del Terzo Settore, esperti e parti sociali, con l’obiettivo di illustrare il percorso che ci attende e sviluppare un confronto su come affrontarlo nel migliore dei modi. Nel programma della giornata sono evidenziati i temi attorno ai quali si concentrerà il dibattito

Per approfondimenti sul funzionamento del REI, visita il Focus On di riferimento

Campagna istituzionale di lancio del REI  – I VIDEO

Video di lancio del REI, la nuova misura di contrasto alla povertà che sarà operativa dal 1° dicembre 2017

 

SENATO

Assemblea

NOTA: il 30/11 è stata approvato il DDl S 2960 Bilancio dello Stato 2018-20. Il testo va ora alla Camera. In allegato un primo promemoria sui provvedimenti di tipo sociale.

La norma prevede anche il finanziamento di diversi fondi di interesse: si cita in particolare l’incremento al fondo di contrasto alla povertà, che viene aumentato di 300 mln€ x il 2018, 700 mln€  per il 2019, 900 mln€  per ciascuno degli anni 2020 e 2021. Inoltre è stato approvato – come anche richiesto dalla Alleanza – l’innalzamento, dal 2020, dal 15 al 20% della quota parte del Fondo di contrasto alla povertà da destinare ai servizi.

ANCI

Welfare – Cicchi: “Politiche intersettoriali e sostegno attivo alle famiglie per contrastare la povertà” …

28 novembre 2017  – Cicchi: “Politiche intersettoriali e sostegno attivo alle famiglie per contrastare la povertà”. “Accanto a politiche di sostegno attivo – ha proseguito – sono però necessarie anche misure di inserimento nel mondo del lavoro, per percorsi che rendano le persone realmente autonome. In particolare Cicchi ha fatto riferimento alla morosità incolpevole per la quale non è possibile applicare le attuali misure di contrasto alla povertà.

http://www.anci.it/index.cfm?layout=dettaglio&IdDett=62551

Abruzzo

Rei: incontro Regione e Inps per illustrare i fondi in arrivo ai Comuni

30 novembre 2017 – Nell’incontro, che coinvolgerà anche i Centri per l’impiego e i Comuni che compongono i vari Ambiti, saranno chiariti i dettagli relativi a questo nuovo strumento di contrasto alla povertà definiti dall’INPS nella circolare n.172 dello scorso 22 novembre e per cui sarà possibile presentare domanda a …

Dal 1° dicembre è possibile richiedere il Reddito di inclusione, un… 

1 dicembre 2017 – Il REI – reddito di inclusione sociale è il nuovo sussidio economico di contrasto alla povertà ed approvato con decreto legislativo n. 147 del 15 settembre 2017. E’ possibile richiederlo dal 1° dicembre 2017 e partirà dal 1° gennaio 2018. Caratteristiche…

Calabria

Calabria. Lotta alla povertà, al via il reddito di inclusione 

1 dicembre 2017  – Al via da oggi, 1° dicembre 2017, le domande di accesso al Reddito di inclusione 2018 per quanto riguarda la nuova misura di lotta alla povertà. Il sussidio.

Campania

Povertà, da domani REI operativo. Palmeri: forte sinergia con Inps, mercoledì 6 dicembre ‘giornata con sindaci, cpi …

30 novembre 2017 – …erogato attraverso una carta di pagamento elettronica (carta REI), ma è anche un progetto personalizzato di inserimento o reinserimento lavorativo e di inclusione sociale, al fine dell’uscita dalla povertà. “La forte sinergia con l’INPS ci permetterà – ricorda l’assessore regionale al lavoro, Sonia Palmeri…

ReI – Regione Campania 

30 novembre 2017 – La nuova misura universale di contrasto alla povertà è il ReI, il reddito di inclusione, che a partire da domani 1 Dicembre 2017 vede impegnati tutti gli attori istituzionali territorialmente competenti, in una azione sinergica di interventi, tutti mirati ad assicurare la costruzione di un progetto personalizzato di…

Emilia Romagna

Reddito di solidarietà, nei primi due mesi 6.100 domande. E dalla… 

28 novembre 2017 – Povertà, elemosina, senza tetto Sono 6.100, in Emilia-Romagna, le domande presentate per il Reddito di solidarietà (Res) a due mesi dal suo avvio…Infatti, il posticipo dell’avvio del Reddito di solidarietà si è reso necessario dal dover allineare tutti gli strumenti regionali, a partire da quelli informatici, con quanto previsto…

Liguria

La Regione stanzia 850mila euro per la lotta all’estrema povertà, a Chiavari ne arrivano 13.613

1 dicembre 2017 –  I soldi sono destinati ai Comuni capofila delle Conferenze dei sindaci delle Asl liguri. Serviranno anche per l’accoglienza notturna dei senzatetto in vta della stagione invernale. La giunta regionale ha stanziato 850mila euro, su proposta dell’assessore regionale a sanità e politiche sociali Sonia Viale…

850mila euro per le estreme povertà ai senza fissa… 

29 novembre 2017 – I fondi di provenienza regionale andranno ai Comuni per i servizi primari come cibo, indumenti e farmaci o i servizi di accoglienza notturna. Viale: “Con emergenza freddo risorse importanti per garantire assistenza e servizi primari a persone senza fissa dimora”. Prosegue anche sostegno Regione a progetto “Il Basilico” di…

Lombardia

Lombardia. Povertà: “Il 4 Dicembre presentazione del progetto di ricerca sostenuto dall’alleanza…

30 novembre 2017 – Lunedì 4 dicembre si tiene la presentazione del report regionale del progetto di ricerca di monitoraggio sull’attuazione del Sia (sostegno inclusione attiva) sostenuto dall’Alleanza Nazionale Contro la Povertà, per rispondere a domande come: Come ha funzionato il Sia…

Marche

Famiglie, povertà ed esclusione sociale: 8,2 milioni di euro dalla Regione…

1 dicembre 2017 – Tra gli altri ospiti autorevoli, il Presidente della IV Commissione Consiliare della Regione Marche Fabrizio Volpini, il Dirigente del Servizio Politiche Sociali della Regione Marche Giovanni Santarelli, la Responsabile del CIOF, Centro Istruzione Formazione Lavoro di Senigallia Carolina Mercolini…

Lavoro: seminario Alleanza contro povertà Marche su sostegno inclusione attiva

1 dicembre 2017 – Dopo l’introduzione dei coordinatori regionali dell’Alleanza contro la povertà nelle Marche, Simone Breccia, responsabile Welfare Caritas Marche, e Fabio Corradini, responsabile Ufficio Welfare e politiche sociali Acli Marche, interverrà all’incontro Francesco Marsico, vicedirettore di Caritas Italiana, che, a partire dai…

Molise

Reddito di inclusione, da oggi è possibile avanzare richiesta. Domani seminario del Pd a Bojano

2 dicembre 2017 – Se ne parlerà domani, sabato 2 dicembre a Bojano, alle 17.30 a Palazzo Colagrosso nell’incontro promosso dal Partito democratico “Curare la povertà, voler bene alle famiglie”. Coordinato dal segretario regionale Pd Micaela Fanelli, dopo i saluti dell’amministrazione comunale e del segretario del…

Regione Molise – Archivio Notizie

30 novembre 2017 – Inclusione sociale, finanziati 909 tirocini. Frattura e Facciolla: “Questa è la strada che abbiamo imboccato per una reale inclusione. Inclusione sociale e lotta alla povertà, approvati e finanziati i progetti candidati dai sette Ambiti territoriali sociali del Molise…

Piemonte

Insediata la Rete di protezione ed inclusione… – Regione Piemonte 

28 novembre 2017 – … E se oggi il lavoro è un elemento di precarietà, dobbiamo costruire un sistema che affronti il problema”. “La forza del progetto – ha concluso Ferrari – è proprio l’identificare come colonne portanti della riforma del welfare da una parte la sanità e dall’altra l’integrazione tra lotta alla povertà e politiche per il…

Puglia

Puglia e Governo: sprazzi d’armonia col ReD regionale e Rel nazionale

2 dicembre 2017 – Sempre presso il Liceo Salvemini Giuliano Poletti – Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Michele Emiliano – Presidente Regione Puglia, Antonio Decaro – Sindaco Bari e RaffaeleTangorra – Direttore Generale per la lotta alla povertà e per la programmazione sociale – Ministero del Lavoro e delle…

Barletta, contro la povertà la sfida del Reddito di Inclusione

2 dicembre 2017 – Barletta è pronta per far partire i ReI (Reddito di Inclusione), insieme alle misure del ReD (Reddito di Dignità pugliese). A partire dal 1 dicembre, le istanze dei cittadini potranno essere inoltrate unicamente sulla piattaforma regionale www.sistema.puglia.it appositamente dedicata. Le modalità per la…

Unire Le Forze Per Combattere Le Povertà. Giornata… 

1 dicembre 2017 – Unire le forze per combattere le povertà. Giornata di eventi, presso il Liceo scientifico Salvemini di Bari:il presidente Emiliano insieme al ministro Poletti per il lancio del nuovo ReD regionale che integra il ReI nazionale. Lunedì 4 dicembre, ore 9.30…

Sardegna

Cagliari. Povertà in Sardegna, presentato il Report Caritas in Consiglio Regionale

2 dicembre 2017 – La Caritas in Sardegna, raccogliendo l’impulso derivante dal livello nazionale, aderisce alla “Alleanza regionale contro le povertà” (composta anche in Sardegna da diversi organismi), attraverso cui ribadire nelle sedi opportune l’urgenza di un piano di eradicazione della povertà e di una misura…

Toscana

Nasce in Toscana l’Alleanza contro la povertà

2 dicembre 2017 – I dati sono elaborati dall’Osservatorio sociale regionale della Regione Toscana ed è partendo anche da questi che nasce in Toscana il tavolo regionale dell’Alleanza contro la povertà. Infatti, con l’introduzione del reddito d’inclusione, oltre 15 organizzazioni hanno deciso di promuovere un tavolo…

In Toscana nasce una task force per combattere la povertà

1 dicembre 2017 – I numeri sono elaborati dall’Osservatorio sociale regionale della Regione Toscana ed è partendo anche da questi dati che nasce in Toscana il tavolo regionale dell’Alleanza contro la povertà. Con l’introduzione del reddito d’inclusione, oltre 15 organizzazioni hanno deciso di promuovere un tavolo …

Rapporto povertà della Caritas, lunedì 4 dicembre la…

2 dicembre 2017 – Sarà presentato lunedì prossimo, 4 dicembre, il quattordicesimo rapporto sulle povertà nelle diocesi della Toscana. L’evento, dal significativo titolo “Pietre di scarto?”, è organizzato dalle Caritas toscane e dal progetto Mirod con il sostegno della Regione Toscana. L’appuntamento è per le 12,30 del 4 dicembre…

Umbria

Ires Cgil: Umbria, 90 mila persone in povertà, popolazione in calo

3 novembre 2017 – Mario Bravi, presidente dell’Ires Umbria, l’istituto di ricerca della Cgil, ha davanti tavole e tavole di dati. E una visione d’insieme di come stanno andando le cose. «In questa regione abbiamo una presenza di multinazionali che in provincia di Terni è seconda solo a quella di Milano, eppure spesso questi …

 

INPS

Reddito di Inclusione: disciplina e modalità di accesso al beneficio

22 novembre 2017 – Il Reddito di Inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale introdotta dal decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, emanato in attuazione della legge-delega 15 marzo 2017 con decorrenza dal 1° gennaio 2018.

Tale misura prevede un beneficio economico erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa.
Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi, dai quali saranno sottratte le eventuali mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) percepite.

Il nucleo richiedente dovrà soddisfare specifici requisiti di residenza e anagrafici, economici, di composizione del nucleo familiare e di compatibilità, specificamente dettagliati nella circolare.

L’ammontare dell’importo è correlato al numero dei componenti del nucleo familiare e tiene conto di eventuali trattamenti assistenziali e redditi in capo al nucleo stesso. In ogni caso, l’importo complessivo annuo non può superare quello dell’assegno sociale.

Coloro che, alla data del 1° dicembre 2017, stanno ancora percependo il SIA potranno presentare immediatamente domanda di REI o decidere di presentarla al termine della percezione del SIA, senza che dalla scelta derivi alcun pregiudizio di carattere economico.
La circolare INPS 22 novembre, n. 172 fornisce le prime istruzioni amministrative, illustra il riordino delle prestazioni assistenziali finalizzate al contrasto alla povertà, in particolare del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) e dell’ASDI (Assegno Sociale di Disoccupazione) e la conseguente rideterminazione del fondo povertà a decorrere dal 2018.
La domanda di accesso alla prestazione potrà essere presentata dal 1° dicembre 2017, presso i comuni o altri punti di accesso identificati dagli stessi, utilizzando il modello (pdf 718KB) allegato alla circolare. Al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, il richiedente deve essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità.

 

Seguici su http://www.alleanzacontrolapoverta.it/ o su FACEBOOK

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum