#Notizie

Codice di Qualità e Autocontrollo, adottate le Linee Guida dai soci del Forum

Nel corso dell’assemblea nazionale dei soci del Forum del 27 marzo 2019 sono state presentate e approvate le Linee Guida del Codice di Qualità e Autocontrollo  per le organizzazioni di Terzo settore, il documento che contiene “l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità delle organizzazioni di Terzo settore nei confronti di tutti gli stakeholders e dell’interesse generale”.

Le Linee Guida sono frutto di un lungo lavoro, partecipato e condiviso con i soci e con gli stakeholders esterni, che servirà alle organizzazioni per autocertificare la qualità e la trasparenza del proprio operato. Si tratta di “un percorso di natura culturale che ha l’obiettivo di responsabilizzare il Terzo settore, di aprirlo al confronto e al giudizio esterno e renderlo più trasparente e capace di mettere in luce i propri comportamenti virtuosi”, così la portavoce Claudia Fiaschi.

Dopo una iniziale sperimentazione del CQA in dodici reti nazionali, l’assemblea dei soci di ieri ha deliberato all’unanimità l’adozione delle Linee Guida e l’impegno a dotarsi di un proprio modello di Codice di Qualità e Autocontrollo entro un anno, promuovendo il percorso anche presso i propri associati.

Con questa delibera – dichiara la Portavoce – si avvia la fase di recepimento del Codice e del Protocollo da parte delle reti associative aderenti al Forum. Una scelta importante ed un passo in più per dotare il Paese di un Terzo settore eticamente orientato. Norme e vigilanza sono importanti per favorire trasparenza e legalità e la riforma del Terzo settore contiene molte previsioni in tal senso, ma l’etica delle organizzazioni è alimentata dalle persone che le guidano e processi culturali come quello del Codice di Qualità degli enti di Terzo settore hanno proprio l’intento di consolidare consapevolezza, intenzionalità e coerenza nei comportamenti di chi guida gli enti ai vari livelli.”

Il passaggio successivo sarà quello di proporre le Linee Guida anche agli Enti non aderenti al Forum per costruire uno strumento di costruzione diffusa di civismo attivo e di comportamenti positivi.

Collaborazioni

acri
anci
caritas
buone notizie
Dire
fondazione triulza
istat
mecenate
minstero del lavoro
Next
finanza sostenibile
redattore sociale
Social economy
unioncamere
welforum