#Disabilità e non-autosufficienza #Infanzia e giovani #Innovazione #Salute #Territorio

Innovazione sociale e giovani: tre bandi in Emilia Romagna

La Giunta dell’Emilia Romagna ha approvato in questi giorni un bando da 1,7 milioni di euro rivolto al Terzo settore che stabilisce criteri e risorse disponibili a livello territoriale per la realizzazione di progetti in ambito sociale.

Si tratta di fondi che il Governo, in attuazione del Codice del Terzo settore, ha messo a disposizione delle Regioni per sostenere il Terzo settore nella realizzazione di interventi a carattere sociale particolarmente innovativi.

Diversi gli ambiti della progettazione. Si va dall’assistenza sociale-sanitaria all’inclusione sociale delle persone con disabilità e non autosufficienti; dall’integrazione dei migranti all’inserimento lavorativo delle fasce deboli della popolazione. E, ancora, dagli interventi a favore delle persone che vivono in povertà assoluta o senza fissa dimora fino al coinvolgimento degli anziani, a volte soli e isolati, in attività di socializzazione. Nella costruzione dei progetti, oltre a quelli del Terzo settore, potranno essere coinvolti anche soggetti pubblici e privati del territorio.

Il totale delle risorse messe a bando dalla Regione Emilia-Romagna sono suddivise a livello locale in proporzione al numero dei cittadini residenti.  A Bologna andranno 391,5 mila euro; Modena 272,4 mila euro; Reggio-Emilia 206,7 mila euro; Parma 156,2 mila euro; Forlì-Cesena 153 mila euro; Ravenna 152,1 mila euro; Ferrara 135,5 mila euro; Rimini 130,9 mila euro; Piacenza 128,7 mila euro.

Il finanziamento richiesto per ciascun progetto non potrà essere inferiore a 12 mila euro né superare l’importo di 22,5 mila euro.
La presentazione dei progetti e la richiesta di contributi dovrà avvenire tramite l’apposita procedura indicata alla pagina https://bit.ly/2KvsZHN del sito web ERsociale e dovrà essere utilizzata, a pena di esclusione, la modulistica allegata. Il bando scade ore 12 del 14 luglio 2018. 

Sempre dalla Giunta dell’Emilia Romagna altri due bandi, sostenuti con 1 milione di euro: il primo è relativo al progetto “I grandi assenti del welfare”, destinato ad associazioni di promozione sociale, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, parrocchie ed enti locali della Città Metropolitana di Bologna ed è finanziato per il secondo anno consecutivo dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna con 400mila euro.

Il secondo, “Giovani generazioni”, è rivolto ad associazioni di promozione sociale, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali e parrocchie operanti in tutte le altre province dell’Emilia-Romagna ed è finanziato dalla Regione con 600 mila euro: 200mila per sostenere progetti di valenza regionale 400mila per progetti di valenza territoriale.

Obiettivi comuni a entrambi, offrire un sostegno per accompagnare i ragazzi nel complesso passaggio all’età adulta, migliorandone gli stili di vita e il sistema di relazione con coetanei e familiari; attraverso la promozione di forme aggregative (scoutismo e oratori) e l’orientamento scolastico per scongiurare l’abbandono degli studi e prevenire il disagio sociale.Rientrano tra i progetti anche la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo.

I bandi sono scaricabili sul sito della Regione Er Sociale alla pagina http://url.emr.it/ea452i7i

Le domande devono essere presentate entro le ore 13 dell’11 giugno 2018.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum