#Primo piano #Riforma Terzo Settore #Comunicati stampa

Ires, Fiaschi (Forum): “Bene la sospensione del raddoppio dell’Ires. Governo e Parlamento hanno ascoltato le nostre richieste”

Roma 31 gennaio 2019 – “È una buona notizia che fa tirare un sospiro di sollievo per i tanti enti di Terzo settore che operano nei settori della formazione, assistenza sociale, sanità, istruzione, solo per citarne alcuni. Siamo soddisfatti perché gli incontri istituzionali che abbiamo avuto nelle ultime settimane, a partire da quelli con il Presidente del Consiglio e con il sottosegretario al ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, sono serviti a sensibilizzare il Governo e tutte le forze politiche affinché venisse sostenuto questo emendamento nel nuovo decreto, ristabilendo l’agevolazione Ires per le organizzazioni del Terzo settore. È stato riconosciuto il valore sociale delle 340 mila realtà di volontariato, associazionismo, e impresa sociale che operano su tutto il territorio nazionale anche attraverso l’impegno di oltre 5 milioni di cittadini volontari. Azioni quotidiane che rafforzano la coesione sociale delle nostre comunità ”. Così Claudia Fiaschi, portavoce del Forum del Terzo Settore commenta l’approvazione da parte del Senato dell’emendamento al Decreto Semplificazioni sull’Ires agli enti non commerciali che blocca il raddoppio dell’Ires, che torna così al 12%.

L’Ires si tornerà a pagare quindi dimezzata – prosegue Fiaschi – e la norma sarà abrogata solo quando entreranno in vigore gli effetti compensativi sulla fiscalità degli enti previsti dalla Riforma.

Si tratta quindi ora di dare tempi rapidi all’attuazione della riforma: dalla creazione del Registro Unico del Terzo Settore allo sblocco dei provvedimenti in attesa del vaglio della Cabina presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri” conclude la portavoce.

 

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum