#Diritti #Infanzia e giovani #Associati

“Digito ergo sumus”: i volontari Anpas per prevenire i rischi sui social

In occasione del Safer Internat Day, la Giornata per la sicurezza in Rete promossa dalla Commissione Europea che ricorre il 6 febbraio, i volontari di Anpas Liguria hanno realizzato “Digito ergo sumus”, un progetto che ha l’obiettivo sensibilizzare la scuola, le associazioni di pubblica assistenza e, più in generale, i giovani del territorio su un uso corretto delle nuove tecnologie, per creare una campagna permanente di prevenzione dei potenziali rischi legati all’abuso dei social.

“Le cronache, anche recenti”, si legge ne comunicato stampa di Anpas, “ci stanno raccontando di episodi negativi, a volte drammatici, generati dall’uso non corretto e non consapevole dei social network e delle nuove tecnologie, soprattutto tra i giovani. Reati a mezzo internet (dal cyberbullismo al sexting) e dipendenze sono alcuni tra gli effetti più evidenti dell’uso delle nuove tecnologie. Scuola, pubbliche assistenze e le associazioni del territorio possono proporsi come soggetti di studio e risorsa per contrastare fenomeni che vanno dall’emarginazione all’eventualità di commettere veri e propri crimini”.

Anpas Liguria, nel perseguire la propria missione associativa secondo cui essere pubblica assistenza significa fornire assistenza rivolta verso “qualcosa”, svolta a fianco di “qualcuno” e sviluppata in modo “pubblico”, ha voluto indirizzare, attraverso questo progetto, la propria azione di comunicazione per la prevenzione di questi fenomeni. L’azione si svilupperà dai giovani per i giovani: saranno infatti i giovani volontari Anpas a rivolgersi ai propri coetanei nella convinzione che un linguaggio e un’esperienza comune tra “docente” e “discente” possa portare una maggiore efficacia nella trasmissione dei contenuti proposti.

Qui il video di Cogito Ergo Sumus: https://www.youtube.com/watch?v=xF37nmQ2ZBE

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum