#Associati

In Italia 7,3 milioni di casalinghe. “Mestiere difficile e non retribuito”

Ogni anno in Italia si verificano oltre 3 milioni di infortuni domestici e secondo la più recente rilevazione ISTAT (2017) sono 7milioni 338mila le donne che si dichiarano casalinghe nel nostro Paese. Tra le donne, sono circa 600.000 le casalinghe coinvolte in un incidente avvenuto tra le pareti di casa. Le categorie più a rischio sono donne, anziani e bambini. Bettoni: “Se le mamme dovessero battere cassa per tutti i lavori che svolgono in casa, dovrebbero percepire uno stipendio doppio rispetto alla media dei lavoratori”.

Lo studio mette in luce importanti aspetti legati agli infortuni in ambito domestico ed evidenzia le modifiche apportate al sistema di tutela previsto dall’“Assicurazione casalinghe” che, anche a seguito delle reiterate richieste da parte di varie Associazioni (in primis l’ANMIL), è stato profondamente migliorato dalla recentissima Legge di bilancio 2019 che ha previsto rilevanti novità.

I principali risultati dello studio saranno pubblicati in un accattivante opuscolo animato dalle originali vignette del giovanissimo e talentuoso Michele Russo che verrà distribuito nelle scuole per sensibilizzare i giovani sul tema degli incidenti in ambito domestico.

Per richiedere una copia dell’opuscolo “Faccende pericolose” è possibile inviare una mail ad anmil@anmil.it

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum